Validi il:
Diffusi il: 26.02.2019

La descrizione della situazione è stata aggiornata (Valutazione sommaria, Pericoli locali specifici). Le raccomandazioni rimangono invariate.


Consigli di viaggio - Camerun

Valutazione sommaria

I viaggi a destinazione di diverse regioni del paese sono sconsigliati. Prestare anche attenzione al capitolo pericoli locali specifici.

La situazione della sicurezza resta critica in tutta la regione del Sahel, compresa la subregione del lago Ciad. Le forze armate della Forza multinazionale congiunta (FMM) conducono operazioni militari nella regione dell'Estremo-Nord. Nella zona di frontiera con la Nigeria sono sempre attivi i combattenti del gruppo terroristico Boko Haram.

In tutto il paese sussiste il rischio di attentati da parte di gruppi terroristici. Nelle regioni Nord ed Extrême-Nord ripetuti attentati hanno provocato morti e feriti. Da settembre 2017, diverse piccole esplosioni a Douala e Bamenda hanno causato danni materiali. Prestare anche attenzione alla rubrica
Terrorismo e sequestri

La situazione di sicurezza tesa nella Repubblica Centrafricana si ripercuote anche sulle regioni dell'est del Camerun. Numerosi rifugiati sono entrati nel territorio del Camerun.

Le condizioni di vita in generale molto dure della popolazione possono generare manifestazioni. Avvengono tumulti e scontri violenti. Ad esempio, a fine gennaio 2019, sono state ferite diverse persone in seguito a colpi d’arma da fuoco durante delle manifestazioni politiche a Douala.

In tali situazioni possono esservi perturbamenti del traffico e ritardi. In caso di barricate e scioperi ai viaggiatori non resta altro che informarsi sul luogo in merito a possibilità di spostamento alternative e, a seconda dei casi, attendere la normalizzazione della situazione. In caso di blocchi, l'Ambasciata svizzera a Yaoundé ha possibilità limitate se non addirittura nulle per agevolare l’uscita dalle regioni colpite. Non forzare i blocchi stradali, poiché le reazioni possono essere violente.

Si raccomanda di considerare tali fattori al momento della pianificazione del viaggio e prevedere abbastanza tempo e mezzi finanziari. Informarsi prima e durante il viaggio tramite i media e la propria agenzia di viaggio in merito allo stato attuale della sicurezza nel luogo di destinazione e all'attuabilità del viaggio programmato. Seguire le istruzioni delle autorità camerunesi ed evitare le regioni nelle quali vi sono tensioni e, in modo generale, le manifestazioni e gli assembramenti di qualsiasi tipo.

Pericoli locali specifici

Per quanto riguarda la descrizione delle zone a rischio, le indicazioni fornite sono approssimative; i pericoli non possono essere circoscritti esattamente a una precisa regione.

Penisola Bakassi: nel 2008 la penisola Bakassi è passata dalla Nigeria al Camerun dopo anni di controversie riguardo ai confini. L'ordine pubblico non è ancora assicurato, ad esempio il tasso di criminalità è molto elevato. Si sconsiglia di recarsi sulla penisola Bakassi.

Nord del Paese, confine con il Ciad e la Nigeria: Il rischio di aggressioni e di sequestri da parte di gruppi terroristici e da banditi è molto elevato in questa regione. Il rischio è valido sia per i viaggiatori che per i dipendenti di organizzazioni umanitarie e di società straniere. Per esempio in gennaio 2019, è stato impedito un tentativo di sequestro di preti occidentali, durante il quale hanno perso la vita tre persone civili. In maggio 2014, dieci cittadini cinesi sono stati sequestrati. A inizio aprile 2014, non lontano dalla città di Maroua sono stati rapiti una cittadina canadese e due cittadini italiani.
Si sconsigliano i viaggi a destinazione delle regioni di Adamaoua, Nord e Extrême-Nord come pure i soggiorni di qualsiasi tipo.
Mantenere ampia distanza dalle zone di confine con il Ciad e la Nigeria.

Est del Paese, zone di frontiera con la Repubblica Centrafricana: La situazione di sicurezza precaria nella Repubblica Centrafricana incide anche sulla sicurezza nella zona di frontiera con il Camerun. Numerosi centrafricani si sono rifugiati nelle regioni dell'est del Camerun. Gruppi armati e violenti fanno spesso incursioni in territorio camerunese. È particolarmente alto il rischio di aggressioni da parte di banditi violenti e il rischio di sequestri a scopo di estorsione. Si sconsigliano i viaggi nelle zone di frontiera tra il Camerun e la Repubblica Centrafricana.

Regioni Nord-Ouest e Sud-Ouest: In queste due regioni anglofone esistono tensioni tra gruppi separatisti ed il governo centrale. Il rischio di attentati e di sequestri da parte di gruppi armati è alto. Avvengono ripetutamente disordini di natura politica, soprattutto a Bamenda. Vi sono stati scontri violenti tra le forze di sicurezza e i dimostranti nonché aggressioni armate contro le forze di sicurezza, che hanno causato ripetutamente morti e feriti. In scontri violenti tra le forze di sicurezza e bande armate ci sono stati morti e feriti. Sparatorie tra le forze dell’ordine e bande armate possono coinvolgere anche persone non implicate. Di tanto in tanto ci sono blocchi stradali e checkpoint sulle strade d’accesso che conducono alle grandi città. Ai checkpoint controllati dalle forze di sicurezza è possibile che avvengano scontri armati.
Esempi di incidenti di sicurezza:

  • in gennaio 2019, 36 persone sono state rapite durante un assalto ad un pullman a Kumba;
  • fine novembre 2018, 10 persone sono state rapite da una scuola a Kumba;
  • all'inizio di novembre 2018, più di 80 persone sono state rapite da una scuola a Bamenda;
  • fine ottobre 2018, un missionario americano è stato ucciso a colpi d'arma da fuoco vicino a Bamenda; i retroscena non sono ancora chiari;
  • il 2 aprile 2018, un gruppo di turisti è stato trattenuto per diverse ore da un gruppo armato. Durante l’intervento delle forze di sicurezza, ha avuto luogo un conflitto a fuoco in presenza dei turisti;
  • ad inizio marzo 2018, i dipendenti di una ditta tunisina (due cittadini tunisini e due cittadini camerunensi) sono stati sequestrati nella regione Sud-Ovest;

Si sconsigliano i viaggi a destinazione delle regioni Nord-Ouest e Sud-Ouest.

Criminalità

La criminalità violenta raggiunge dimensioni considerevoli soprattutto nelle due grandi città di Douala e Yaoundé: borseggi, effrazioni, violenze carnali e carjacking (furto d'auto assortito di minacce o con l'uso della violenza) in particolar modo di veicoli fuoristrada. Aggressioni a scopo di rapina sono segnalate anche nei ristoranti e alberghi. Nell'autunno 2012, sono stati aggrediti turisti nella zona del monte Manengouba e dei suoi laghi (Lacs Jumeaux, Regione del Litorale); in alcuni casi i malviventi hanno agito di notte insinuandosi nelle camere degli alberghi. Banditi di strada sono attivi in tutto il Paese, anche nelle periferie delle città più grandi. Si raccomanda di osservare le seguenti misure precauzionali:

  • non portare oggetti di valore (orologi, gioielli ecc.) e tenere con sé solo poco denaro;
  • depositare gli oggetti di valore e una fotocopia del passaporto nella cassetta di sicurezza dell'albergo;
  • tenere chiuso il finestrino dell'auto e mettere la sicura alle portiere;
  • la notte evitare le passeggiate a piedi e i viaggi in taxi, anche per brevi percorsi. In caso di bisogno, salire solo su taxi di alberghi. Informare del viaggio parenti o conoscenti.
  • non opporre resistenza alle aggressioni, poiché vi è una forte predisposizione alla violenza. L’uso della forza viene rivolto indiscriminatamente a uomini e donne.
  • agli uomini d'affari si raccomanda grande prudenza nell'intraprendere nuove relazioni commerciali e di farsi rappresentare solo da società o agenzie affidabili ed esperte;
  • intraprendere viaggi esclusivamente di giorno;
  • portare con sé un telefono cellulare munito di una scheda SIM locale e memorizzare i numeri de telefono da utilizzare in caso di emergenza.
  • Si raccomanda attenzione nei contatti via Internet. Può succedere che alcuni criminali, con il pretesto di instaurare un'amicizia o una relazione d'affari, attirino persone nel Paese per poi minacciarle o addirittura rapirle a scopo di estorsione.
  • essere consapevoli che la corruzione è una pratica estesa in Camerun e può coinvolgere anche la polizia. Si raccomanda di tutelare i propri interessi in modo ponderato e cortese.

Nel Golfo di Guinea e nelle acque del Camerun si sono ripetutamente verificati attacchi di pirateria. Prestare attenzione alle informazioni specifiche:
Pirateria marittima

Trasporti e infrastrutture

Può capitare che i valichi di frontiera vengano temporaneamente chiusi senza preavviso, per esempio per evitare la diffusione di malattie. Si raccomanda di informarsi presso le autorità locali o direttamente ai posti di frontiera.
Il comportamento imprevedibile di molti utenti della strada rappresenta un ulteriore rischio di incidente. Lo stato delle strade è inoltre scadente. Durante la stagione delle piogge (da giugno a settembre) molte strade non asfaltate sono impraticabili. Il comportamento imprevedibile di molti utenti della strada è un'ulteriore fonte d'incidenti. Si sconsiglia pertanto di viaggiare la notte.

Esiste un collegamento via treno da Douala a Yaoundé come pure Ngaoundere la cui manutenzione non è curata. Gli incidenti sono abbastanza frequenti.

Disposizioni giuridiche specifiche

È vietato offendere il presidente e la sua famiglia e fotografare le installazioni militari e gli edifici pubblici (aeroporti, ministeri, ponti ecc.). I rapporti sessuali tra persone dello stesso sesso sono puniti con la detenzione, alla quale si aggiungono pene pecuniarie. Le infrazioni alla legge sugli stupefacenti sono punite con diversi anni di detenzione. I procedimenti penali possono durare anni. Le condizioni di detenzione sono precarie.

Particolarità culturali

La popolazione camerunese è composta di oltre 200 etnie differenti. Molte regioni sono a maggioranza islamica. Si raccomanda di adeguare l'abbigliamento e il comportamento ai diversi usi locali e di fotografare le persone solo dopo aver ottenuto il loro consenso. Informarsi nelle guide turistiche, presso la propria agenzia di viaggi o sul posto in merito alle regole comportamentali.

Pericoli naturali

Il Mount Cameroon è un vulcano attivo. Nelle sue vicinanze terremoti di piccola entità sono possibili in qualsiasi momento. Dei gas tossici possono fuoriuscire dai laghi vulcanici Nyos e Monoun. Se durante il soggiorno si verifica una catastrofe naturale, si raccomanda di mettersi immediatamente in contatto con i propri famigliari e di seguire le direttive delle autorità. Qualora il collegamento con l'estero fosse interrotto, si raccomanda di mettersi in contatto con l'Ambasciata di Svizzera a Yaoundé.

Assistenza medica

Fuori dalle grandi città l'assistenza medica non è garantita. Gli ospedali richiedono un pagamento anticipato in contanti (in valuta locale) prima di trattare i pazienti. Il materiale necessario per le cure mediche e per i medicamenti, devono di norma essere comprati dai pazienti stessi (rispettivamente dai parenti).

Se si necessita di particolari farmaci, occorre prevederne una scorta sufficiente. Va ricordato tuttavia che in molti Paesi vigono prescrizioni particolari per portare con sé medicinali contenenti sostanze stupefacenti (ad esempio il metadone) e sostanze per la cura di malattie psichiche. Si consiglia di informarsi eventualmente prima del viaggio direttamente presso la rappresentanza estera competente (ambasciata o consolato) e di consultare la rubrica Link per il viaggio, dove figurano ulteriori informazioni su questo argomento e in generale sul tema viaggi e salute. Medici e centri di vaccinazione informano in merito al diffondersi di malattie e alle possibili misure di protezione.

Consigli specifici

Portare sempre su sé il passaporto e il certificato di vaccinazione per provare la propria identità durante i frequenti controlli da parte della polizia.

Indirizzi utili

Prescrizioni doganali:Douanes camerounaises

Rappresentanze svizzere all'estero: in caso di emergenza all'estero, è possibile rivolgersi alla rappresentanza svizzera più vicina o alla Helpline DFAE.
Ambasciata di Svizzera a Yaoundé
Helpline DFAE

Rappresentanze estere in Svizzera: per ottenere informazioni in merito all'entrata nel Paese (documenti autorizzati, visti, ecc.) occorre rivolgersi all'ambasciata o al consolato competente. Quest'ultimi danno inoltre ragguagli sulle prescrizioni doganali per l'importazione o l'esportazione di animali o di merci: apparecchi elettronici, souvenir, medicamenti, ecc.
Rappresentanze estere in Svizzera

Clausola di esclusione della responsabilità
I Consigli di viaggio del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) poggiano su fonti d'informazione proprie, reputate degne di fede. I Consigli di viaggio sono utili indicazioni ausiliarie per programmare un viaggio in modo accurato. Il DFAE non si assume tuttavia la responsabilità né della pianificazione né dello svolgimento del viaggio.
Le situazioni di pericolo sono spesso imprevedibili e confuse e possono mutare rapidamente. Il DFAE non garantisce la completezza dei consigli di viaggio e la correttezza delle informazioni riportate nelle pagine esterne collegate al sito. Declina ogni responsabilità per eventuali danni legati a un viaggio. Le pretese derivanti dall’annullamento di un viaggio vanno avanzate direttamente all’agenzia di viaggio o alla compagnia presso la quale si è stipulata l’assicurazione di viaggio.