Relazioni bilaterali Svizzera–Giappone

In Asia, il Giappone è uno degli Stati partner più importanti della Svizzera. Oltre che dalle intense relazioni commerciali, i due Paesi sono tradizionalmente legati anche da una stretta collaborazione sul piano economico, politico e multilaterale. Le relazioni sono eccellenti e intense. Nel 2014 ricorrerà il 150° anniversario delle relazioni bilaterali ufficiali tra la Svizzera e il Giappone.

Priorità delle relazioni diplomatiche

Nel 2010 Svizzera e Giappone hanno firmato un memorandum d'intesa (Memorandum of Understanding, MoU) volto a promuovere il dialogo politico tra i due Paesi.

Il 1° settembre 2009 è entrato in vigore l'Accordo di libero scambio e di partenariato economico con il Giappone. Tale accordo è considerato il più importante dopo quello del 1972 con l’Unione Europea ed è anche il primo accordo di libero scambio concluso dal Giappone con un Paese europeo.

Nel settore dell'economia e delle finanze, in seguito all'Accordo di libero scambio del 2009 è stata istituita una sottocommissione per la promozione della cooperazione economica. La Svizzera e il Giappone coordinano ogni 18 mesi i rispettivi punti di vista in materia di politica finanziaria.

Il turismo e la cura dell'immagine sono altre due importanti componenti economiche.

Per quanto riguarda l'istruzione e la ricerca, il Giappone è uno degli otto Paesi prioritari che la Svizzera promuove nei settori dell'istruzione, della ricerca e dell'innovazione. Sotto la direzione del Politecnico federale di Zurigo, nel 2008 è stata avviata una cooperazione per la ricerca medica.

Trattati bilaterali

Pagina internet ufficiale del Giappone (en)

Ministero degli affari esteri del Giappone

Cooperazione economica

Le relazioni economiche tra il Giappone e la Svizzera sono intense. Lo «Swiss Business Hub» a Tokyo è responsabile anche della piazza economica svizzera.

Il Giappone è un Paese prioritario nell'ambito della promozione delle esportazioni svizzere e, dopo la Cina (compresa Hong Kong), rappresenta il secondo partner commerciale più importante in Asia.

Nel 2011 sono stati esportati in Giappone beni per 7 miliardi CHF pari al 3,2 % delle esportazioni totali della Svizzera. Prodotti chimici e farmaceutici, orologi, macchinari, gioielli e metalli preziosi rappresentano la parte più consistente delle esportazioni. La Svizzera importa invece soprattutto veicoli, macchinari, prodotti chimici e diversi apparecchi elettrici.

La Svizzera è un importante investitore in Giappone e nel 2009 era all'ottavo posto tra gli investitori stranieri nel Paese.

Sostegno commerciale (Switzerland Global Enterprise)

Segreteria di Stato dell'economia SECO / Informazioni sul Paese

Cooperazione nel settore dell'istruzione

Nel 2007 il Giappone ha firmato un accordo con la Svizzera nel settore scientifico e della ricerca.

La cooperazione avviata nel 2008 nel campo della ricerca medica sotto la direzione del Politecnico federale è finanziata dalla Segreteria di Stato per l'educazione e la ricerca con 1,2 milioni CHF per il periodo dal 2008 al 2012. Nell'ambito di forum periodici in Giappone vengono fornite informazioni sulla piazza scientifica svizzera.

I ricercatori e gli artisti giapponesi possono candidarsi per una borsa di studio d’eccellenza universitaria della Confederazione Svizzera presso la Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione (SEFRI).

Borse d’eccellenza della Confederazione svizzera

Scambi culturali

Gli scambi culturali vengono promossi dall'ambasciata grazie a un'attività particolarmente intensa.

La partecipazione della Svizzera all'esposizione universale di Aichi nel 2005 ha veicolato ai visitatori giapponesi l'immagine di una Svizzera moderna e dinamica.

In vista del 2014, anno del 150° anniversario delle relazioni diplomatiche, i due Paesi prevedono ulteriori progetti comuni nel settore della cultura.

Cittadini svizzeri in Giappone

Alle fine del 2011 in Giappone vivevano 1478 cittadini svizzeri.

Storia delle relazioni bilaterali

Gli interessi economici della Svizzera in Giappone si sono sviluppati assai presto: nel 1863 giunse in Giappone la prima delegazione commerciale elvetica guidata da Aimé Humbert in qualità di rappresentante dell'industria orologiera svizzera. La visita sfociò nel 1864 in un trattato di commercio e di amicizia tra i due Paesi.

Nel 1906 la Svizzera aprì una rappresentanza a Tokyo. Durante la Seconda guerra mondiale la Confederazione rappresentò in Giappone gli interessi di numerosi Paesi, tra cui gli Stati Uniti e la Gran Bretagna. Dopo un’interruzione nel 1945–52, le relazioni diplomatiche furono riavviate nel 1952. Nel 1957 venne riaperta l’ambasciata svizzera.

Iscrizione nel Dizionario storico della Svizzera