Strategia

La Svizzera sostiene lo sviluppo democratico del nuovo Stato federale in Nepal. Attraverso la DSC, promuove uno sviluppo socioeconomico equo e l’esercizio da parte delle donne e degli uomini dei loro diritti e responsabilità nell’ambito delle nuove strutture federali.

Il Nepal sta attraversando profonde trasformazioni demografiche, economiche e politiche. Nel Paese è in atto un’urbanizzazione accelerata: si prevede che la popolazione delle città raddoppierà entro il 2050. Nel 2015, una serie di terremoti ha scosso il Nepal rallentandone l’economia. La migrazione per motivi di lavoro, principalmente verso i Paesi del Golfo, è un fattore rilevante che permette di ridurre la povertà. Tuttavia essa continua a dipendere dalle fluttuazioni dell’economia regionale. Nell’arco di 15 anni, il tasso di povertà nazionale è sceso dal 53 al 23 % grazie alle rimesse di denaro inviate dai cittadini nepalesi che lavorano nei Paesi del Golfo.

Nel 2015, il Nepal ha adottato una nuova Costituzione federale, che ha comportato la creazione di 753 nuove amministrazioni locali e di sette nuove province. In occasione delle elezioni del 2017 sono stati nominati migliaia di nuovi eletti, rappresentati da donne e uomini nepalesi di vari ceti sociali e condizioni economiche. Tuttavia, la creazione di una cultura politica orientata alle esigenze della popolazione rimane una sfida, così come il funzionamento del nuovo sistema federale.

Contributi della Svizzera per lo sviluppo e la cooperazione

Informazioni più dettagliate possono essere trovate sulla pagina inglese.