Partnerariati all'interno dell'Amministrazione federale

Centro di competenze della Confederazione per la cooperazione internazionale, alla DSC competono, sul piano del contenuto, il coordinamento globale della cooperazione allo sviluppo con i Paesi del Sud e dell’Est, la cooperazione multilaterale nonché l’aiuto umanitario della Svizzera. A tal fine, la DSC opera d’intesa con altri servizi federali attivi nel campo della cooperazione internazionale.

Servizio federale

Cooperazione con la DSC sul tema

DFAE

Divisione Sicurezza umana (DSU) /
Direzione politica (DP)

La Direzione politica coordina la politica estera della Confederazione. La Divisione Sicurezza umana (DSU) è la divisione più grande in seno alla Direzione politica (DP) del DFAE. È responsabile della politica di promozione della pace, della politica dei diritti umani e della politica umanitaria nonché della politica estera in materia di migrazione. La promozione della pace e dei diritti umani è sancita dalla Costituzione federale quale obiettivo della politica estera svizzera. La DSU e la DSC hanno molti ambiti in comune e pertanto lavorano a stretto contatto.

Divisione Sicurezza umana (DSU)  

La Direzione politica

Direzione del diritto internazionale pubblico (DDIP)

Il diritto internazionale pubblico facilita la cooperazione internazionale attraverso regole vincolanti. Tra i compiti fondamentali del diritto internazionale rientra la creazione di basi per la pace e la stabilità. La promozione della pace e della stabilità è anche prevista da strategie e progetti della DSC ed è attuata d’intesa con le attività della DDIP.

Direzione del diritto internazionale pubblico

Servizi federali di altri Dipartimenti

Ufficio federale dell’ambiente (UFAM)

Progetti di sviluppo nei settori del clima, della prevenzione delle catastrofi e delle risorse naturali.

Ambiente e cooperazione allo sviluppo

Politica ambientale internazionale della Svizzera

Segreteria di Stato dell’economia (SECO)

Progetti volti allo sviluppo economico e partenariati multilaterali.

Cooperazione e sviluppo economici (fr, de, en)

Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP)

Politica della sanità

Ufficio federale dell’agricoltura (UFAG)

Questioni agricole

 

Ufficio federale della migrazione (UFM)

Partenariati in materia di migrazione e aiuto al rimpatrio: secondo le disposizioni dell’OCSE  anche gli aiuti ai richiedenti l’asilo in Svizzera sono considerati una forma di cooperazione allo sviluppo.

Politica migratoria estera della Svizzera

Dipartimento federale della difesa,
della protezione della popolazione e dello sport (DDPS)

Attività in contesti fragili e nel settore della sicurezza.

Per la Catena svizzera di salvataggio dell’aiuto umanitario il DDPS mette a disposizione specialisti del soccorso e mezzi di trasporto aereo militari. Inoltre vi sono diversi punti di contatto tra il promovimento militare della pace e il lavoro sul campo della DSC (ad es. sminamento umanitario, sicurezza e distruzione di munizioni, riforma del settore della sicurezza).

Promovimento della pace internazionale

Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione (SEFRI)

Ricerca di base e formazione professionale, ricerca applicata e formazione accademica

Cooperazione internazionale nella formazione

Cooperazione internazionale nel campo della ricerca

Ufficio federale della cultura (UFC)

Settore culturale     

Impegno della DSC nel settore culturale

La cooperazione allo sviluppo e con i Paesi dell’Europa dell’Est nonché l’aiuto umanitario fanno parte della politica estera e tengono quindi conto degli interessi della Svizzera. Più sono coerenti le relazioni della Svizzera con l’estero per quanto riguarda uno sviluppo globale sostenibile sotto il profilo ecologico, sociale ed economico, maggiore sarà l’efficacia della cooperazione internazionale per la riduzione della povertà e dei rischi globali. Ciò corrisponde anche alle raccomandazioni del Comitato di aiuto allo sviluppo dell’OCSE. Tutti i Dipartimenti della Confederazione contribuiscono allo sviluppo sostenibile a livello nazionale e internazionale.  

Coerenza delle politiche della Svizzera