Lingue e dialetti

La Costituzione federale riconosce quattro lingue nazionali ufficiali: tedesco, francese, italiano e romancio.

Insegna di un ristorante in dialetto svizzero tedesco
Cartelli pubblicitari di un ristorante in dialetto svizzero tedesco, Rapperswil-Jona. © Mundartbeiz

Svizzero tedesco

La lingua più diffusa in Svizzera è lo svizzero tedesco, termine generico con cui viene designata l’ampia varietà di dialetti alemanni parlati dalla grande maggioranza della popolazione nella parte germanofona del Paese. I dialetti rappresentano la lingua corrente in tutti gli ambiti e per tutti gli strati sociali.

Tra le singole regioni sussistono differenze dialettali significative (ad es. tra le regioni di Basilea, Zurigo e Berna). All’interno delle grandi regioni linguistiche si contano inoltre numerosi sottogruppi dialettali, ma tutte le persone che parlano svizzero tedesco si comprendono tra loro.

Alcuni dialetti sono caratterizzati da peculiarità regionali molto marcate o da accenti particolari come ad esempio il dialetto dell’Alto Vallese, parlato nella parte germanofona del Cantone, oppure il «Seislerisch» nella parte di lingua tedesca del Cantone di Friburgo.

Se si esclude la comunicazione informale, come ad esempio i messaggi personali, lo svizzero tedesco non è una lingua scritta. Nella corrispondenza si utilizza il tedesco standard.

Francese

Nella Svizzera romanda la lingua nazionale ufficiale è il francese. Ogni regione presenta i propri tratti caratteristici e accenti particolari, tuttavia lo svizzero francese differisce solo minimamente dal francese standard.

Fino alla metà del XX secolo i dialetti franco-provenzali («patois») erano ancora molto diffusi, mentre oggi sono quasi completamente scomparsi. Vengono tuttavia ancora parlati, principalmente dalle persone anziane, in alcune valli del Vallese, nel Giura e nel Cantone di Friburgo.

Italiano

L’italiano è la lingua nazionale ufficiale del Ticino e delle valli meridionali dei Grigioni. I dialetti lombardi sono ancora molto diffusi.

Romancio

Il romancio è parlato da alcune decine di migliaia di persone in singole regioni dei Grigioni. Esistono cinque idiomi diversi: sursilvano, sottosilvano, surmirano, putér e vallader.