Aiuto in contanti alle famiglie che ospitano rifugiati siriani in Libano

Progetto concluso
Una famiglia siriana nel suo alloggio temporaneo, ospite di una famiglia libanese nel villaggio di Kfartoun nel distretto di Akkar al confine libanese con la Siria.
Una famiglia siriana nel suo alloggio temporaneo, ospite di una famiglia libanese nel villaggio di Kfartoun nel distretto di Akkar al confine libanese con la Siria. © DSC ©

Dall’inizio della crisi in Siria nel marzo 2011 centinaia di migliaia di persone, per lo più donne e bambini, sono fuggite nei Paesi vicini. Molti rifugiati hanno trovato alloggio presso famiglie in Libano, anch’esse povere. L’azione diretta «Cash Hosting» sostiene le famiglie e i comuni che ospitano queste persone con aiuti finanziari mirati.

Paese/Regione Tema Periodo Budget
Libano
Migrazione
Trasferimenti forzati (rifugiati, sfollati interni, tratta di esseri umani)
Migrazione in generale (aspetti relativi allo sviluppo e partenariati)
01.06.2012 - 31.12.2013
CHF 1'300'000

Nel frattempo centinaia di migliaia di rifugiati sono fuggiti nei Paesi confinanti con la Siria. Molti di essi hanno trovato riparo nell’Akkar, una regione sottosviluppata del Libano al confine nordorientale con la Siria. Oltre il 90 per cento dei rifugiati, per lo più donne e bambini, è ospitato da famiglie libanesi, mentre il restante 10 per cento fa capo ad alloggi collettivi. Le famiglie dei rifugiati non sono in grado di pagare le famiglie ospitanti, che devono così far fronte a spese enormi.

Anche i comuni coinvolti dall’afflusso di rifugiati sono chiamati in causa: l’aumento della popolazione proveniente dalla vicina Siria grava ulteriormente sull’infrastruttura (strade e canalizzazioni) e rappresenta una sfida per la sicurezza e la convivenza sociale.

3500 rifugiati accolti da 500 famiglie libanesi

L’azione diretta DSC «Cash for Hosting» sostiene, attraverso un contributofinanziario in contanti,500 famiglie libanesi che hanno accolto rifugiati siriani. 3500 di essivivranno per almeno sei mesi presso famiglie libanesi ricevendo lo strettonecessario per vivere.

«Cash for Hosting» versa alle famiglie libanesi di nove comuni che ospitano rifugiati un contributo per alloggiarli, aiutandole così a coprire i costi supplementari (p.es. maggior consumo di acqua) nella misura dell’80 per cento circa. Le famiglie, che ricevono inoltre un aiuto finanziariodestinato alle proprie esigenze, ad esempio per effettuare riparazioni urgenti in casa, hanno ricevuto i primi versamenti in contanti a metà settembre riuscendocosì a fare fronte alle spese necessarieper dare ospitalità alle famiglie dei rifugiati.Nei mesi invernali sono necessarie in particolare abitazioni a prova di intemperie.

Anche tre comuni che accolgono un numero particolarmente elevato di rifugiati siriani beneficianodi un sostegnofinanziario in segno di riconoscenza per lostraordinario sforzo profuso.

Il budget di 1,3 milioni di franchi è stato calcolato in base ai valori empirici stimati dalla DSC in situazioni analoghe. La realizzazione del progetto è inoltre sostenuta da organizzazioni non governative e autorità locali sul posto.