Corruzione

La Svizzera partecipa attivamente a livello nazionale e internazionale alla lotta contro la corruzione. Ha ratificato vari accordi internazionali e ha istituito un gruppo di lavoro interdipartimentale che gode di ampio sostegno.

Negli ultimi vent’anni è aumentata la consapevolezza del fatto che la corruzione danneggia gravemente lo Stato, la società e l’economia e che va combattuta su tutti i fronti. A partire da questa constatazione, all’inizio del nuovo secolo sono stati conclusi tre accordi internazionali la cui attuazione viene verificata nei singoli Paesi attraverso uno specifico meccanismo di valutazione. L’obiettivo «Ridurre sensibilmente la corruzione e gli abusi di potere in tutte le loro forme» fa parte dell’Agenda 2030 per uno sviluppo sostenibile. A livello internazionale emergono importanti suggerimenti per prevenire e combattere la corruzione a livello nazionale la Svizzera da parte sua cerca di far confluire le proprie esperienze pratiche nello sviluppo di standard condivisi sul piano internazionale.

Convenzioni internazionali

  • Convenzione delle Nazioni Unite contro la corruzione

Il 24 settembre 2009 la Svizzera ha ratificato la Convenzione dell’ONU contro la corruzione. Dal punto di vista della portata geografica e del contenuto, questa convenzione costituisce lo strumento più completo per lottare contro la corruzione sul piano internazionale.

Diritto federale, raccolta sistematica: Convenzione delle Nazioni Unite contro la corruzione

  • Convenzione dell’OCSE sulla lotta alla corruzione di pubblici ufficiali stranieri nelle operazioni economiche internazionali

All’interno dell’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE; Organisation for Economic Cooperation and Development, OECD), la Svizzera ha preso parte in modo determinante all’elaborazione della Convenzione sulla lotta alla corruzione di pubblici ufficiali stranieri nelle operazioni economiche internazionali. Il nostro Paese ha ratificato l’accordo il 31 maggio 2000 e in precedenza ha adeguato il suo Codice penale.  Da allora la corruzione attiva di pubblici ufficiali stranieri da parte di ditte o privati è penalmente perseguibile.

Diritto federale, raccolta sistematica: Convenzione dell’OCSE sulla lotta alla corruzione di pubblici ufficiali stranieri nelle operazioni economiche internazionali

  • Convenzione penale del Consiglio d’Europa sulla corruzione e Protocollo aggiuntivo 

Il 31 marzo 2006 la Svizzera ha ratificato la Convenzione penale del Consiglio d’Europa sulla corruzione e il relativo Protocollo aggiuntivo. In questo modo, la corruzione passiva di pubblici ufficiali stranieri e la corruzione attiva e passiva nel settore privato è penalmente perseguibile.

Diritto federale, raccolta sistematica: Convenzione penale del Consiglio d’Europa sulla corruzione

Diritto federale, raccolta sistematica: Protocollo aggiuntivo alla Convenzione penale del Consiglio d’Europa sulla corruzione 

Valutazione dei Paesi nell’ambito della lotta contro la corruzione

La Convenzione delle Nazioni Unite contro la corruzione e le convenzioni del Consiglio d’Europa e dell’OCSE prevedono che gli Stati parte effettuino una verifica reciproca dell’attuazione a livello nazionale. In questo modo si crea una pressione politica che garantisce un miglior rispetto degli obblighi assunti.

La Svizzera, come tutti gli altri Stati parte, partecipa a questo meccanismo di monitoraggio: si sottopone regolarmente a una valutazione condotta da altri due Paesi scelti in base a un sorteggio e assume un ruolo attivo nell’esame di altri Stati.

I meccanismi di verifica possono seguire regole diverse, ma un elemento comune a ogni sistema è la pubblicazione di un rapporto finale che può anche contenere una serie di raccomandazioni. I rapporti della Svizzera sono consultabili sui siti Internet delle maggiori organizzazioni internazionali.

UNO-UNCAC

Consiglio d’Europa-GRECO

OCSE

Lotta contro la corruzione in Svizzera

In Svizzera il rispetto degli obblighi internazionali assunti con la ratifica delle convenzioni e il trattamento delle raccomandazioni, come pure la lotta alla corruzione più in generale, è una questione che coinvolge vari uffici federali e autorità a tutti i livelli dello Stato. Per garantire una visione d’insieme e un miglior coordinamento, il 19 dicembre 2008 il Consiglio federale ha istituito un gruppo di lavoro interdipartimentale per la lotta contro la corruzione. La presidenza e la segreteria di questo gruppo di lavoro sono assunte dal DFAE.

DFAE: Gruppo di lavoro interdipartimentale per la lotta contro la corruzione