Amministrazione federale admin.ch
Dipartimento federale degli affari esteri

Navigazione

Navigazione principale

Sottonavigazione

Ulteriori informazioni

Ricerca rapida

Lei si trova qui:

Corruzione

La Svizzera partecipa attivamente a livello nazionale e internazionale alla lotta contro la corruzione. Tutto ciò va di pari passo con la lotta contro il crimine organizzato e il riciclaggio di denaro sporco. Sovente esiste un legame diretto tra corruzione e averi illegali di persone politicamente esposte (PPE).

Negli ultimi anni a livello internazionale è aumentata la consapevolezza che la corruzione provochi pesanti danni all’economia e, di conseguenza, va combattuta su tutti i fronti. Per questo motivo il 19 dicembre 2008 il Consiglio federale ha deciso, con l'istituzione di un gruppo di lavoro interdipartimentale in materia di lotta contro la corruzione (GLID), di armonizzare i lavori a livello nazionale e meglio coordinare l'attuazione delle pertinenti strategie in conformità con le raccomandazioni internazionali. La presidenza e la segreteria di questo gruppo sono assunte dal DFAE.

Convenzioni internazionali

  • Nell’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) la Svizzera ha preso parte in modo determinante all’elaborazione della Convenzione sulla lotta alla corruzione di pubblici ufficiali stranieri nelle operazioni economiche internazionali (1997). Il nostro Paese ha già ratificato l’accordo e ha adeguato di conseguenza il Codice penale. In questo modo, la corruzione attiva di pubblici ufficiali stranieri da parte di ditte o privati risulta perseguibile. La procedura di monitoraggio (peer review) del gruppo di lavoro OCSE in materia di lotta contro la corruzione permette di controllare l'attuazione e l'applicazione delle disposizioni.
     
  • Il 31 marzo 2006, la Svizzera ha ratificato la Convenzione penale sulla corruzione del Consiglio d’Europa e il relativo Protocollo addizionale. In Svizzera sono entrati in vigore il 1° luglio 2006. In questo modo, rispetto alla Convenzione dell’OCSE, viene perseguita anche la corruzione passiva di pubblici ufficiali stranieri, come pure la corruzione privata. In seno al Consiglio d'Europa, la Svizzera si adopera con grande impegno nella Commissione GRECO (Groupe d'États contre la Corruption) che sostiene la lotta contro la corruzione conducendo negli Stati membri analisi reciproche dei Paesi.
     
  • La Svizzera ha firmato la Convenzione dell’ONU contro la corruzione il 10 dicembre 2003 a Merida (Messico) e il 24 settembre 2009 l'ha ratificata.

Ciò che le imprese svizzere operanti all’estero possono attivamente intraprendere per combattere la corruzione è illustrato nell’opuscolo "Prevenire la corruzione – Consigli alle imprese svizzere operanti all’estero" della Segreteria di Stato dell’economia (SECO, seconda edizione riveduta 2008).