Rafforzamento del rispetto del diritto internazionale umanitario

I conflitti armati provocano enorme sofferenza umana, soprattutto nella popolazione civile. Rafforzare il rispetto del diritto internazionale umanitario è attualmente una delle maggiori sfide umanitarie. La Svizzera si impegna a lungo termine per rafforzare il rispetto del diritto internazionale umanitario.

Il diritto internazionale umanitario (DIU) ha conosciuto un notevole sviluppo dall’adozione della prima Convenzione di Ginevra nel 1864. È stato gradualmente adattato ai nuovi strumenti e metodi di guerra e anche la protezione della popolazione civile e di tutte le persone che non partecipano o non prendono più parte alle ostilità è stata ampliata. Nel complesso, il quadro normativo esistente è sufficiente. La sfida più impegnativa consiste attualmente nel rafforzare il rispetto del DIU.

Sulla base di una risoluzione della Conferenza della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa, la Svizzera e il CICR hanno condotto congiuntamente, tra il 2015 e il 2019, un processo intergovernativo per garantire un rafforzato rispetto del DIU. Al centro di questo processo era la questione relativa a un accordo riguardante un forum statale per il DIU nonché alle possibilità di sfruttare meglio la Conferenza della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa come anche forum regionali. Nel contesto multilaterale attuale non è stato possibile raggiungere un accordo su questi punti. Il processo intergovernativo ha tuttavia sottolineato la validità universale del diritto internazionale umanitario. Sono state inoltre raccolte molte idee per migliorare l’attuazione del diritto internazionale umanitario che potranno essere portate avanti anche in futuro.

Documenti del processo intergovernativo volto a rafforzare il rispetto del diritto internazionale umanitario (2015-2019)