Inizio pagina

Convenzione sui diritti delle persone con disabilità

La Convenzione sui diritti delle persone con disabilità garantisce a queste persone la totalità dei diritti umani. La Convenzione è stata adottata dall’Assemblea generale dell’ONU il 13 dicembre 2006. La Svizzera vi ha aderito il 15 aprile 2014.

La Convenzione sui diritti delle persone con disabilità (CDPD) garantisce a queste persone la totalità dei diritti umani e la partecipazione alla vita pubblica, economica e sociale. Non crea diritti speciali, ma concretizza i diritti umani universali dal punto di vista delle persone con disabilità. L’obiettivo è promuovere le pari opportunità per le persone con disabilità e impedire che esse vengano discriminate nella società.

La CDPD garantisce tra le altre cose i seguenti diritti:

  • il diritto a una vita indipendente e all’autodeterminazione
  • il diritto a una famiglia propria
  • il diritto all’occupazione
  • il diritto a un livello di vita adeguato e alla protezione sociale
  • l’accesso all’istruzione
  • il diritto alla partecipazione alla vita pubblica e culturale
  • la protezione da discriminazioni multiple, violenza, sfruttamento e abusi

La CDPD obbliga gli Stati parte a creare servizi specializzati (i cosiddetti «focal point») che accompagnino l’attuazione degli obblighi previsti. Gli Stati parte devono inoltre elaborare un programma nazionale per attuare e promuovere la Convenzione.

La CDPD, a cui la Svizzera ha aderito il 15 aprile 2014, è entrata in vigore per il nostro Paese il 15 maggio 2014.

Convenzione sui diritti delle persone con disabilità (CDPD)

Meccanismo di controllo

La CDPD obbliga gli Stati parte a presentare rapporti periodici al Comitato ONU per i diritti delle persone con disabilità, che funge da organo di controllo. Il primo rapporto va presentato entro due anni dalla ratifica, mentre i successivi almeno ogni quattro anni. l primo rapporto della Svizzera era previsto per il 2016 e sarà presentato nel 2022.

L’ente responsabile dei rapporti nazionali della Svizzera sull’attuazione degli obblighi derivanti dalla CDPD è l’Ufficio federale per le pari opportunità delle persone con disabilità.

Informazioni sulla CDPD e sui rapporti nazionali della Svizzera

Comitato per i diritti delle persone con disabilità (en)

Protocollo facoltativo

La CDPD è integrata da un Protocollo facoltativo (opzionale) che prevede una procedura individuale di comunicazione e una procedura d’inchiesta.

Il Protocollo facoltativo è stato adottato dall’Assemblea generale dell’ONU il 13 dicembre 2006 ed è entrato in vigore il 3 gennaio 2008. La Svizzera non lo ha ancora ratificato.

Protocollo opzionale alla Convenzione sui diritti delle persone con disabilità

Ultima modifica 01.03.2022