Incontro sull'istruzione e sulla formazione in Africa

Articolo, 08.02.2012

Triennale dell'ADEA 2012

Dal 12 al 17 febbraio, la Triennale sull'istruzione e sulla formazione in Africa riunisce a Ouagadougou le varie figure attive nel settore dell'istruzione a livello continentale come ministri, rappresentanti di agenzie di cooperazione bilaterali e multilaterali, membri di reti di ricerca, ONG, settore privato e organizzazioni socioprofessionali. L'obiettivo è di ampliare il dialogo sulla necessità di adattare i sistemi educativi alle sfide dello sviluppo sostenibile. La Triennale è organizzata dall'Associazione per lo sviluppo dell’istruzione in Africa (Association pour le développement de l’éducation en Afrique, ADEA), partner di lunga data della DSC.

Il tema generale trattato nella capitale del Burkina Faso è il seguente: «Promuovere conoscenze, competenze e qualifiche imprescindibili per lo sviluppo sostenibile dell'Africa: come costruire/concepire una risposta efficace da parte dei sistemi di istruzione e formazione?» Il dibattito è articolato su tre assi:

  • una visione realistica del futuro dell'Africa
  • la realizzazione di questa visione attraverso la promozione di nuove politiche e strategie d’ istruzione e di formazione volte a rispondere efficacemente alle richieste del contesto economico, sociale e culturale
  • l'attuazione di percorsi e programmi diversificati e integrati di istruzione e formazione intesi a creare e sviluppare le competenze critiche necessarie a un apprendimento continuo

Un ampio forum per la discussione delle sfide future

La Triennale (già Biennale) è il più grande forum africano di scambio di esperienze nel settore dell'istruzione. È organizzata dall'ADEA, partner di lunga data della Direzione dello sviluppo e della cooperazione in virtù del suo ascendente sulle politiche e sulle pratiche del settore dell'istruzione in Africa. La DSC versa all'ADEA un contributo generale che permette all'associazione di attuare il proprio piano d'azione strategico (2008-2012) fondato su cinque obiettivi: dialogo politico, cooperazione sub-regionale/continentale, lavoro di analisi, diffusione del sapere, potenziamento organizzativo.

Negli ultimi anni, nel settore dell'istruzione sono stati compiuti notevoli passi avanti. Dal 1995, i tassi di scolarizzazione sono aumentati sensibilmente a tutti i livelli d'istruzione. Questa progressione coincide con una crescita economica relativamente forte e stabile, attestatasi in media sui 5,6 punti percentuali.

Le sfide da affrontare restano tuttavia importanti, soprattutto per quanto riguarda la scarsa qualità dell'istruzione, l'accesso limitato alla formazione professionale e l'inadeguatezza dell'offerta alle necessità economiche e sociali delle comunità rurali. In generale, i sistemi educativi africani sono tuttora caratterizzati da evidenti disparità: pesanti discriminazioni sussistono ad esempio per quanto riguarda le donne (che rappresentano il 60% degli analfabeti), il luogo di residenza e il tenore di vita. In Niger, ad esempio, per un ragazzo che vive in città e proviene da una famiglia benestante, le possibilità di essere scolarizzato fino al livello secondario sono 19 volte superiori rispetto a quelle di una ragazza che vive in campagna in un contesto svantaggiato.

Contributi della DSC e dei suoi partner

La DSC ha colto l'occasione della Triennale per sostenere numerosi studi, oltre a due processi di concertazione condotti con attori della società civile. Questi ultimi sono stati coinvolti nell'attività di alcuni partner della DSC che stanno mettendo in pratica approcci educativi/formativi rivolti soprattutto a bambini, giovani e adulti provenienti da contesti rurali e rimasti sinora esclusi dall'istruzione formale. Per i partner della DSC, l'incontro di Ouagadougou rappresenta un trampolino di lancio per condividere, valorizzare e diffondere le loro alternative e riflessioni in materia di istruzione e formazione.