Spazio

Razzo Ariane 5
La Svizzera è uno dei membri fondatori dell'Agenzia spaziale europea. © ESA

La Svizzera è membro fondatore dell’Agenzia spaziale europea (ESA), attraverso la quale gestisce la maggior parte delle proprie attività nello spazio. Per tutelare i propri interessi, si impegna anche negli organismi di governance globale delle attività spaziali, in particolare nel quadro dell’Organizzazione delle Nazioni Unite.

Le attività spaziali contribuiscono ad acquisire conoscenze sulla Terra e l’universo e forniscono le basi per comprendere meglio il fenomeno dei cambiamenti climatici e gestire più efficacemente le risorse naturali. Le attività spaziali hanno molteplici applicazioni nella vita di tutti i giorni, per esempio nel settore della geolocalizzazione, dei trasporti, della meteorologia, dei soccorsi in caso di catastrofi, della sanità e delle transazioni finanziarie. Le tecnologie spaziali hanno inoltre acquisito un’importanza strategica per la sicurezza nazionale e la difesa.

Agenzia spaziale europea ESA

La Svizzera conduce la maggior parte delle attività spaziali attraverso l’Agenzia spaziale europea (ESA), di cui è membro dalla sua creazione nel 1975. Gli istituti di ricerca e l’industria svizzeri possono così partecipare pienamente ai programmi spaziali dell’ESA. Le priorità della Svizzera riguardano gli ambiti della scienza spaziale, delle applicazioni, delle tecnologie e dei vettori. La Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione (SEFRI) del DEFR dirige la rappresentanza svizzera all’ESA ed è sostenuta dal DFAE per le questioni riguardanti le relazioni internazionali.

Dal 2012 al 2016 la Svizzera ha presieduto insieme al Lussemburgo le riunioni dell’ESA a livello ministeriale. Il periodo di presidenza si è concluso con l’organizzazione del Consiglio dei ministri del dicembre 2016 a Lucerna, in occasione del quale i 22 Stati membri dell’ESA hanno adottato decisioni strategiche concernenti l’Agenzia e lo sviluppo dei suoi programmi.

Governance globale delle attività spaziali

La Svizzera partecipa ai programmi internazionali che mirano a garantire la sicurezza spaziale e l’uso dello spazio a lungo termine. Il DFAE tutela gli interessi della Svizzera in questo ambito presso l’ONU e altri forum internazionali.

Il Comitato ONU per l’uso pacifico dello spazio extra-atmosferico (COPUOS) promuove la cooperazione internazionale nel settore spaziale, anche a sostegno dello sviluppo sostenibile. Opera inoltre per rafforzare la governance delle attività spaziali allo scopo di rendere possibile l’utilizzo dello spazio nel lungo periodo. Al riguardo, esamina gli aspetti giuridici legati alle attività spaziali ed elabora linee guida e norme internazionali.

Lo spazio non è al riparo da conflitti armati che comprometterebbero le applicazioni spaziali militari e civili. Per evitare simili sviluppi, nel quadro dell’Assemblea generale dell’ONU e della Conferenza sul disarmo sono in corso varie iniziative che si prefiggono di prevenire la corsa agli armamenti nello spazio e di rafforzare le misure di fiducia e di trasparenza. Il DFAE partecipa a questi lavori e alle discussioni avviate dall’Unione europea su un codice di condotta internazionale per le attività spaziali e su principi di condotta responsabile nello spazio.