Questioni istituzionali e giuridiche: autodeterminazione nel recepimento

Bandiere della Svizzera e dell'UE
Bandiere della Svizzera e dell'UE © DFAE, Presenza Svizzera

La Svizzera ha concluso oltre 120 accordi bilaterali con l’UE, di cui circa 20 sono considerati centrali. Tra questi ultimi figura per esempio l’Accordo sulla libera circolazione delle persone. Da un lato, gli accordi garantiscono un ampio accesso reciproco al mercato, mentre dall’altro costituiscono la base per una stretta cooperazione in settori politici importanti quali la ricerca, la sicurezza, l’ambiente e la cultura. Gli accordi che disciplinano l’accesso al mercato si fondano di norma sul diritto comunitario in vigore. I cinque accordi di accesso al mercato sono: l’accordo sulla libera circolazione delle persone, sui trasporti aerei e trasporti terrestri, sui prodotti agricoli, e l’accordo relativo al reciproco riconoscimento in materia di valutazione della conformità. Nell’ambito di tali accordi la Svizzera si è impegnata a emanare disposizioni equivalenti o a recepire il diritto vigente.

Le questioni istituzionali interessano quindi i seguenti quattro settori:

  • sviluppi giuridici: quali procedure si adottano per adeguare gli accordi alla luce di nuovi sviluppi giuridici dell’acquis dell’UE?

  • sorveglianza: come garantire una sorveglianza uniforme sull’applicazione degli accordi bilaterali?

  • interpretazione: come garantire un’interpretazione uniforme degli accordi bilaterali?

  • Risoluzione delle controversie: quali sono le procedure per la composizione delle controversie tra l’UE e la Svizzera e quale istanza deve decidere?

L’obbiettivo dell’accordo istituzionale è di offrire in futuro un quadro che permetta un’applicazione più efficace e uniforme degli accordi (esistenti e futuri) che regolano l’accesso al mercato. Il relativo mandato negoziale è stato adottato il 18 dicembre 2013 dal Consiglio federale e il 6 maggio 2014 dal Consiglio dell’UE. Dall'inizio dei negoziati nel 2014 fino alla fine di dicembre 2018, si sono svolti circa trenta incontri negoziali tra la Svizzera e l'Unione europea. Lo scopo di questo accordo è di garantire la sicurezza giuridica nel settore dell'accesso al mercato e di preservare l'indipendenza e l'ordine giuridico della Svizzera.

Documenti

News

2019 

07.06.2019 Conferenza stampa riguardanti le relazioni tra la Svizzera e l’UE: l'accordo istituzionale

Lettera del Consiglio federale al Presidente della Commissione europea  (PDF, 150.7 kB, Francese)

Rapporto sui risultati della consultazione sull’Accordo istituzionale tra la Svizzera e l’Unione europea (PDF, 21.1 kB, Italiano)

Prese di posizione scritte delle istituzioni e organizzazioni consultate

Domande poste nel contesto delle consultazioni del Consiglio federale sull’accordo istituzionale fra la Svizzera e l’Unione europea e risposte (PDF, 1.1 MB, Tedesco)

Consultazioni Accordo istituzionale Svizzera-UE

Comunicato stampa del Consiglio federale, 16.1.2019

Audizioni pubbliche della CPE-N

2018

07.12.2018 Conferenza stampa riguardanti le relazioni tra la Svizzera e l’UE: l'accordo istituzionale

17.12.2018 Intervista del segretario di Stato Roberto Balzaretti, direttore della Direzione degli affari europei  

 

Comunicati stampa Questioni istituzionali