Relazioni bilaterali Svizzera–Paesi Bassi

Le relazioni tra la Svizzera e il Regno dei Paesi Bassi sono eccellenti e si svolgono nella massima serenità. Gli scambi economici, culturali e individuali sono intensi, amichevoli e diretti. Entrambi i Paesi hanno concezioni politiche, economiche e sociali analoghe.

Priorità delle relazioni diplomatiche

I Paesi Bassi e la Svizzera collaborano a livello bilaterale su molti temi, in particolare politica europea, politica migratoria e dell’asilo, politica dei trasporti, politica agricola e cooperazione nel settore delle scienze e dell’innovazione.

Sotto il profilo multilaterale, entrambi i Paesi perseguono obiettivi analoghi, segnatamente nel quadro delle Nazioni Unite (ONU).

Banca dati dei trattati internazionali

Cooperazione economica

I Paesi Bassi sono un importante partner economico della Svizzera e il commercio bilaterale segna un andamento costante da anni. Nel 2016 il volume di scambi ha raggiunto circa 10 miliardi CHF. I Paesi Bassi sono uno dei principali Paesi di destinazione degli investimenti diretti svizzeri e alla fine del 2015 erano il secondo più importante investitore in Svizzera.

Sostegno commerciale, Switzerland Global Enterprise

Informazioni sul Paese, Segreteria di Stato dell’economia SECO

Scambi culturali

Gli artisti svizzeri frequentano i Paesi Bassi soprattutto per le arti figurative, la musica jazz e quella classica, per l’ambiente cosmopolita e stimolante, le eccellenti istituzioni e il sostegno da parte degli enti pubblici. Gli artisti svizzeri nei Paesi Bassi possono contare anche sull’aiuto di Pro Helvetia. 

Storia delle relazioni bilaterali

Dopo l’indipendenza, nel 1814 i Paesi Bassi aprono una rappresentanza diplomatica a Berna, trasformata in consolato generale nel 1832. Un anno dopo la Svizzera apre un consolato ad Amsterdam, cui segue una seconda rappresentanza consolare a Rotterdam nel 1847. Nel 1894 i Paesi Bassi stabiliscono una legazione a Berna.

Nel 1904 il Consiglio federale decide di accreditare la legazione a Londra presso il governo neerlandese e nel 1917 la Svizzera crea una legazione all’Aia. Nel 1957 entrambi i Paesi trasformano le proprie legazioni in ambasciate.

Durante la Seconda guerra mondiale la Svizzera si incarica dei mandati in qualità di potenza protettrice per i Paesi Bassi in Cina (ufficialmente), in Bulgaria e in Francia (de facto). Nel 1993 la regina Beatrice effettua una visita di Stato in Svizzera e nel 2004 l’allora presidente della Confederazione Joseph Deiss è invitato all’Aia per una visita di Stato.

La Svizzera è rappresentata nei Paesi Bassi attraverso l’Ambasciata all’Aia, i consolati generali ad Amsterdam e Rotterdam nonché i consolati onorari a Oranjestad (Aruba) e Willemstad (Curaçao). I Paesi Bassi, dal canto loro, possiedono un’Ambasciata a Berna, un consolato generale a Ginevra e Zurigo nonché consolati onorari a Basilea e Lugano.

Paesi Bassi, Dizionario storico della Svizzera