Clima

In Svizzera esistono quattro stagioni ben distinte. Inoltre le condizioni climatiche variano fortemente da una regione all’altra, soprattutto a causa della conformazione geografica e della diversa altitudine.

L'Aare nei pressi di Gösgen in autunno
Le sponde dell'Aare in autunno, Gösgen, Cantone di Soletta. © astrogator / flickr.com

Situata nel cuore dell’Europa, la Svizzera è all’incrocio di diverse grandi zone climatiche. La vicinanza dell’Oceano Atlantico, le cui masse di aria umida si spostano verso le Alpi,  influenza fortemente il clima svizzero. Queste correnti provenienti da ovest rendono più miti sia gli inverni che le estati e provocano precipitazioni nel corso dell’intero anno. 

A causa della conformazione geografica e delle forti variazioni d’altitudine, in Svizzera esistono numerosi microclimi. A seconda del luogo e della stagione si possono sperimentare condizioni simili a quelle della Siberia o del Mediterraneo. 

Temperature 

Le temperature variano fortemente in base all’altitudine. I valori medi sull’Altopiano sono di 1 °C a gennaio e di 17 °C a luglio. In Ticino generalmente le temperature superano di 2–3 °C quelle dell’Altopiano. A 1500 m d’altitudine i valori medi sono di -5 °C a gennaio e 11 °C a luglio. A questa altitudine le precipitazioni invernali sono essenzialmente di carattere nevoso. Le nevicate fino in pianura sono rare nelle regioni più basse della Svizzera francese (regione di Ginevra), nel nord della Svizzera (regione di Basilea) e nell’estremo sud del Ticino.    

Clima alpino 

La catena delle Alpi, che funge da barriera climatica tra il nord e il sud del Paese, comprende una gran varietà di microclimi complessi, in particolare nelle valli grigionesi e vallesane caratterizzate da un clima estremamente asciutto. Un’altra particolarità del clima svizzero è il favonio (föhn), un vento che soffia perpendicolarmente alle Alpi dall’autunno alla primavera e che crea un clima estremamente temperato e secco. 

Surriscaldamento 

Dall’inizio degli anni 1990 in Svizzera si registrano temperature superiori alla media: gli anni più caldi rilevati dopo il 1864 sono stati registrati dopo il 2000; l’anno più caldo è stato il 2015. 

La Svizzera partecipa agli sforzi della comunità internazionale volti a ridurre il surriscaldamento climatico. La legge sul CO2 prevede entro il 2020 una riduzione dei gas serra almeno del 20 per cento rispetto al 1990.