Dipartimento federale degli affari esteri DFAE

Il DFAE condanna i recenti attacchi terroristici

Nel recente attacco terroristico compiuto nella serata di lunedì 2 novembre a Vienna è rimasta leggermente ferita anche una cittadina svizzera, che nel frattempo è stata dimessa dall’ospedale. Il consigliere federale Ignazio Cassis augura una pronta guarigione alla nostra connazionale ed esprime il suo cordoglio alle famiglie delle vittime dei recenti attacchi terroristici di Vienna, Francia e Kabul.

04.11.2020
Agenti austriaci in assetto speciale schierati davanti a un’auto della polizia.

Il DFAE condanna fermamente i recenti attacchi terroristici in Francia, Austria e Afghanistan. © Keystone

Il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) è costernato per i recenti attacchi terroristici perpetrati in Europa. È stato inoltre informato che una persona con cittadinanza svizzera e tedesca è rimasta leggermente ferita la sera del 2 novembre mentre fuggiva dai luoghi degli attentati messi a segno a Vienna. Dopo essere stata medicata è potuta tornare a casa e riceverà cure domiciliari. Per motivi di protezione dei dati e della privacy non è possibile fornire ulteriori dettagli. L’Ambasciata di Svizzera a Vienna rimane in contatto con le autorità austriache. «Condanno questo atto efferato e auguro una pronta guarigione alla nostra connazionale», ha dichiarato il consigliere federale Ignazio Cassis. «Ai familiari delle vittime degli attentati porgo le mie più sentite condoglianze».

Dopo gli attentati in Francia e in Austria, che sono costati la vita a vittime innocenti, la Svizzera si schiera solidale al fianco dei due Paesi vicini e delle loro popolazioni. Martedì scorso il consigliere federale Ignazio Cassis ha espresso il proprio cordoglio al suo omologo austriaco Alexander Schallenberg. È inoltre in contatto regolare con il ministro degli esteri francese Jean-Yves Le Drian.

Il DFAE è rimasto profondamente scioccato anche per l’attacco terroristico compiuto lunedì all’Università di Kabul, nel quale hanno perso la vita più di 20 studenti e studentesse. Il DFAE condanna fermamente tutti gli atti di terrorismo e ricorda che il rispetto della vita umana deve essere garantito in ogni situazione e in ogni circostanza.

La Svizzera segue inoltre con preoccupazione l’inasprimento dei toni tra alcuni attori internazionali e chiede loro di astenersi da minacce e richieste unilaterali di boicottaggio. Si appella ai valori inalterabili della libertà d’espressione, del rispetto reciproco e del dialogo, che ritiene fondamentali e per i quali si batterà sempre insieme ai suoi partner.

Inizio pagina