Amministrazione federale admin.ch
Dipartimento federale degli affari esteri

Navigazione

Navigazione principale

Sottonavigazione

Ulteriori informazioni

Ricerca rapida

Checklist viaggi
itinerisApp

https://itunes.apple.com/ch/app/itinerisapp/id664633117?mt=8 itinerisApp per iPhone
https://play.google.com/store/apps/details?id=ch.erni.itinerisapp&feature=search_result#?t=W251bGwsMSwyLDEsImNoLmVybmkuaXRpbmVyaXNhcHAiXQ itinerisApp per Android

una compagna di viaggio indispensabile!

Registrare il viaggio


Registrate il vostro viaggio all'estero per consentirci di contattarvi in situazione di crisi.

http://www.dfae.admin.ch/itineris Registrazione online

Lei si trova qui:

Consigli di viaggio Turchia

Validi il:  
diffusi il: 06.03.2014

I consigli di viaggio poggiano su un'analisi della situazione attuale effettuata dal DFAE. Sono permanentemente controllati e se necessario aggiornati.

Si prega inoltre di leggere attentamente le rubriche connesse, parte integrante dei presenti consigli di viaggio.



Valutazione sommaria
Pericoli locali specifici
Criminalità
Trasporti e infrastrutture
Disposizioni giuridiche specifiche
Particolarità culturali

Pericoli naturali
Assistenza medica
Indirizzi utili

Valutazione sommaria

La situazione politica in Turchia può in linea di principio essere considerata stabile. Nelle grandi città si possono svolgere delle anifestazioni e tumulti. Occasionalmente sono annunciati degli scioperi. Si raccomanda di evitare assembramenti e manifestazioni di qualsiasi tipo. Si raccomanda di rispettare le indicazioni delle forze di sicurezza locali (sbarramenti ecc.) e di rimanere in contatto con il proprio operatore turistico.

Ad Istanbul, ad Ankara nonché in altre città sono stati ripetutamente perpetrati attentati causando morti e feriti. Anche le destinazioni turistiche furono colpite da attentati.

All'inizio del 2013 è stato avviato un processo di pace relativo alla questione curda. Tuttavia, in seguito a possibili attività di disturbo contro il processo di pace e al clima di tensione in relazione alla guerra civile in Siria sono possibili ulteriori attentati. Si consiglia di essere vigili e prudenti.

La rubrica terrorismo e sequestri rende attenti ai pericoli del terrorismo.



Pericoli locali specifici

Per quanto riguarda la descrizione delle zone a rischio, le indicazioni fornite sono approssimative; i pericoli non possono essere circoscritti esattamente a una precisa regione.

Confine con la Grecia: Alcuni tratti di confine con la Grecia sono ancora minati. In genere i campi minati sono segnalati.

Turchia sudorientale, orientale e nordorientale: Durante dimostrazioni nelle regioni sudorientali e orientali vi sono stati ripetuti disordini con vittime e feriti. In passato si sono inoltre susseguiti scontri armati tra le forze di sicurezza e i combattenti del PKK nonché attentati.
Raccomandazioni generali per la Turchia sudorientale e orientale: Sebbene la situazione sia decisamente migliorata dall'inizio del processo di pace relativo alla questione curda, si consiglia di rimanere prudenti. Viaggiare solo di giorno. Prima e durante il viaggio in Turchia sudorientale ed orientale è necessario informarsi presso le autorità e le forze di sicurezza locali in merito alla situazione attuale e alle aree di sicurezza militari. Continua a sussistere il pericolo di mine terrestri. Si raccomanda di circolare solamente sulle strade principali e in caso di dubbio informarsi presso le autorità locali e/o la popolazione. Agire in generale con prudenza ed evitare le regioni di confine con l'Iraq.
Raccomandazioni per le escursioni a piedi nella Turchia sudorientale, orientale e nordorientale: sono sconsigliate le escursioni in piccoli gruppi ad est della linea Kars-Agri-Van-Siirt.
Gruppi numerosi devono farsi accompagnare da una guida locale affidabile, che si informerà presso le autorità locali sulla situazione dal profilo della sicurezza. Queste raccomandazioni devono essere seguite anche per le escursioni in altre regioni sudorientali, orientali e nordorientali della Turchia.
Le escursioni sul Monte Agri (Ararat) possono essere intraprese solo con un permesso speciale del Ministero turco degli Affari Esteri.

Regione confinante con la Siria: la guerra civile in Siria ha ripercussioni anche sulla regione di frontiera con la Turchia. Le autorità turche hanno organizzato vari campi profughi. Da allora si registra un aumento degli incidenti gravi sotto il profilo della sicurezza, come per esempio l'attentato a Reyhanli dell'11 aprile 2013, che ha provocato la morte di numerose persone. Questi eventi hanno ulteriormente incrementato le tensioni in Turchia e nella regione tra la Turchia e la Siria.Si sconsiglia pertanto di recarsi nella regione di confine con la Siria.



Criminalità
Si raccomanda di osservare le usuali misure precauzionali contro la microcriminalità. Usare prudenza con le conoscenze occasionali in bar a Istanbul. Può capitare che siano offerte bibite contenenti droghe, per rapinare in seguito la vittima. Alle donne che viaggiano sole si consiglia di non spostarsi la notte.

Trasporti e infrastrutture

Si verificano spesso incidenti con morti a causa dello stato delle strade in parte mediocre e del comportamento imprudente di molti utenti della strada. Si raccomanda la massima prudenza alla guida e di evitare di intraprendere viaggi interurbani durante la notte.



Disposizioni giuridiche specifiche

Le infrazioni alla proibizione di esportare beni culturali di qualsiasi tipo, anche di poco valore (antichità, vecchi oggetti e monete, fossili, pietre tagliate ecc.) sono punite con la detenzione fino a 10 anni.

È vietato proferire dichiarazioni o commettere atti che minaccino l’integrità dello Stato, denigrare o diffamare in qualsiasi forma lo Stato offendendo le sue istituzioni, le sue più alte cariche o i suoi simboli. Possono essere comminate multe o pene detentive a coloro che insultano o denigrano il Presidente della Repubblica e del Governo, il fondatore della Turchia moderna Kemal Atatürk, le forze di polizia, l’esercito, l’inno nazionale o la bandiera. Il deturpamento o la lacerazione di banconote è altresì punibile. È proibito fotografare impianti militari o all'interno di zone di sicurezza militare.

Le infrazioni alla legge sugli stupefacenti sono punite già a partire da una quantità minima di qualsiasi tipo di droga con diversi anni d'incarcerazione (fino a 20 anni).

Le condizioni di detenzione sono precarie: celle sovraffollate, pessime condizioni igieniche ecc.

I conducenti di autoveicoli coinvolti in incidenti stradali con vittime o morti in caso di dubbio non possono lasciare il Paese durante la durata dell'inchiesta / del processo.



Particolarità culturali
La Turchia è un Paese musulmano. Al di fuori delle spiagge destinate ai bagnanti, si raccomanda di adattare l'abbigliamento e il comportamento alle usanze locali.

Pericoli naturali

La Turchia si trova in zona sismica attiva. Se durante il soggiorno si dovessero verificare terremoti, si raccomanda di seguire le istruzioni delle autorità e di mettersi immediatamente in contatto con i propri parenti. Qualora il collegamento con l'estero fosse interrotto, si raccomanda di mettersi in contatto il Consolato generale di Svizzera a Istanbul.



Assistenza medica

Fuori dalle città l'assistenza medica è garantita solo parzialmente.

Se si necessita di particolari farmaci, occorre prevederne una scorta sufficiente. Va ricordato tuttavia che in molti Paesi vigono prescrizioni particolari per portare con sé medicinali contenenti sostanze stupefacenti (ad esempio il metadone) e sostanze per la cura di malattie psichiche. Si consiglia di informarsi eventualmente prima del viaggio direttamente presso la rappresentanza estera competente (ambasciata o consolato) e di consultare la rubrica Link per il viaggio, dove figurano ulteriori informazioni su questo argomento e in generale sul tema viaggi e salute. Medici e centri di vaccinazione informano in merito al diffondersi di malattie e alle possibili misure di protezione.



Indirizzi utili

Numero di emergenza della polizia: 155

Rappresentanze svizzere all'estero: in caso di emergenza all'estero, è possibile rivolgersi alla rappresentanza svizzera più vicina o alla Helpline DFAE.
Rappresentanze svizzere all'estero
Helpline DFAE

Rappresentanze estere in Svizzera: per ottenere informazioni in merito all'entrata nel Paese (documenti autorizzati, visti, ecc.) occorre rivolgersi all'ambasciata o al consolato competente. Quest'ultimi danno inoltre ragguagli sulle prescrizioni doganali per l'importazione o l'esportazione di animali o di merci: apparecchi elettronici, souvenir, medicamenti, ecc.
Rappresentanze estere in Svizzera



Clausola di responsabilità
Si prega inoltre di leggere attentamente le altre informazioni viaggio di carattere generale, parte integrante dei presenti consigli di viaggio.
I consigli di viaggio del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) poggiano su fonti d'informazione proprie, reputate degne di fede. I consigli di viaggio sono utili indicazioni ausiliarie per programmare un viaggio in modo accurato. Il DFAE non si assume tuttavia la responsabilità né della pianificazione né dello svolgimento del viaggio.
Le situazioni di pericolo sono spesso imprevedibili e confuse e possono mutare rapidamente. Il DFAE non garantisce la completezza dei consigli di viaggio e declina ogni responsabilità per eventuali danni legati a un viaggio. Le pretese derivanti dall’annullamento di un viaggio vanno avanzate direttamente all’agenzia di viaggio o alla compagnia presso la quale si è stipulata l’assicurazione di viaggio.