Agricoltura e veterinaria – una collaborazione molto stretta

quattro capi di bestiame su un prato verde
Quattro capi di bestiame su un prato verde © UFAG

L’Unione europea (UE) è il principale partner economico della Svizzera nel settore agricolo. Le loro relazioni sono strette, intense e diversificate, non solo in ragione della prossimità geografica, ma anche in virtù della convergenza delle rispettive politiche agricole. La Svizzera e l’UE condividono infatti gli stessi valori e devono far fronte a sfide molto simili in materia di agricoltura. La Svizzera segue pertanto da vicino la politica agricola comune (PAC) dell’UE e i suoi sviluppi, insieme ai cambiamenti in materia di politica della qualità dei prodotti agricoli.

L’accordo agricolo concluso nel 1999 tra la Svizzera e l’UE è il principale strumento che disciplina le relazioni tra i due partner in questo settore. Grazie all’accordo sono aumentati i flussi commerciali reciproci e sono stati drasticamente ridotti gli ostacoli tecnici. Nel 2017, il 57% delle esportazioni svizzere dei prodotti agricoli era destinato agli Stati membri dell'UE, mentre il 73% delle sue importazioni proveniva da quest’area. Il bilancio commerciale con l'UE riguardante i prodotti agricoli si è concluso con un’eccedenza delle importazioni di 3,9 miliardi di franchi svizzeri.

L’accordo agricolo consente inoltre di tutelare le denominazioni e indicazioni geografiche svizzere (DOP/IGP) sul territorio dell’UE e viceversa. Il commercio di prodotti agricoli trasformati, cioè prodotti dell’industria agroalimentare come il cioccolato, il caffè, le bevande, i biscotti o le paste alimentari, è disciplinato dal Protocollo n° 2 dell’Accordo di libero scambio del 1972.  I prezzi di riferimento per il calcolo delle tasse all'importazione sui prodotti agricoli trasformati sono adattati di volta in volta.

Le questioni veterinarie come parte integrante dell’accordo agricolo

L’Allegato 11 dell’Accordo agricolo bilaterale tra la Svizzera e l’UE, detto anche Accordo veterinario, contiene misure in materia di sanità animale, sicurezza alimentare e allevamento e benessere degli animali applicabili al commercio di animali vivi e di prodotti di origine animale.

L’Accordo veterinario getta le basi per la sostanziale armonizzazione delle disposizioni giuridiche dell’UE e della Svizzera in materia di lotta alle malattie animali trasmissibili, garantendo che portino ai medesimi risultati. Ne scaturisce uno spazio veterinario comune Svizzera-UE con condizioni commerciali equivalenti per entrambe le parti.