Dipartimento federale degli affari esteri DFAE

Cinque consigli per chi viaggia in estate

Il DFAE consiglia prudenza e preparazione durante i viaggi durante le vacanze estive. Le informazioni sulle disposizioni del Paese di destinazione e sulle regole per il rientro in Svizzera sono un presupposto indispensabile.

Una maschera facciale è appesa al manico di una valigia grigia.

La situazione generale relativa a COVID-19 richiede un'attenta preparazione per qualsiasi viaggio. © Keystone

Il miglioramento della situazione epidemiologica legata alla crisi del coronavirus ha permesso di eliminare alcune restrizioni, in particolare per i Paesi Schengen e la Gran Bretagna. Tuttavia, la crisi non è ancora finita. Le situazioni e le misure in vigore variano da un paese all'altro e possono cambiare in qualsiasi momento. Cinque consigli possono aiutarvi a organizzare la vostra vacanza.

1| Informarsi sulla situazione sanitaria

Attualmente l’Europa si trova in un periodo di transizione a seguito dell’emergenza sanitaria legata alla pandemia di coronavirus: le condizioni stanno migliorando, ma non si può escludere il rischio di una nuova ondata di contagi.

Prima di partire, i viaggiatori e le viaggiatrici svizzeri devono informarsi sulla situazione sanitaria del Paese in cui desiderano recarsi e, al loro ritorno, devono essere a conoscenza delle regole vigenti in Svizzera. Ognuno è responsabile della preparazione, dell’organizzazione e della realizzazione del proprio viaggio.

I viaggiatori e le viaggiatrici devono inoltre essere consapevoli che le restrizioni di viaggio transfrontaliere o nazionali potrebbero essere nuovamente inasprite nel caso di un nuovo aggravarsi dell’epidemia. In caso di chiusura delle frontiere o di restrizioni del traffico internazionale terrestre o aereo, il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) non potrà ripetere l’operazione di rimpatrio effettuata nel marzo e nell’aprile del 2020.

L’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) è responsabile della pubblicazione di informazioni sulle misure sanitarie in Svizzera (UFSP - Nuovo coronavirus: raccomandazioni per chi viaggia). Inoltre, l’Organizzazione mondiale della sanità fornisce rapporti sui Paesi colpiti dal virus (OMS, COVID-19).

2| Conoscere le misure vigenti

Ogni Paese decide autonomamente le condizioni di ingresso e i provvedimenti da applicare all’interno dei propri confini. Potrebbero vigere misure riguardanti la quarantena, l’utilizzo di mascherine, il distanziamento, le restrizioni d’ingresso, la circolazione interna o i controlli alle frontiere. Per esempio, la situazione potrebbe variare a seconda che ci si trovi in Svizzera, Francia o Italia e le regole possono cambiare in qualsiasi momento.

I cittadini e le cittadine svizzeri sono invitati a seguire le istruzioni e le raccomandazioni dei Paesi in cui si recano e a ricordare che con l’evoluzione della situazione epidemiologica potrebbero verificarsi ulteriori allentamenti o inasprimenti delle misure. Poiché la situazione cambia rapidamente, è consigliabile informarsi presso le autorità del Paese in questione prima e durante il viaggio.

Le informazioni sulle restrizioni d’ingresso e le misure nazionali in vigore possono essere ottenute direttamente presso le ambasciate estere in Svizzera (rappresentanze estere in Svizzera) o possono essere consultate sui siti dei ministeri dei diversi Paesi. Il DFAE non può fornire informazioni nel merito. Le compagnie aeree o di trasporto nazionali forniscono informazioni circa lo stato e le offerte dei trasporti. Le pagine relative ai Consigli di viaggio del DFAE forniscono informazioni in particolare sulla sicurezza nei settori della politica e della criminalità.

Per informarsi in occasione di un ritorno in Svizzera è opportuno consultare la pagina dell’UFSP sulle raccomandazioni per chi viaggia, che riporta le misure in vigore in Svizzera. Dal 6 luglio 2020 il Consiglio federale ha deciso che le persone che arrivano in Svizzera da determinati Paesi e zone devono essere messe in quarantena. (Elenco degli Stati e delle regioni con rischio elevato di contagio)

 

3| Registrare i propri viaggi sull’applicazione Travel Admin del DFAE

Il Dipartimento invita viaggiatori e viaggiatrici a scaricare l’app Travel Admin del DFAE e a registrare i propri spostamenti. Lo scopo dell’app, disponibile gratuitamente, è aiutare chi viaggia a prendere decisioni informate e appropriate e fornire loro informazioni utili per poter preparare il viaggio con cura. In caso di gravi situazioni di crisi, la registrazione dei viaggi consente al DFAE di fornire informazioni mirate ai cittadini e alle cittadine svizzeri e, se necessario e possibile, di mettersi in contatto con loro.

Sul sito Internet del DFAE sono consultabili le istruzioni passo dopo passo per  iscriversi all’app Travel Admin e registrare i viaggi.

4| Astenersi, per quanto possibile, dal viaggiare in altri Paesi

Dal 15 giugno 2020, l’Ufficio federale della sanità pubblica UFSP consiglia ancora di rinunciare ai viaggi all’estero non necessari.

Troverete le ultime informazioni utili direttamente sul sito dell'Ufficio federale della sanità pubblica UFSP:

Qualsiasi ulteriore allentamento delle raccomandazioni di viaggio dipende dall’evoluzione della situazione epidemiologica. L’UFSP si occupa di fornire alla popolazione le informazioni più aggiornate. È necessario restare vigili, perché la situazione può cambiare rapidamente. In caso di chiusura delle frontiere, il DFAE non potrà ripetere l’operazione di rimpatrio effettuata nel marzo e nell’aprile del 2020.

5| Cosa fare in caso di emergenza?

Il Dipartimento fornisce assistenza solo quando le persone interessate dimostrano di aver fatto tutto quello che ci si può ragionevolmente aspettare da loro per porre rimedio a una situazione di emergenza, organizzandosi e procurandosi i mezzi finanziari necessari, anche tramite le loro famiglie o le loro conoscenze, secondo il principio della sussidiarietà stabilito dalla legge.

In tal caso, i cittadini e le cittadine svizzeri e del Liechtenstein che si trovano in difficoltà all’estero possono chiedere aiuto e consulenza alle rappresentanze svizzere o rivolgersi alla Helpline del DFAE. 

Ognuno è responsabile della preparazione, dell’organizzazione e della realizzazione del proprio viaggio.

Inizio pagina