Validi il:
Diffusi il: 21.01.2019

Il capitolo Valutazione sommaria è stato completato (imboscata a dei pullman in dicembre 2018).
Nuovo capitolo Consigli specifici (obbligo di segnalare).


Consigli di viaggio - Ruanda

Valutazione sommaria

La situazione politica in Ruanda può essere definita relativamente stabile, tuttavia certe tensioni politiche non possono essere escluse.

Non si può escludere il rischio di attentati terroristici neanche in Ruanda. La rubrica terrorismo e sequestri rende attenti ai pericoli del terrorismo.
Terrorismo e sequestri

Si raccomanda di seguire tramite i media l'evoluzione della situazione di sicurezza prima del viaggio e in seguito durante tutto il soggiorno. Usare molta prudenza ed evitare gli assembramenti e le manifestazioni di qualsiasi tipo, poiché non si possono escludere atti di violenza.

Pericoli locali specifici

Per quanto riguarda la descrizione delle zone a rischio, le indicazioni fornite sono approssimative; i pericoli non possono essere circoscritti esattamente a una precisa regione.

Zone di confine con la Repubblica democratica del Congo (Kinshasa) e con il Burundi: vi è il pericolo di aggressioni da parte di bande dei due Paesi vicini. Il 15 dicembre 2018, nel parco nazionale di Nyungwe, un’imboscata a dei pullman ha causato parecchi morti. La recrudescenza delle violenze nell'est della Repubblica Democratica del Congo (nelle province di Nord e Sud Kivu) si ripercuote anche nella zona di frontiera con il Ruanda. Alcune granate vengono lanciate fino in territorio ruandese. In queste regioni, osservare massima prudenza. Informarsi presso le autorità locali sullo sviluppo della situazione di sicurezza e in merito alla fattibilità del viaggio. Attenersi alle istruzioni delle autorità locali e seguire le raccomandazioni di una guida o di una persona di fiducia locale. Questo vale anche per i parchi nazionali in queste regioni.

Parchi nazionali nelle altre parti del Paese: Si raccomanda di visitare i parchi nazionali esclusivamente mediante escursioni organizzate e con una guida locale fidata.

Campi profughi: i campi profughi possono essere visitati solamente con un’autorizzazione delle autorità ruandesi. Il 22 febbraio 2018, più persone hanno perso la vita o sono rimaste ferite durante degli scontri violenti tra forze dell’ordine e profughi manifestanti.

Criminalità

La criminalità violenta è piuttosto rara. Tuttavia specialmente nelle città si è osservato un aumento della microcriminalità (scippi e borseggi). Si raccomanda di osservare le misure precauzionali consuete e di non uscire a piedi la notte.

Trasporti e infrastrutture

Le strade principali sono relativamente in buono stato. Rappresentano una notevole fonte di incidenti: la presenza di bestiame incustodito sulle corsie, i numerosi pedoni e in particolare i bambini sul bordo delle strade e la guida indisciplinata di molti utenti della strada (mancanza di rispetto delle regole del traffico, sosta improvvisa sulle corsie ecc.). Si sconsigliano quindi i viaggi interurbani di notte. Durante i periodi delle piogge (marzo-maggio e settembre-dicembre) le strade non asfaltate sono spesso percorribili solo con fuoristrada.

Disposizioni giuridiche specifiche

Il possesso e l’utilizzo di sacchetti in plastica è punito con pene pecuniarie. È vietato fotografare installazioni militari nonché edifici governativi. Le infrazioni alla legge sugli stupefacenti sono punite con vari anni di incarcerazione. Le relazioni extraconiugali sono punibili. Le condizioni di detenzione sono precarie (carceri sovraffollate, mancanza di igiene e di assistenza medica ecc.).

Particolarità culturali

Si raccomanda di rispettare gli usi locali e di vestirsi con contegno (coprirsi). Non va dimenticato che durante il genocidio del 1994 la popolazione ha avuto esperienze traumatizzanti, per cui si raccomanda di rivolgersi alle persone con rispetto e sensibilità. Le critiche di natura politica non sono apprezzate e possono essere punibili.

Assistenza medica

Fuori Kigali l'assistenza medica non è garantita. Gli ospedali richiedono il pagamento di un acconto in contanti prima di trattare i pazienti. Può essere utile munirsi di materiale proprio per bendaggi e di siringhe monouso.
Se si necessita di particolari farmaci, occorre prevederne una scorta sufficiente. Va ricordato tuttavia che in molti Paesi vigono prescrizioni particolari per portare con sé medicinali contenenti sostanze stupefacenti (ad esempio il metadone) e sostanze per la cura di malattie psichiche. Si consiglia di informarsi eventualmente prima del viaggio direttamente presso la rappresentanza estera competente (ambasciata o consolato) e di consultare la rubrica Link per il viaggio, dove figurano ulteriori informazioni su questo argomento e in generale sul tema viaggi e salute.
Medici e centri di vaccinazione informano in merito al diffondersi di malattie e alle possibili misure di protezione.

Consigli specifici

Per evitare l'importazione di agenti patogeni, esiste l’obbligo di segnalare i soggiorni nelle aree colpite da ebola nella Repubblica democratica del Congo (Kinshasa). Si consiglia di informarsi eventualmente prima dell’entrata presso la rappresentanza ruandese (ambasciata o consolato) più vicina o presso il ministero della Sanità .
Republic of Rwanda: Ministry of Health

Indirizzi utili

Numero di emergenza della polizia: 112
Prescrizioni doganali: Rwanda Revenue Authority

Rappresentanze svizzere all'estero: in caso di emergenza all'estero, è possibile rivolgersi alla rappresentanza svizzera più vicina o alla Helpline DFAE.
Ambasciata di Svizzera a Nairobi, Kenia
Agenzia consolare a Kigali
Helpline DFAE

Rappresentanze estere in Svizzera: per ottenere informazioni in merito all'entrata nel Paese (documenti autorizzati, visti, ecc.) occorre rivolgersi all'ambasciata o al consolato competente. Quest'ultimi danno inoltre ragguagli sulle prescrizioni doganali per l'importazione o l'esportazione di animali o di merci: apparecchi elettronici, souvenir, medicamenti, ecc.
Rappresentanze estere in Svizzera

Clausola di esclusione della responsabilità
I Consigli di viaggio del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) poggiano su fonti d'informazione proprie, reputate degne di fede. I Consigli di viaggio sono utili indicazioni ausiliarie per programmare un viaggio in modo accurato. Il DFAE non si assume tuttavia la responsabilità né della pianificazione né dello svolgimento del viaggio.
Le situazioni di pericolo sono spesso imprevedibili e confuse e possono mutare rapidamente. Il DFAE non garantisce la completezza dei consigli di viaggio e la correttezza delle informazioni riportate nelle pagine esterne collegate al sito. Declina ogni responsabilità per eventuali danni legati a un viaggio. Le pretese derivanti dall’annullamento di un viaggio vanno avanzate direttamente all’agenzia di viaggio o alla compagnia presso la quale si è stipulata l’assicurazione di viaggio.