Validi il:
Diffusi il: 16.03.2021

I seguenti capitoli sono stati aggiornati: Attualità (Votazione ed elezioni 2021), Valutazione generale e Criminalità (Sequestri). Tuttora valide: si sconsigliano i viaggi turistici e tutti gli altri viaggi non urgenti a destinazione di Haiti.


Consigli di viaggio - Haiti

I consigli di viaggio poggiano su un'analisi della situazione attuale effettuata dal DFAE. Sono permanentemente controllati e se necessario aggiornati.

Si prega inoltre di leggere anche le raccomandazioni generali per tutti i viaggi come pure la rubrica focus, parte integrante dei presenti Consigli di viaggio.

Coronavirus (COVID-19)

In tutte le regioni del mondo c’è un rischio di infezione da coronavirus.

Il Consiglio federale raccomanda di rinunciare a viaggi in Stati e regioni dove è diffusa una variante preoccupante. Questi territori sono riportati al punto 2 dell’elenco dei Paesi a rischio stilato dall’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP).
UFSP: elenco dei Paesi a rischio

I viaggi all’estero richiedono una preparazione accurata e molta flessibilità. Occorre in particolare considerare quanto segue:

1. Svizzera – raccomandazioni e informazioni dell’UFSP: l’UFSP adotta provvedimenti sanitari di confine per chi entra in Svizzera, come l’obbligo di quarantena.

2. All’estero – disposizioni sull’ingresso nei singoli Paesi: in molti Paesi continuano a esistere restrizioni d’ingresso.

3. All’estero – misure all’interno di un Paese: in molti Paesi sono ancora in vigore diverse misure di contenimento del contagio.

4. Assistenza medica all’estero: il coronavirus sta mettendo in crisi il sistema sanitario a livello mondiale.

5. All’estero – assistenza da parte del DFAE: il DFAE offre assistenza e protezione consolare nel limite delle sue possibilità.

6. Collegamenti internazionali: i collegamenti aerei e altri trasporti sono ancora parzialmente limitati.

Prestare attenzione al focus coronavirus (COVID-19).

Attualità

Votazione ed elezioni 2021

Una votazione su un referendum costituzionale è prevista per il secondo trimestre del 2021. Anche le elezioni presidenziali, parlamentari e comunali sono state annunciate per il 2021.

In relazione al referendum e alle elezioni, i disordini, gli scioperi, i blocchi stradali e gli scontri violenti tra manifestanti e forze di sicurezza sono aumentati in tutto il paese.

Se è assolutamente necessario recarsi ad Haiti, osservare le indicazioni sottostanti e usare la massima prudenza. Si raccomanda di informarsi tramite i media sugli sviluppi della situazione prima del viaggio e durante il soggiorno. Evitare gli assembramenti e le manifestazioni di qualsiasi tipo. Attenersi alle direttive delle autorità locali.

Prestare anche attenzione alle informazioni e alle raccomandazioni che seguono.

Nuovo coronavirus (COVID-19)

Prestare attenzione alle informazioni e raccomandazioni nel focus «nuovo coronavirus (COVID-19)» e dell’Ufficio federale della sanità pubblica UFSP.
Focus nuovo coronavirus (COVID-19)
UFSP: Coronavirus

Lo scontento della popolazione nei confronti delle misure ordinate dal Governo sfocia in disordini. L’incremento della disoccupazione e della povertà ha come conseguenza un aumento della criminalità.

Per limitare la diffusione del nuovo coronavirus (COVID-19), numerosi paesi impongono restrizioni d'entrata e d'uscita nonché limitazioni di viaggio all'interno del paese. Le norme cambiano continuamente.

Per conoscere le direttive attualmente in vigore a Haiti, si prega di prestare attenzione alle informazioni fornite dalle autorità haitiane competenti e di contattare l'Ambasciata di Haiti a Parigi per qualsiasi domanda.
Ambasciata di Haiti

Ministère de la Santé Publique et de la Population

Informazioni sui collegamenti di trasporto possono essere ottenute presso le aziende responsabili e le agenzie di viaggio.

Prestare anche attenzione alle informazioni e alle raccomandazioni che seguono.

Valutazione sommaria

Si sconsigliano i viaggi turistici e tutti gli altri viaggi non urgenti a destinazione di Haiti, compresi i viaggi umanitari a titolo individuale senza un intermediario locale.

Le tensioni sociali e politiche sono molto elevate. L'approvvigionamento di carburante non è sempre garantito ovunque.

In tutto il paese, manifestazioni e persino atti di lieve entità possono inaspettatamente degenerare in atti di violenza; sono possibili disordini violenti, scioperi, blocchi stradali e duri scontri tra manifestanti e forze di sicurezza. Avvengono atti di vandalismo e saccheggi, anche negli alberghi e nelle case private. Esiste il pericolo che le forze di sicurezza intervengano con la forza.

Inoltre ci sono frequenti scontri armati tra bande criminali e tra bande e forze di sicurezza. Si registrano regolarmente morti e feriti. Il rischio di sequestri da parte di bande criminali è elevato (vedi capitolo Criminalità).

In caso di disordini, blocchi stradali e scioperi, ai viaggiatori non resta che informarsi sul posto riguardo alle possibilità di viaggio alternative e, se la situazione lo richiede, attendere il placarsi delle tensioni. In caso di blocchi, i mezzi di assistenza per l’Ambasciata di Svizzera a Port-au-Prince per l'uscita dalle regioni colpite sono solo limitati, se non addirittura nulli.

In genere nelle settimane che le precedono e durante elezioni, nonché all'annuncio dei risultati, bisogna aspettarsi manifestazioni e altre forme di disordini che potrebbero limitare la libera circolazione in tutto il Paese. Sono da prevedere in questa situazione anche scontri violenti tra i manifestanti e le forze di sicurezza.

L’apparato statale è inadeguato. La situazione della sicurezza è precaria e imprevedibile; si registra un numero elevato di crimini violenti. Non è sempre possibile contare sull’assistenza della polizia.

Se è assolutamente necessario recarsi ad Haiti, osservare le indicazioni sottostanti e usare la massima prudenza. Si raccomanda di informarsi tramite i media sugli sviluppi della situazione prima del viaggio e durante il soggiorno. Evitare gli assembramenti e le manifestazioni di qualsiasi tipo. Attenersi alle direttive delle autorità locali.

Criminalità

Il tasso di criminalità è molto elevato. Aggressioni armate (anche mortali), furti di automobili e di altri beni avvengono in tutto il Paese e in ogni momento del giorno. Ad esempio, alla fine di novembre 2019, una coppia francese è stata uccisa nella loro casa al loro arrivo a Port-au-Prince.
Le rapine sono spesso commesse da persone in divisa da poliziotto. Il numero degli omicidi registrati nei quartieri popolari e nelle bidonville di Port-au-Prince è in aumento.

Si segnalano frequentemente casi di rapimenti con richieste di riscatto, accompagnati spesso da atti di violenza, anche nei confronti degli stranieri. Esempi di sequestri:

  • nel febbraio 2021, due cittadini della Repubblica Dominicana e una persona locale sono stati rapiti vicino a Port-au-Prince.
  • alle fine di dicembre 2020, due cittadini americani sono stati rapiti a Port-au-Prince.
  • dei criminali hanno rapito una collaboratrice francese di un’organizzazione umanitaria a Port-au-Prince alla fine di febbraio 2020.

Si osserva una recrudescenza delle aggressioni ai danni di cittadini stranieri (anche di origine haitiana) nei pressi dell'aeroporto internazionale di Port-au-Prince.

Si raccomanda pertanto di attenersi alle seguenti misure precauzionali:

  • lasciarsi organizzare il soggiorno da una persona di fiducia in loco e attenersi scrupolosamente ai suoi consigli e alle sue indicazioni;
  • non portare oggetti di valore (gioielli, orologi, macchine fotografiche, ecc.);
  • se possibile gli spostamenti vanno intrapresi in gruppo e durante il giorno. Anche nelle città non è consigliabile passeggiare da soli;
  • astenersi dal visitare le numerose bidonville. In particolare, evitare di recarsi nei seguenti quartieri di Port-au-Prince, che sono in gran parte controllati da bande criminali: Cité Soleil, Martissant, Carrefour, Bel Air, Village de Dieu (Bicentennaire), Cité Militaire e Jean-Marie Vincent.
  • tenere chiuso il finestrino dell'auto e mettere la sicura alle portiere;
  • in caso di attacco, non opporre nessun tipo di resistenza, giacché vi è una forte predisposizione alla violenza.

Nelle acque al largo di Haiti, in particolare nella zona portuale di Port-au-Prince, si verificano occasionalmente episodi di pirateria. Prestare attenzione alle informazioni specifiche al riguardo:
Pirateria marittima

Trasporti e infrastrutture

Oltre ai danni causati dal terremoto del 12 gennaio 2010, un potente uragano ha provocato ulteriori gravi danni il 4 ottobre 2016. I lavori di ricostruzione proseguono a rilento.

Il traffico stradale miete ogni anno numerose vittime. Il cattivo stato delle strade, la guida imprevedibile e la manutenzione tecnica carente di molte automobili richiedono la massima concentrazione da parte di tutti gli utenti della strada. Visto l’elevato rischio d’incidenti e di aggressioni sono sconsigliati i viaggi interurbani di notte.

Può capitare che i valichi di frontiera vengano temporaneamente chiusi senza preavviso. Si raccomanda di informarsi presso le autorità locali o direttamente ai posti di frontiera.

L’approvvigionamento idrico, di carburante ed energetico, nonché la rete di telefonia mobile funzionano solo in modo ridotto; la rete di telefonia fissa ha un funzionamento del tutto irregolare.

Disposizioni giuridiche specifiche

La giustizia e le autorità incaricate della sicurezza sono in molti casi oberate. La mancanza di fiducia dei cittadini nel sistema giudiziario determina a volte il ricorso al linciaggio come forma di giustizia popolare. Le infrazioni alla legge sugli stupefacenti sono punite con pene detentive dai 3 ai 25 anni e oltre. La detenzione preventiva può durare anche diversi mesi. Le condizioni di detenzione sono molto precarie: alimentazione insufficiente, igiene scarsa ecc.

Pericoli naturali

Haiti si trova in una zona sismica. Gli tsunami causati da terremoti e maremoti nei Caraibi possono raggiungere anche Haiti.

Da giugno a novembre occorre considerare il pericolo di uragani. si raccomanda di prestare attenzione alle previsioni meteorologiche, nonché agli avvisi e alle direttive delle autorità.
Organizzazione meteorologica mondiale (OMM)

National weather service - Caribbean Tsunami Warning Program (CTWP)
National Oceanic and Atmosphere Administration (NOAA) – U.S. Tsunami Warning System

Se durante il soggiorno dovesse verificarsi una catastrofe naturale, si raccomanda di mettersi immediatamente in contatto con i propri famigliari e di seguire le direttive delle autorità. Qualora il collegamento con l'estero fosse interrotto, si raccomanda di mettersi in contatto con l'ambasciata di Svizzera a Port-au-Prince. 

Assistenza medica

L’assistenza medica a Port-au-Prince è limitata e al di fuori della capitale spesso non è garantita. È preferibile curare al di fuori del Paese (Stati Uniti o Europa) eventuali malattie o ferite gravi. Gli ospedali richiedono il pagamento anticipato (in contanti) prima di curare i pazienti.

Se si necessita di particolari farmaci, occorre prevederne una scorta sufficiente. Va ricordato tuttavia che in molti Paesi vigono prescrizioni particolari per portare con sé medicinali contenenti sostanze stupefacenti (ad esempio il metadone) e sostanze per la cura di malattie psichiche. Si consiglia di informarsi eventualmente prima del viaggio direttamente presso la rappresentanza estera competente (ambasciata o consolato) e di consultare la rubrica Link per il viaggio, dove figurano ulteriori informazioni su questo argomento e in generale sul tema viaggi e salute. Medici e centri di vaccinazione informano in merito al diffondersi di malattie e alle possibili misure di protezione.

Indirizzi utili

Rappresentanze svizzere all'estero: in caso di emergenza all'estero, è possibile rivolgersi alla rappresentanza svizzera più vicina o alla Helpline DFAE.
Centre consolare regionale Santo Domingo, Repubblica dominicana
Ambasciata di Svizzera a Port-au-Prince
Helpline DFAE

Rappresentanze estere in Svizzera: per ottenere informazioni in merito all'entrata nel Paese (documenti autorizzati, visti, ecc.) occorre rivolgersi all'ambasciata o al consolato competente. Quest'ultimi danno inoltre ragguagli sulle prescrizioni doganali per l'importazione o l'esportazione di animali o di merci: apparecchi elettronici, souvenir, medicamenti, ecc.
Rappresentanze estere in Svizzera

Clausola di esclusione della responsabilità
I Consigli di viaggio del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) poggiano su fonti d'informazione proprie, reputate degne di fede. I Consigli di viaggio sono utili indicazioni ausiliarie per programmare un viaggio in modo accurato. Il DFAE non si assume tuttavia la responsabilità né della pianificazione né dello svolgimento del viaggio.
Le situazioni di pericolo sono spesso imprevedibili e confuse e possono mutare rapidamente. Il DFAE non garantisce la completezza dei consigli di viaggio e la correttezza delle informazioni riportate nelle pagine esterne collegate al sito. Declina ogni responsabilità per eventuali danni legati a un viaggio. Le pretese derivanti dall’annullamento di un viaggio vanno avanzate direttamente all’agenzia di viaggio o alla compagnia presso la quale si è stipulata l’assicurazione di viaggio.