Dipartimento federale degli affari esteri DFAE

Lavoro, clima, migrazione e Stato di diritto

La strategia della CI è uno strumento di politica estera della Svizzera, basato sulla Costituzione federale, per alleviare il bisogno e la povertà nel mondo, rafforzare il rispetto dei diritti umani, promuovere la democrazia e proteggere l'ambiente. A febbraio il Consiglio federale ha definito le priorità tematiche e geografiche per i prossimi quattro anni. Nella sessione estiva 2020, il Consiglio nazionale si occuperà del tema.

Elementi grafici illustrano i quattro punti principali della strategia.

Le quattro priorità della strategia: sviluppo economico, ambiente, sviluppo umano, pace e buongoverno. © DFAE

Nella sessione estiva 2020, la strategia di cooperazione internazionale 2021-2024 (strategia CI) sarà discussa per la prima volta in Parlamento. Il primo Consiglio è il Nazionale, dove l'argomento è all'ordine del giorno il 15 giugno.

Il 19 febbraio 2020 il Consiglio federale ha adottato la strategia, nella quale ha definito le priorità tematiche e geografiche della cooperazione internazionale per i prossimi quattro anni.

Le priorità tematiche sono le seguenti:

  • sviluppo economico
  • ambiente
  • sviluppo umano
  • pace e buongoverno

Le quattro regioni prioritarie sono:

  • Europa dell’est,
  • Nord Africa e Medio Oriente,
  • Africa subsahariana,
  • Asia (Asia centrale, Asia meridionale e Sud-Est asiatico)

Le priorità tematiche e l'orientamento geografico consentono alla Svizzera di attuare efficacemente la cooperazione internazionale.

Ignazio Cassis presenta la posizione del Consiglio federale sulla strategia della la cooperazione internazionale (CI) al Consiglio nazionale.
Inizio pagina