Paesi confinanti

La cura delle relazioni con i Paesi e le regioni confinanti è uno degli indirizzi prioritari della politica estera svizzera nella legislatura 2016–2019. Questo orientamento strategico si riflette sia nell’intenso scambio di visite diplomatiche a livello bilaterale e regionale sia nell’impegno profuso per discutere con i Paesi confinanti sulle questioni ancora aperte e per cercare insieme a loro soluzioni costruttive.

I legami tra la Svizzera e i Paesi confinanti sono stretti e si basano su affinità e interessi comuni di carattere politico, linguistico, economico e culturale. Il 60 per cento dei cittadini UE residenti in Svizzera proviene dai Paesi limitrofi e il 70 per cento degli scambi bilaterali di merci tra la Svizzera e l’Unione europea si concentra su Germania, Francia, Italia e Austria, che sono anche importanti Stati membri dell’UE. La Svizzera ha pertanto grande interesse a intrattenere un dialogo costante con questi Paesi in merito al suo rapporto con l’UE, tanto più che i primi tre Stati summenzionati appartengono al G-8 e la Francia è anche membro permanente del Consiglio di sicurezza dell’ONU.

La cooperazione con i Paesi confinanti è incentrata principalmente su questioni finanziarie, fiscali, energetiche e riguardanti i trasporti, ma vi è una stretta collaborazione anche nel settore consolare e in materia di visti nonché nell’ambito della ricerca e dell’innovazione. Un altro aspetto importante delle relazioni con i Paesi confinanti è la cooperazione nello spazio alpino. La Svizzera opera inoltre in stretta collaborazione con i suoi vicini anche a livello multilaterale, per esempio nel quadro della presidenza svizzera dell’OSCE nel 2014, del problema del finanziamento del terrorismo attraverso la presa di ostaggi o dell’impegno comune nella lotta contro la pena di morte nel mondo. A ciò si aggiungono gli scambi regolari, nell’ambito di consultazioni politiche, tra la Svizzera e i Paesi confinanti sulle questioni di attualità internazionale.

Le relazioni tra la Svizzera e le regioni immediatamente confinanti sono particolarmente strette. Il volume degli scambi commerciali che la Svizzera intrattiene con il land tedesco del Baden-Württemberg è pressoché simile a quello registrato con gli USA e addirittura superiore al volume degli scambi commerciali con Cina, Russia, Brasile, India e Sudafrica messi insieme. Anche gli scambi commerciali della Svizzera con le regioni italiane limitrofe superano quelli con la Cina. Il fatto di avere ai propri confini due delle regioni più competitive d’Europa, ossia la Germania meridionale e l’Italia settentrionale, e di poter contemporaneamente accedere a forza lavoro qualificata contribuisce notevolmente al successo economico della Svizzera.