La REGA istruisce piloti del soccorso aere o rumeno

Progetto concluso
Istruttori della REGA durante il volo
Istruttori della REGA si allenanocon piloti del serviziodi soccorso aereo rumenoall’uso del verricello durante il volo. © REGA

La Guardia aerea svizzera di soccorso organizza e coordina corsi di perfezionamento per piloti del soccorso aereo rumeno. Grazie alla sua esperienza pluriennale e alle sue conoscenze, aiuta a migliorare la sicurezza e la qualità dei soccorsi prestati.

Paese/Regione Tema Periodo Budget
Romania
Rafforzare la sicurezza sociale
Prestazioni sociali
01.09.2012 - 31.12.2016
CHF 1'500'800

N.B.: i testi in tutte le rubriche, ad eccezione di quella intitolata «risultati raggiunti», descrivono la situazione prima dell’inizio del progetto.

Gli interventi di soccorso aereo esigono standard di sicurezza elevati e grandi conoscenze tecniche. In passato, la Romania è stata teatro di gravi incidenti durante operazioni di soccorso. Dopo aver constatato lacune nella sicurezza e problemi di carattere organizzativo, gli organi responsabili si sono rivolti alla Svizzera. Il servizio mobile rumeno per le emergenze, la rianimazione e il salvataggio (SMURD) ha pertanto ingaggiato la REGA per svolgere corsi di formazione e di perfezionamento. 

Allenamento sul simulatore di volo svizzero

La REGA istruisce due istruttori di volo rumeni in modo che essi possano trasmettere le esperienzeacquisite ad altri piloti. Inoltre 28 piloti del soccorso aereo rumeno assolvono sedute di allenamento a un simulatore di volo del centro di addestramento delle Forze aeree svizzere, presso l’aerodromo militare di Emmen. Alla fine del 2013, tutti i 28 piloti hanno terminato le sedute di allenamento e migliorato le proprie competenze. La REGA svolge inoltre corsi di volo in Romania nei quali s’insegna, per esempio, il corretto uso del verricello o come effettuare soccorsi in regioni di montagna. 

Miglioramento duraturo dell’organizzazione 

La REGA istruisce le collaboratrici e i collaboratori delsoccorso aereo rumeno in ambiti quali le nuove procedure di volo, la comunicazione, l’organizzazione, la gestione della sicurezza e la cultura organizzativa. In questo modo si mira a rendere più sicuri, efficienti e rapidi gli interventi di soccorso e a non sprecare minuti preziosi in caso d’incidente. Gli aspiranti istruttori dei servizi di soccorso rumeni partecipano ai corsi di perfezionamento medico della REGA in cui si apprendono per esempio le procedure di rianimazione, si svolge lo «European Trauma Course» e s’impara il giusto trattamento dei neonati.

Se, in situazioni d’emergenza, la reazione è rapida e corretta e il trasporto veloce, si salvano vite e si possono ridurre i costi che ricadono sulla società. Questi sono vantaggi di cui possono profittare sia la popolazione rumena sia i turisti. Grazie a questo progetto, il soccorso aereo rumeno potrà vantare capacità operative analoghe a quelle di altre organizzazioni di soccorso aereo europee. La REGA vanta elevati standard di qualità nel raffronto internazionale e anni di esperienza, e contribuisce in modo sostanziale e duraturo a migliorare la qualità del soccorso aereo rumeno.

1,5 milioni di CHF

La Svizzera partecipa con circa 1,5 milioni di CHF al progetto, che rientra nel fondo tematico Salute della Svizzera. Con questo fondo, il nostro Paese destina 10 milioni di franchi a quattro progetti nell’ambito della salute destinati ad aiutare la popolazione ad accedere più facilmente a servizi sanitari e sociali e a migliorarne la qualità.

Questo progetto non è finanziato con i contributi dei sostenitori della Rega bensì prevalentemente dalla Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC).