Ricerca e sviluppo

La Svizzera è tra i Paesi che, a livello internazionale, investono maggiormente in ricerca e sviluppo.

Una donna al lavoro in un laboratorio
Produzione di macchinari alla Buehler AG, Uzwil. © Hanspeter Baertschi

La Svizzera spende ogni anno in ricerca e sviluppo (R&S) oltre 16 miliardi di franchi, una cifra che rappresenta circa il 38% del prodotto interno lordo e che pone il Paese al sesto posto a livello internazionale. 

Le università e i due politecnici federali si dedicano principalmente alla ricerca di base. Le scuole universitarie professionali e le aziende private si occupano invece di ricerca applicata e delle esigenze del mondo economico. 

Nel campo della ricerca e sviluppo le aziende private svizzere svolgono un ruolo decisivo. Nel 2012 hanno investito 12,8 miliardi di franchi (2,2% del PIL). Tre quarti di tale somma è a carico di settori che tradizionalmente sostengono significative spese per la ricerca: l’industria farmaceutica e chimica (34%), l’industria metallurgica (16%), i laboratori di ricerca (14%) e le nuove tecnologie (11%).