Relazioni bilaterali Svizzera-Georgia

Le relazioni tra la Svizzera e la Georgia sono eccellenti e caratterizzate da intensi scambi. La Svizzera sostiene la Georgia in particolare nel settore della cooperazione allo sviluppo e cerca di contribuire alla risoluzione dei conflitti regionali nel Caucaso meridionale.

Priorità delle relazioni diplomatiche

La Svizzera ha avviato le proprie attività in Georgia nel 1991, inizialmente nel campo della cooperazione allo sviluppo. Dal marzo del 2009 rappresenta gli interessi diplomatici della Georgia a Mosca e quelli della Russia a Tbilisi.

Banca dati dei trattati internazionali

Cooperazione economica

La Svizzera importa essenzialmente prodotti del settore primario ed esporta prodotti farmaceutici, macchinari e orologi. Nel 2016 l’Associazione europea di libero scambio (European Free Trade Association, AELS) e la Georgia hanno concluso un accordo di libero scambio, che tra la Georgia e la Svizzera è entrato in vigore il 1° maggio 2018.

Sostegno commerciale, Switzerland Global Enterprise

Cooperazione nei settori della formazione, della ricerca e dell’innovazione

Le università svizzere e georgiane hanno firmato accordi di cooperazione. Dal 2013 la Svizzera sostiene anche la formazione professionale nel settore agricolo e nell’amministrazione pubblica.

I ricercatori e gli artisti georgiani possono candidarsi per una borsa di studio d’eccellenza della Confederazione Svizzera presso la Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione (SEFRI).

Borse d’eccellenza della Confederazione Svizzera per ricercatori e artisti stranieri, SEFRI

Promozione della pace e sicurezza umana

In seguito al conflitto dell’agosto del 2008, la Georgia e la Russia hanno interrotto le loro relazioni diplomatiche.  Il 5 marzo 2009 la Svizzera ha assunto la rappresentanza degli interessi della Georgia a Mosca e della Federazione russa a Tbilisi.

Grazie alla mediazione della Svizzera, il 9 novembre 2011 la Russia e la Georgia hanno sottoscritto un accordo che regola il sistema doganale e che ha spianato la strada all’adesione della Russia all’OMC.

La Svizzera cerca di favorire soluzioni pacifiche ai conflitti regionali sostenendo varie piattaforme di dialogo.

Dal 2014 all’agosto del 2018 ha messo a disposizione il rappresentante speciale dell’OSCE per il Caucaso meridionale.

Cooperazione allo sviluppo

Nell’ambito della strategia di cooperazione 2017-2020, la DSC mira a migliorare e a diversificare il reddito delle popolazioni che vivono nelle regioni rurali. Si adopera in particolare per promuovere le piccole e medie imprese nel settore agricolo, l’accesso ai crediti e la realizzazione di un sistema di formazione professionale nel campo dell’agricoltura. 

La DSC promuove anche una cooperazione più ampia a livello regionale. In particolare, incentiva lo scambio tra artisti per promuovere un dibattito sullo sviluppo del Caucaso meridionale. È inoltre attiva nell’ambito della governance locale, dei servizi pubblici e della gestione dei rischi di catastrofi naturali, concentrandosi soprattutto sullo sviluppo sostenibile delle aree montane.

Cooperazione allo sviluppo e aiuto umanitario

Strategia di cooperazione per il Caucaso meridionale 2017-2020 (PDF, Numero pagine 44, 1.6 MB, Inglese)

Scambi culturali

Sebbene non esista un accordo bilaterale in quest’ambito, gli scambi culturali sono vivaci. Numerosi contatti e iniziative su base privata hanno luogo, in particolar modo, nei settori della letteratura, della musica, della cinematografia e delle arti figurative. La Svizzera sostiene attivamente la cultura georgiana nel quadro dell’aiuto allo sviluppo. L’Ambasciata di Svizzera in Georgia promuove inoltre la cultura svizzera, in particolare nel contesto della Settimana della Francofonia, della Settimana della lingua italiana e del mese della lingua tedesca.

Le svizzere e gli svizzeri in Georgia

Secondo la statistica degli Svizzeri all’estero, alla fine del 2017 in Georgia vivevano 54 cittadini svizzeri.

Storia delle relazioni bilaterali

Nel XIX secolo numerosi Svizzeri vivono in Georgia: sono attivi nel settore delle materie prime (petrolio, manganese) o nell’economia lattiera. Tra il 1883 e il 1922 la Svizzera ha un consolato a Tbilisi.

La Svizzera riconosce la Georgia come Stato indipendente il 23 dicembre 1991. Presta aiuto umanitario in occasione dei conflitti che scuotono l’Abcasia e l’Ossezia del Sud all’inizio degli anni 1990 e, a Tbilisi, apre un ufficio di cooperazione nel 1996 e un’ambasciata nel giugno del 2001.

 Dal 2008 le relazioni bilaterali si sono notevolmente intensificate in seguito all’assunzione del mandato di rappresentanza degli interessi russi e georgiani da parte della Svizzera e ai suoi sforzi di mediazione tra i due Paesi.

Georgia, Dizionario storico della Svizzera