La Svizzera incrementa il sostegno finanziario destinato all

Berna, Comunicato stampa, 25.06.2014

Il Consiglio federale ha deciso di sostenere in modo più consistente il Fondo della Nazioni Unite per l'infanzia (UNICEF) e il Fondo delle Nazioni Unite per la popolazione (UNFPA). In occasione della seduta del 25 giugno 2014, il Governo ha approvato l'aumento da 20 a 22 milioni di franchi del contributo annuo per l'UNICEF per il 2014-2016. I fondi destinati all'UNFPA per lo stesso periodo passeranno da 14 a 16 milioni di franchi l'anno. In questo modo, il Consiglio federale aiuta le organizzazioni ad adempiere i loro importanti mandati e ottempera alla volontà del Parlamento, che ha deciso di ampliare il credito quadro per la cooperazione internazionale allo sviluppo nel periodo 2013-2016.

La missione principale dell'UNICEF è favorire lo sviluppo e la protezione dei bambini. I programmi e le attività promossi da quest'agenzia dell'ONU mirano a garantire i diritti dei bambini (con un'attenzione particolare ai più poveri, esclusi e marginalizzati), ovvero: il diritto alla sopravvivenza, allo sviluppo, alla protezione contro gli abusi, la violenza e lo sfruttamento, e il diritto alla partecipazione alle decisioni che li coinvolgono.

L'UNFPA sostiene principalmente l'accesso universale alla salute sessuale e riproduttiva, compresi la pianificazione familiare, il rispetto dei diritti alla riproduzione e la riduzione della mortalità materna. A tal fine, l'UNFPA adotta un approccio fondato sui diritti umani, contribuendo a consolidare il diritto alla salute e, nel caso specifico, i diritti delle donne.

Queste due agenzie dell'ONU aiutano i Paesi a formulare e attuare più efficacemente le loro strategie di sviluppo e i loro programmi. Per rendere più efficienti i propri mandati, l'UNICEF e l'UNFPA collaborano con altre agenzie dell'ONU, con autorità governative, con ONG e con l'economia privata. Gli ambiti di attività dell'UNICEF e dell'UNFPA combaciano perfettamente con le esigenze e le priorità della cooperazione svizzera allo sviluppo espresse nel Messaggio concernente la cooperazione internazionale 2013–2016.

Conformemente alla decisione presa il 25 giugno, il Consiglio federale accorda all'UNICEF un contributo annuo di 22 milioni di franchi per il periodo 2014-2016 e ha fissato a 16 milioni di franchi l’anno l'importo destinato all'UNFPA per lo stesso periodo.

Le due organizzazioni fanno parte delle tredici istituzioni multilaterali prioritarie della politica svizzera di cooperazione internazionale approvate dal Parlamento. Con l'adozione del Messaggio concernente la cooperazione internazionale 2013–2016, il Parlamento ha confermato di volere portare, entro il 2015, allo 0,5 per cento del prodotto interno lordo (PIL) i fondi destinati alla cooperazione svizzera allo sviluppo.

Grazie al proprio impegno a favore dell'UNICEF e dell'UNFPA, la Svizzera contribuisce a gestire le sfide globali e difende i propri interessi all'estero in materia economica e politica, poiché interviene per ridurre le disparità, la povertà e di conseguenza i conflitti che potrebbero avere ripercussioni anche sul territorio elvetico. Inoltre, attraverso i fondi destinati a queste agenzie, intende consolidare la propria influenza sulla politica e le strategie dell’ UNICEF e dell’UNFPA.


Informazioni supplementari:

UNICEF
UNFPA


Indirizzo per domande:

Informazione DFAE
Tel. +41 (0)58 322 31 53
info@eda.admin.ch


Editore

Il Consiglio federale
Dipartimento federale degli affari esteri