Convenzione sui diritti delle persone con disabilità

La Convenzione sui diritti delle persone con disabilità garantisce a queste persone la totalità dei diritti umani. È stata approvata dall’Assemblea generale dell’ONU il 13 dicembre 2006 e la Svizzera vi ha aderito il 15 aprile 2014.

La Convenzione sui diritti delle persone con disabilità (CDPD) garantisce a tali persone la totalità dei diritti umani e la partecipazione alla vita pubblica, economica e sociale. Non crea diritti speciali, ma concretizza i diritti umani universali dal punto di vista delle persone con disabilità. L’obiettivo è promuovere le pari opportunità per le persone con disabilità e impedire che esse vengano discriminate nella società.
La Convenzione garantisce tra l’altro i seguenti diritti:

  • il diritto a una vita indipendente e all’autodeterminazione
  • il diritto a una famiglia propria
  • il diritto all’occupazione
  • il diritto a un livello di vita adeguato e alla protezione sociale
  • l’accesso all’istruzione
  • il diritto alla partecipazione alla vita pubblica e culturale
  • la protezione da discriminazioni multiple, violenza, sfruttamento e abusi

Gli Stati parte alla Convenzione si impegnano a creare servizi specializzati (i cosiddetti «focal point») che accompagnino l’attuazione degli obblighi previsti. Devono inoltre elaborare un programma nazionale per attuare e promuovere la Convenzione.

La Convenzione, a cui la Svizzera ha aderito il 15 aprile 2014, è entrata in vigore per il nostro Paese il 15 maggio 2014.  

Convenzione sui diritti delle persone con disabilità (CRPD)

Stati parte alla CRPD (fr)

Meccanismo di controllo

Nell’ambito della Convenzione gli Stati parte si impegnano a presentare rapporti periodici al Comitato per i diritti delle persone con disabilità dell’ONU, che funge da organo di controllo. Il primo rapporto va presentato entro due anni dalla ratifica, mentre i successivi almeno ogni quattro anni. Il primo rapporto della Svizzera deve essere presentato nel 2016 ed è attualmente in fase di elaborazione.

L’ente responsabile dei rapporti nazionali della Svizzera sull’attuazione degli obblighi derivanti dalla Convenzione sui diritti delle persone con disabilità è l’Ufficio federale per le pari opportunità delle persone con disabilità. 

Informazioni concernenti la Convenzione sui diritti delle persone con disabilità e i rapporti nazionali della Svizzera

Comitato per i diritti delle persone con disabilità (en)

Protocollo facoltativo

La Convenzione è integrata da un Protocollo facoltativo che prevede una procedura di comunicazione individuale e una procedura d’inchiesta.  

Il Protocollo facoltativo è stato approvato dall’Assemblea generale dell’ONU il 13 dicembre 2006 ed è entrato in vigore il 3 maggio 2008. La Svizzera non lo ha ancora ratificato.

Protocollo facoltativo alla Convenzione sui diritti delle persone con disabilità (fr)

Stati Parte al Protocollo facoltativo alla Convenzione sui diritti delle persone con disabilità (fr)