Relazioni bilaterali

I rapporti tra la Svizzera e la Repubblica di Corea sono buoni e di crescente intensità. Per gli investitori svizzeri il Paese asiatico rappresenta un partner commerciale importante e interessante. La collaborazione nell’ambito della scienza e della ricerca è sempre più rilevante.

Priorità delle relazioni diplomatiche

La Svizzera e la Repubblica di Corea intrattengono relazioni diplomatiche dal 1962. I buoni rapporti vengono curati in occasione di numerose visite ai massimi livelli. Dal 2014 viene portato avanti un dialogo politico regolare.

La Svizzera è membro della Commissione di supervisione delle nazioni neutrali (Neutral Nations Supervisory Commission, NNSC), una presenza militare istituzionale al confine tra le due Coree che vigila sul rispetto dell’Accordo d’armistizio del 1953.

Commissione di supervisione delle nazioni neutrali (NNSC), DDPS

Banca dati dei trattati internazionali

Sito Internet ufficiale della Repubblica di Corea (en)

Cooperazione economica

Da quando nel 2006 è entrato in vigore l’accordo tra l’Associazione europea di libero scambio (AELS) e la Corea del Sud, il commercio bilaterale tra questo Paese e il nostro è più che raddoppiato. Per la Svizzera ciò si traduce in un’eccedenza di esportazioni notevole, che nel 2016 ha superato i due miliardi CHF, e riguarda in particolare i settori dell’orologeria, dei prodotti farmaceutici, dei macchinari e degli apparecchi. Vengono invece importati principalmente farmaci, automobili e dispositivi elettronici. La Corea del Sud rappresenta il quinto mercato di sbocco e il nono fornitore della Svizzera in Asia. Al momento sono in corso tentativi di estendere l’accordo di libero scambio.

Da novembre 2010 l’Ambasciata di Svizzera a Seul dispone di uno «Swiss Business Hub», un organo che promuove lo scambio e gli investimenti tra i due Paesi. Oggi oltre 100 aziende svizzere sono rappresentate nella Repubblica di Corea. Anche l’organizzazione senza scopo di lucro «Swiss-Korean Business Council» si occupa di incentivare le relazioni economiche tra la Corea del Sud e la Svizzera.

Accordo di libero scambio AELS-Repubblica di Corea (en)

Sostegno commerciale, Switzerland Global Enterprise

Asia e Oceania, SECO

Cooperazione nei settori della formazione, della ricerca e dell'innovazione

Per la Svizzera la Corea del Sud è uno degli otto Paesi prioritari nel quadro della sua politica di cooperazione nei settori della formazione, della ricerca e dell’innovazione.

Nel 2012 è stato creato un ufficio dedicato alla scienza e alla tecnologia presso l’Ambasciata di Svizzera, che sostiene molti progetti legati all’accordo bilaterale «Korean-Swiss Science and Technology Program».

Sono stati individuati vari punti d’interesse comuni ai due Paesi, in particolare nel campo delle tecnologie mediche e della collaborazione tra studenti universitari e imprenditori. È stata data un’attenzione particolare al sostegno delle start-up svizzere in questo settore, con l’intento di rafforzare la collaborazione con le istituzioni coreane in materia di ricerca e sviluppo.

Per quanto riguarda la formazione, l’ETH Global e la National Research Foundation of Korea (NRF) hanno avviato programmi di scambio per dottorandi e ogni anno tre studenti e artisti coreani possono richiedere una borsa di studio d’eccellenza della Confederazione.

Science and Technology Office Seoul (en)

Borse d’eccellenza della Confederazione svizzera per ricercatori e artisti stranieri, SEFRI

Le Svizzere e gli Svizzeri nella Repubblica di Corea

In base alla Statistica sugli Svizzeri all’estero, all’inizio del 2017 nella Repubblica di Corea risiedevano 275 cittadini svizzeri.

Scambi culturali

Pro Helvetia, Swiss Films e Presenza Svizzera, oltre a sostenere iniziative private, sono impegnate a promuovere gli scambi culturali. Lo «Swiss Fund Korea» punta a rafforzare l’immagine del nostro Paese nella Repubblica di Corea. Anche l’Ambasciata di Svizzera a Seoul si adopera per promuovere gli scambi culturali e partecipa regolarmente alle Giornate della lingua tedesca («Tage der deutschen Sprache») e alla Festa della francofonia («Fête de la Francophonie»).

Presenza Svizzera

Swiss Fund Korea (en)

Pro Helvetia

Swiss Films

Storia delle relazioni bilaterali

Al termine della guerra di Corea, nel 1953, la Svizzera viene nominata per far parte della Commissione di supervisione delle nazioni neutrali (NNSC) stanziata presso la linea di demarcazione tra la Corea del Nord e quella del Sud. Si tratta del primo impiego all’estero di soldati dell’Esercito svizzero.

Nel dicembre 1962 il nostro Paese avvia relazioni diplomatiche con la Repubblica di Corea e, nei decenni successivi, i contatti tra i due Paesi aumentano fino a diventare, al giorno d’oggi, stretti e amichevoli.

La Svizzera continua a sorvegliare che l’armistizio venga rispettato nella penisola coreana e rimane a disposizione offrendo i propri buoni uffici, come già successo nel biennio 1997-1999 durante i «Negoziati a quattro» tra le due Coree, la Cina e gli Stati Uniti svoltisi a Ginevra.

Dizionario storico della Svizzera: Corea

Documenti Diplomatici Svizzeri, Dodis