Relazioni bilaterali Svizzera–Kirghizistan

Svizzera e Kirghizistan intrattengono ottime relazioni, fondate sulla cooperazione in seno ai gruppi di voto delle istituzioni di Bretton Woods e sulla cooperazione tecnica. Il Kirghizistan è inoltre un partner della diplomazia dell’acqua.

Priorità delle relazioni diplomatiche

Il Kirghizistan è membro del gruppo di voto della Svizzera in seno al Fondo monetario internazionale (FMI), alla Banca mondiale e al Fondo globale per l’ambiente (GEF).

Nella primavera 2012 il Consiglio federale ha deciso di promuovere al rango di Ambasciata l’Ufficio di cooperazione della DSC attivo nella capitale kirghisa, Bishkek. L’Ambasciata è stata inaugurata ufficialmente nel novembre 2012.

L’Ambasciata è responsabile della tutela degli interessi della Svizzera e della cooperazione tecnica ed economica della DSC e della Segreteria di Stato dell’economia (SECO).

Una divisione consolare con servizio visti è stata aperta a Bishkek nel novembre del 2013.

Banca mondiale (en)
Fondo monetario internazionale (en)
Fondo globale per l’ambiente (en)
Banca dati dei trattati internazionali

Nell’Asia centrale la Svizzera è impegnata inoltre nel settore della diplomazia dell’acqua. L’iniziativa svizzera «Blue Peace Central Asia» promuove la cooperazione regionale tra i cinque Paesi dell’Asia centrale e sostiene, sul piano politico e tecnico, progetti transfrontalieri nel settore della gestione idrica. Un consigliere regionale con ufficio ad Almaty (Kazakstan) coordina le attività della Svizzera nella regione.

Blue Peace: l’acqua come elemento di sicurezza

Cooperazione economica

Gli investimenti svizzeri sono modesti: nel 2017 ammontavano a 5,2 milioni USD, soglia che colloca tuttavia la Svizzera tra i dieci principali investitori in Kirghizistan. La Svizzera resta il più importante mercato di sbocco per i prodotti kirghisi. Il Kirghizistan esporta principalmente oro verso la Svizzera. Il volume degli scambi commerciali ha raggiunto, nel 2017, 347,6 milioni CHF (15,1 mio. senza l’oro). Le esportazioni svizzere consistono essenzialmente in prodotti farmaceutici, macchinari, dispositivi ottici e medici, carta e prodotti cartacei, orologi, pietre e metalli preziosi, gioielli.

Sostegno commerciale, Switzerland Global Enterprise SGE

Informazioni sul Paese, Segreteria di Stato dell’economia SECO

Cooperazione allo sviluppo e aiuto umanitario

Il Kirghizistan è un Paese prioritario della cooperazione svizzera allo sviluppo. La Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC) e la Segreteria di Stato dell’economia (SECO) s’impegnano nei settori riforma del settore sanitario, sviluppo del settore privato, buongoverno, gestione delle risorse idriche (acqua potabile, irrigazione e acque reflue) e cambiamento climatico.

Attraverso la strategia di cooperazione 2017-2020 la DSC e la SECO stanziano complessivamente 88,4 milioni CHF per il Kirghizistan. Dal 1993, con i suoi programmi di cooperazione bilaterale la Svizzera ha investito 382 milioni CHF nel Paese.

Cooperazione allo sviluppo e aiuto umanitario (Kirghizistan, Tagikistan e Uzbekistan)

Le svizzere e gli svizzeri nel Kirghizistan

In base alla Statistica sugli Svizzeri all’estero, alla fine del 2017 in Kirghizistan risiedevano 68 cittadini svizzeri.

Storia delle relazioni bilaterali

La Svizzera ha riconosciuto l’indipendenza del Kirghizistan il 23 dicembre 1991. Inizialmente le relazioni diplomatiche erano curate dall’Ambasciata di Svizzera a Mosca. Dal 1993 al 2012 l’Ambasciata di Svizzera nella capitale uzbeka Tashkent è stata responsabile anche delle relazioni con il Kirghizistan.

Nel 1993 la DSC ha aperto un Ufficio di cooperazione a Bishkek, che nel novembre 2012 è stato promosso al rango di Ambasciata. Il Kirghizistan è rappresentato da una missione presso le organizzazioni internazionali a Ginevra, il cui ambasciatore è accreditato a Berna dal 1996.

Kirghizistan, Dizionario storico della Svizzera