Legge federale sulle prestazioni di sicurezza private fornite all’estero

Conformemente alla legge federale sulle prestazioni di sicurezza private fornite all’estero e alla relativa ordinanza, tutte le imprese che intendono fornire dalla Svizzera prestazioni di sicurezza private all’estero sono soggette a un previo obbligo di notifica. La Sezione Servizi di sicurezza privati della Direzione politica del DFAE è responsabile dell’attuazione della LPSP e della pubblicazione dei rapporti d’attività annuali.

La legge federale sulle prestazioni di sicurezza private fornite all’estero (LPSP) mira a garantire la sicurezza interna ed esterna della Svizzera, a realizzare gli obiettivi di politica estera della Svizzera, a preservare la neutralità svizzera nonché a garantire il rispetto del diritto internazionale, in particolare dei diritti umani e del diritto internazionale umanitario. La LPSP e la relativa ordinanza sono entrate in vigore il 1° settembre 2015.

La legge disciplina la fornitura di prestazioni di sicurezza private, quali la protezione di persone, la guardia di beni e immobili in un ambiente complesso e i servizi d’ordine. La definizione di prestazioni di sicurezza ai sensi della LPSP si applica però anche alle prestazioni a favore di forze armate e di sicurezza e alle attività di informazione e in relazione a persone detenute o internate. Rientrano inoltre nel campo di applicazione della LPSP anche le prestazioni connesse con una prestazione di sicurezza privata, nella fattispecie la formazione, il reclutamento, il collocamento e la messa a disposizione di personale per prestazioni di sicurezza private all’estero.

La LPSP si applica alle persone fisiche, alle persone giuridiche nonché alle società di persone che dalla Svizzera forniscono prestazioni di sicurezza private all’estero. Inoltre, si applica a coloro che costituiscono, stabiliscono, gestiscono o dirigono in Svizzera una società che fornisce prestazioni di sicurezza private nonché a coloro che controllano una tale società dalla Svizzera. Tutte le società alle quali è applicata la presente legge sono tenute a notificare le proprie attività svolte all’estero alla Sezione Servizi di sicurezza privati nonché a sottoscrivere il Codice di condotta internazionale per i servizi privati di sicurezza. 

La legge vieta alle persone fisiche e giuridiche che le sottostanno qualsiasi attività svolta con l’intenzione di partecipare direttamente a ostilità all’estero. Inoltre vieta la prestazione di servizi di sicurezza all’estero se si presume un impiego da parte dei destinatari in un contesto di gravi violazioni dei diritti umani. 

La LPSP rappresenta anche la base legale per l’impiego di società di sicurezza private nell’ambito di attività di protezione all’estero in ambienti complessi da parte delle autorità federali e definisce i requisiti minimi posti alle società interessate. Tali requisiti comprendono in particolare la regolamentazione in merito alla formazione e al perfezionamento professionale, all’equipaggiamento nonché al sistema di controllo interno della società incaricata.

Applicazione della LPSP da parte della Sezione Servizi di sicurezza privati del DFAE

La Sezione Servizi di sicurezza privati è responsabile dell’applicazione della LPSP nonché delle procedure amministrative in essa stabilite. La Sezione facente parte della Direzione politica del DFAE analizza le dichiarazioni in entrata e avvia una procedura di esame se dovesse risultare che le attività pianificate potrebbero essere in conflitto con gli obiettivi della legge. Durante la procedura di esame la Sezione Servizi di sicurezza privati può richiedere alla società in questione maggiori informazioni in merito allo stato delle cose. 

Qualora la Sezione Servizi di sicurezza privati dovesse riscontrare un’attività in conflitto con gli obiettivi della legge, vieta l’attività in questione. Se la Sezione non esprime alcun divieto, si comunica alla società che l’attività segnalata può essere esercitata. 

All’interno del DFAE la Sezione collabora alla formulazione di una politica relativa ai servizi di sicurezza privati, mentre a livello internazionale partecipa al dialogo sugli standard nazionali delle società militari e di sicurezza private. Essa cura i contatti con le autorità coinvolte, gestisce la comunicazione con il settore e redige le informazioni destinate all’opinione pubblica.  

Informazioni supplementari e documenti