Con le vittime della guerra: fotografie di Jean Mohr

In occasione del 150° anniversario del CICR e della prima Convenzione di Ginevra, il DFAE ha organizzato insieme al Musée de l’Elysée di Losanna una mostra fotografica con gli scatti di Jean Mohr, ex delegato del CICR. Le circa 60 fotografie d’autore, in bianco e nero, ritraggono persone in contesti di guerra sonno esposte in sedi esterne della Svizzera, e al Landesmuseum Zürich dal 23.08 al 26.10.2014.

Jean Mohr, ex delegato del Comitato internazionale della Croce Rossa (CICR), ci fa entrare con i suoi scatti nel mondo delle guerre e dei conflitti armati. Nato nel 1925, Jean Mohr è autore di numerosi reportage sulle vittime di guerra in tutto il mondo. Il suo lavoro mette al centro le conseguenze a lungo termine dei conflitti armati e le loro ripercussioni sulle persone e sull’ambiente.

Le fotografie di Jean Mohr mostrano i profughi colpiti dalle crisi e paesaggi modificati dai conflitti. Le immagini evocano il modo in cui i bambini affrontano le conseguenze della guerra e in cui gli adulti, nonostante tutto, trovano la maniera di vivere una sorta di normalità nelle peggiori delle condizioni. Malgrado le circostanze le immagini trasmettono speranza e dignità.

Allestimento in Svizzera e in sedi esterne della Svizzera
Organizzata in occasione del 150° anniversario del CICR e della prima Convenzione di Ginevra, la mostra non e allestita solo in Svizzera, ma anche in sedi esterne del Paese. Finora gli scatti sono stati esposti in più di venti Stati, tra cui Madagascar, Niger, Ungheria, Egitto, Singapore, Francia, Austria e Israele. E sono previste altre mostre, sempre accompagnate da eventi paralleli in cui saranno integrati anche temi umanitari di attualità nel relativo Paese.

In Svizzera le fotografie di Jean Mohr saranno esposte al Landesmuseum Zürich dal 23 agosto al 26 ottobre 2014. L’ingresso è gratuito.