Nel 2018 leggero aumento del traffico e lieve diminuzione delle code sulle strade nazionali

Comunicato stampa, 25.06.2019

Per la prima volta dopo molto tempo, lo scorso anno le ore di coda sono leggermente diminuite. Ciononostante molte strade nazionali evidenziano frequentemente livelli critici di saturazione: è quanto emerge dal Rapporto sulla viabilità dell’Ufficio federale delle strade (USTRA). Quasi nove ore di coda su dieci sono state causate dal traffico intenso. Per migliorare la situazione l’USTRA punta su misure di gestione del traffico, corsie di emergenza dinamiche e interventi mirati di ampliamento della capacità.

Nel 2018 il totale rilevato dei chilometri percorsi sulle strade nazionali è aumentato dello 0,1%, a fronte di un +2% del 2017. La percorrenza totale è stata quindi di 27 696 milioni di chilometri, pari a oltre 67 500 volte la distanza fra la terra e la luna. Anche nel 2018 più del 40% dell’intero trasporto stradale svizzero si è svolto lungo le strade nazionali, con un dato che sale addirittura a oltre il 70% se si considera il solo traffico merci, sebbene la rete rappresenti non oltre il 2,6% circa dell’intera infrastruttura viaria del Paese.

Le strade nazionali più trafficate sono state la A1 tra Ginevra e Losanna e tra Berna e Winterthur e la A2 nella regione di Basilea.

Migliore gestione del traffico e potenziamento mirato

La rete delle strade nazionali può essere sfruttata meglio ricorrendo a misure supplementari di gestione del traffico. A questo scopo, ad esempio, su tratti fortemente frequentati come quelli fra Muri e Thun (autostrada A6) e fra lo svincolo di Buchrain e la diramazione di Rütihof (autostrada A14) sono stati installati impianti per la regolazione flessibile della velocità che, in caso di traffico intenso, portano il limite a 80 km/h. Il sistema funziona: i tempi di viaggio su queste sezioni si sono accorciati e il numero di code e rallentamenti è diminuito.

Per lenire il problema code l’USTRA insiste sulla misura, chiaramente delimitata, della corsia di emergenza dinamica: una di queste è ormai prossima all’implementazione sulla A1 presso Losanna e altri progetti, fra cui Winterthur (A1), Losanna (A9) e Berna (A6/Ostring), hanno raggiunto un notevole stato di avanzamento. Ove opportuno sono state inoltre prolungate le corsie di accelerazione e decelerazione in corrispondenza degli svincoli, per facilitare l’incanalamento e ridurre i tipici rallentamenti in fase di ingresso e uscita. 

Nel quadro del Programma di sviluppo strategico strade nazionali (PROSTRA) l’USTRA è impegnato in progetti per l’eliminazione dei problemi di capacità. Ogni quattro anni il Consiglio federale sottopone al vaglio del Parlamento una cosiddetta fase di potenziamento. Per la Fase 2019 l’organo legislativo ha stanziato un credito di circa 3,3 miliardi di franchi per il Passante di Lucerna con estensione a sud (Kriens-Hergiswil) e ampliamento tratto Rotsee-Buchrain, per il potenziamento dell’area di Crissier e le circonvallazioni di Le Locle, La Chaux-de-Fonds e Näfels.

Volume code 2018

Sulla rete delle strade nazionali sono state registrate complessivamente 25 366 ore di coda, con una diminuzione di quasi il 2% rispetto al 2017, quando l’aumento fu del 7,4%.

Anche nel 2018 la causa più frequente degli ingorghi resta di gran lunga il traffico intenso, con oltre l’87% delle ore di coda. Per un abbondante 10% il fenomeno è stato determinato da incidenti e per circa l’1,5% da cantieri, mentre approssimativamente l’1% è riconducibile a guasti, incendi di veicoli e maltempo.


Rapporto viabilità 2018 (tedesco)(pdf, 7821kb)


Indirizzo per domande:

Servizio stampa USTRA, 058 464 14 91; media@astra.admin.ch


Editore

Dipartimento federale dell