Dipartimento federale degli affari esteri DFAE

La Brexit si concretizza

Il 31 gennaio 2020 il Regno Unito ha lasciato ufficialmente l’UE. Per il momento, tuttavia, non vi sono cambiamenti nelle relazioni tra la Svizzera e il Regno Unito. Infatti, almeno fino alla fine del 2020, è in vigore un periodo di transizione durante il quale gli accordi bilaterali tra la Svizzera e l’UE continuano a essere applicabili anche al Regno Unito. La Svizzera ha però già gettato le basi per le relazioni con il Regno Unito dopo questo periodo di transizione.

L’uscita del Regno Unito dall’UE non ha per ora conseguenze per la Svizzera. Fino alla fine del 2020 vige infatti un periodo di transizione.

Periodo di transizione fino (almeno) alla fine del 2020

Le relazioni della Svizzera con il Regno Unito sono intense e, attualmente, si basano soprattutto sugli accordi bilaterali conclusi dalla Svizzera con l’UE. L’uscita del Regno Unito dall’UE non ha per ora conseguenze per la Svizzera. Fino al 31 dicembre 2020, infatti, vige un periodo di transizione che potrebbe essere prorogato per un massimo di due anni. Durante questa fase, gli accordi bilaterali tra la Svizzera e l’UE sono applicabili anche al Regno Unito.

Tuttavia, la Svizzera ha già gettato le basi per le future relazioni con il Regno Unito. Nell’ambito della strategia del Consiglio federale «Mind the Gap» – che prende il nome dall’avvertimento che si sente al momento di salire o scendere dai treni della metropolitana di Londra – un gruppo direttivo interdipartimentale guidato dal DFAE ha preparato diversi accordi bilaterali con il Regno Unito che, nel frattempo, sono già stati firmati ed entreranno in vigore alla fine del periodo transitorio. Gli accordi sono stati conclusi nei settori del commercio, dei trasporti stradali e aerei, delle assicurazioni e dei diritti dei cittadini e delle cittadine. La fase di transizione offre alla Svizzera la possibilità di completare o perfezionare con il Regno Unito queste soluzioni sostitutive.

Cosa è successo tra il Regno Unito e l’UE il 31 gennaio 2020?

Il 31 gennaio 2020 il Regno Unito è formalmente uscito dall’Unione europea. Ora inizia un periodo di transizione durante il quale il Paese sottostà ancora alle norme dell’UE. Questo periodo si conclude il 31 dicembre 2020 e può essere prorogato di uno o due anni. In questo lasso di tempo, l’UE e il Regno Unito negozieranno l’impostazione delle relazioni future.

Quali sono le conseguenze per la Svizzera?

Le relazioni della Svizzera con il Regno Unito si basano in gran parte, dal punto di vista giuridico, sugli accordi bilaterali conclusi tra la Svizzera e l’UE. Questa situazione resterà immutata fino alla fine del periodo di transizione. Per garantire i diritti e gli obblighi reciproci esistenti, la Svizzera ha concluso con il Regno Unito accordi nei settori del commercio, della migrazione, dei trasporti e delle assicurazioni nell’ambito della strategia «Mind the Gap».

Cosa cambia per le svizzere e gli svizzeri che si trovano nel Regno Unito?

I diritti esistenti delle cittadine e dei cittadini svizzeri nel Regno Unito (e viceversa) sono garantiti anche dopo la Brexit. Le svizzere e gli svizzeri che vogliono rimanere nel Regno Unito oltre questa data devono registrarsi per ottenere un nuovo statuto di dimora. In questo modo possono continuare a vivere, studiare e lavorare nel Regno Unito.

Le cittadine e i cittadini svizzeri hanno bisogno da subito di un visto per recarsi nel Regno Unito?

No. Almeno fino alla fine del periodo di transizione le svizzere e gli svizzeri possono continuare a viaggiare nel Regno Unito senza visto, con un passaporto o una carta d’identità validi.

Cosa succederà tra la Svizzera e il Regno Unito dopo il 31 dicembre 2020?

In tutti gli ambiti di interesse per entrambe le parti, la Svizzera vorrebbe ampliare la cooperazione con il Regno Unito. La Svizzera prosegue i lavori nell’ambito della strategia «Mind the Gap» coordinata dal DFAE.

Inizio pagina