Cronistoria

Le relazioni tra la Svizzera e l’Europa sono in continua evoluzione. Le principali tappe di questo sviluppo sono descritte in questa sezione.

 Data

 Svizzera

 UE

4.3.2016

La Svizzera et l’UE hanno firmato il Protocollo III sull’estensione dell’Accordo sulla libera circolazione delle persone alla Croazia.

4.3.2016

Il Consiglio federale ha adottato diversi disegni di legge da sottoporre al Parlamento e tesi ad attuare le disposizioni costituzionali sull’immigrazione. Il Consiglio federale mira tuttora a una soluzione consensuale con l’UE, ma visto che non è ancora stato raggiunto un accordo in tal senso, propone ora di regolare l’immigrazione con una clausola di salvaguardia unilaterale.

 

1.3.2016

L’accordo con l’UE per la partecipazione della Svizzera all’Ufficio europeo di sostegno per l’asilo (UESA) è entrato in vigore.

28.2.2016

Il popolo svizzero e la maggioranza dei cantoni hanno respinto l'iniziativa popolare «Per l'attuazione dell'espulsione degli stranieri che commettono reati (Iniziativa per l'attuazione)» col 41,1% di voti favorevoli (contrari 58,9%).

 Il tasso di partecipazione è stato del 63,1%.

 

17.2.2016

Nel quadro del messaggio concernente la cooperazione internazionale, il Consiglio federale ha sottoposto all’approvazione del Parlamento il rinnovo della legge federale sulla cooperazione con gli Stati dell’Europa dell’Est.

 

25.1.2016

I negoziati tra la Svizzera e l’UE per il collegamento dei rispettivi sistemi per lo scambio di quote di emissioni di CO2 si sono conclusi e l’accordo corrispondente è stato parafato.

1.1.2016

 

I Paesi Bassi ricevono dal Lussemburgo per sei mesi il testimone della presidenza del Consiglio dell'UE.