Kosovo: Sovvenzioni su piccola scala

La strategia di cooperazione svizzera si concentra su programmi di ampia portata e sul lungo periodo, attuati in collaborazione con partner professionali. Per sostenere le iniziative destinate alla popolazione rurale, l’Ambasciata di Svizzera e l’Ufficio di cooperazione possono inoltre cofinanziare progetti di organizzazioni locali in modo rapido e senza grandi oneri burocratici attraverso sovvenzioni su piccola scala. 

Con queste sovvenzioni si mira a promuovere l’inclusione sociale e a migliorare i mezzi di sussistenza, in particolare della popolazione più svantaggiata e vulnerabile della società kosovara. Le sovvenzioni già elargite sono servite per finanziare progetti culturali, attività sportive e ambientali, iniziative a favore del diritti umani e anche progetti per uno sviluppo su piccola scala. 

Criteri per l'attribuzione

Per poter usufruire di una sovvenzione, un progetto deve:

  • portare beneficio almeno a un gruppo di persone vulnerabili (compresi, ma non esclusivamente, le minoranze, le donne, i bambini, le vittime di guerra, le persone LGBTQI o affette da disabilità) e sostenere la loro (re)integrazione, rafforzarne la posizione o garantirne i diritti umani;

  • essere attuato principalmente in Kosovo (le iniziative regionali vengono considerate solo se almeno la metà delle attività previste si svolgono in Kosovo);

  • essere proposto da un’organizzazione che dispone di strutture adeguate e che è registrata in Kosovo;

  • presentare un preventivo in cui i costi amministrativi non superino il 15 per cento dei costi totali e l’organizzazione che attua il progetto si fa carico di una parte dei costi totali (in contanti o in natura); e

  • rispettare la legislazione e seguire una prassi finanziaria e gestionale impeccabile;

  • i progetti di portata nazionale e quelli destinati ad aree in cui vivono minoranze dovrebbero essere attuati nelle due lingue nazionali, ovvero in albanese e serbo.  

Criteri di esclusione

Le sovvenzioni su piccola scala non possono essere impiegate per finanziare:

  • singole persone o singoli beneficiari;

  • le spese correnti di un’istituzione pubblica, un organo governativo od organizzazioni analoghe;

  • organizzazioni affiliate a partiti politici, istituzioni religiose o militari;

  • attività discriminatorie o antidemocratiche;

  • attività puramente commerciali;

  • progetti che consistono esclusivamente nell’acquisto di materiale;

  • spese d’infrastruttura o di costruzione;

  • progetti al di fuori del Kosovo;

  • borse di studio, viaggi di studio all’estero o tasse universitarie;

  • missioni di esperti stranieri;

  • attività di pianificazione e perizie;

  • contributi per progetti o programmi su vasta scala;

  • eventi di beneficenza; o

  • richieste che superano EUR 20’000. 

Rapporto

I beneficiari di una sovvenzione devono presentare un rendiconto operativo e un rendiconto finanziario entro 60 giorni dal termine delle attività del progetto. Il rendiconto operativo deve valutare le attività, quanto realizzato e i risultati raggiunti alla luce di quanto era stato pianificato e indicato nel modulo di richiesta. Il rendiconto finanziario deve elencare tutti i documenti originali presentati (fatture, ricevute, contratti ecc.) nelle rispettive voci del preventivo che era stato trasmesso come parte del modulo di richiesta. 

Richieste

I richiedenti devono inviare copie in formato elettronico del modulo di richiesta, debitamente compilato, e allegare il modulo di preventivo (si veda il modello qui di seguito) insieme alla descrizione del progetto proposto (max. 5 pagine) al seguente indirizzo: pia.smallactions@eda.admin.ch

Salvare i modelli sul proprio computer prima di cominciare a compilare i documenti.

Small Actions Application Form Template (PDF, Numero pagine 4, 51.2 kB)

Small Actions Application Budget Template (XLSX, 11.0 kB)