Nazioni Unite

Foto delle bandiere degli Stati membri delle Nazioni Unite davanti al Palazzo delle Nazioni a Ginevra nel 2014
Davanti al Palazzo delle Nazioni a Ginevra, sede delle Nazioni Unite, le 193 bandiere degli Stati membri sventolano lungo l’«Allée des drapeaux». © UN Photo/Jean-Marc Ferré

Con 193 Stati membri, l’Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU) è l’unica organizzazione in cui è possibile discutere di una molteplicità di questioni di valenza globale coinvolgendo tutti i Paesi e gli attori interessati. L’ONU vanta un’universalità unica per il ventaglio di temi che tratta, la sua composizione, la partecipazione ai processi decisionali, l’elaborazione di norme e standard di portata internazionale come pure l’influsso planetario. Malgrado alcune lacune, l’ONU gode pertanto di una legittimità senza pari a livello mondiale.

Per la Svizzera è indispensabile impegnarsi in seno all’ONU. Le sfide attuali – dalla sicurezza e dal mantenimento della pace alla lotta contro la povertà, dai diritti dell’uomo alla protezione delle risorse naturali – hanno una dimensione globale, che trova una corrispondenza ideale nell’ONU.

Dalla sua adesione nel settembre 2002, la Svizzera si è profilata come un membro attivo e innovativo. In seno all’ONU, la Svizzera ha la possibilità di contribuire alla risoluzione di problemi globali e di assumere le proprie responsabilità nell’andamento degli affari mondiali. Ma l’ONU rappresenta anche una piattaforma privilegiata per difendere i nostri interessi nazionali.

L’impegno della Svizzera in seno alle Nazioni Unite si articola su tre assi principali:

  • il lancio e la promozione di iniziative svizzere
  • il rafforzamento della presenza di svizzeri a tutti i livelli dell’organizzazione
  • il lavoro quotidiano delle Missioni permanenti della Svizzera (Ginevra, New York, Vienna) e dei delegati svizzeri presso le organizzazioni e programmi speciali dell'ONU (Roma, Parigi, Nairobi)

Assieme a New York, Ginevra, principale sede europea dell’ONU, è considerata uno dei due grandi centri della cooperazione multilaterale. La «Ginevra internazionale» assicura alla Svizzera un peso politico superiore a quanto ci si potrebbe attendere dalla sua grandezza, contribuendo così al raggiungimento dei suoi obiettivi di politica estera.

La 72a Assemblea generale dell’ONU

Logo dell'ONU presso la sede di New York.
Assemblea generale dell’ONU © Keystone/Jason Szenes

Impegno per la pace e la sicurezza e promozione dei diritti umani: queste le priorità della Svizzera per la 72a Assemblea generale dell’ONU.

Dossier

Le iniziative svizzere

Per affrontare le grandi sfide del nostro tempo e contribuire alla stabilità del sistema internazionale è indispensabile la partecipazione di tutti gli Stati. È quindi nell’interesse della Svizzera battersi per un'ONU forte e ben funzionante. Ecco perché la Svizzera partecipa attivamente al dibattito sulle riforme dell’ONU e contribuisce, con le sue idee e le sue proposte pragmatiche, alla ricerca di soluzioni. La Svizzera ha espresso il suo parere su numerose questioni, come l’istituzione del Consiglio dei diritti dell’uomo, la riforma del Consiglio di sicurezza, la politica ambientale internazionale, la cooperazione allo sviluppo e l’aiuto umanitario, la promozione dello Stato di diritto o ancora questioni finanziarie e amministrative.

Cittadini svizzeri occupano posti importanti dell’ONU

L’elezione di Joseph Deiss alla presidenza della 65a sessione dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite (14.09.2010-13.09.2011) conferma che la Svizzera può e vuole contribuire al rafforzamento del sistema multilaterale dell’ONU. Accanto all’accesso di altri cittadini svizzeri a posti importanti in seno all’ONU, in qualità di collaboratori o di esperti indipendenti, è una dimostrazione supplementare del riconoscimento da parte delle Nazioni Unite dell’impegno della Svizzera a favore dell’organizzazione.