Inizio pagina

Cosa sono le «ambasciate sostenibili»?

Due mani racchiudono una casetta verde di cartone.
Le ambasciate svizzere vengono ottimizzate per quanto concerne le tre dimensioni della sostenibilità: ambiente, economia e società. (© Keystone )

La Svizzera si impegna a livello nazionale e internazionale per mettere in atto in modo efficace l’Agenda 2030 per uno sviluppo sostenibile. Con le «ambasciate sostenibili» la Svizzera si assume la propria responsabilità per la costruzione di un ambiente e una società sostenibili anche all’estero.

Il concetto di «ambasciata sostenibile» indica un’ottimizzazione di tutti gli aspetti delle tre dimensioni della sostenibilità (ambiente, economia e società) nelle ambasciate svizzere. Questo dossier presenta in particolare misure concernenti la dimensione ambientale, soprattutto in settori quali efficienza energetica e delle risorse, energie rinnovabili, protezione del clima, promozione della biodiversità ed edilizia ecosostenibile. In questo contesto assume un ruolo di particolare rilievo la sensibilizzazione delle collaboratrici e dei collaboratori delle ambasciate, che con il proprio comportamento quotidiano contribuiscono attivamente a raggiungere gli obiettivi di sostenibilità. Le rappresentanze della Svizzera assumono all’estero una funzione esemplare e fungono da vetrina per l’impegno del nostro Paese a favore della sostenibilità. 

Edilizia sostenibile

L’edilizia è un fattore determinante per una buona performance della Svizzera: il servizio competente, ossia l’Ufficio federale delle costruzioni e della logistica (UFCL), si adopera per garantire la sostenibilità, a livello di costruzione e manutenzione, degli edifici della Confederazione in Svizzera e all’estero. In tutte le fasi della gestione immobiliare, ad esempio, vengono prese in considerazione in modo equilibrato le tre dimensioni fondamentali per uno sviluppo sostenibile – ambiente, economia e società. Gli incarichi sono svolti secondo i principi della funzionalità, dell’economicità e dell’utilità, tenendo sempre conto delle particolarità locali, come metodi di costruzione tradizionali, edifici adeguati al clima e installazioni ecologiche. L’UFCL rispetta lo «Standard Costruzione sostenibile Svizzera (SNBS)» per tutti gli edifici di cui si occupa in Svizzera e all’estero. I criteri di sostenibilità sono applicati già al momento di scegliere il terreno e i materiali da costruzione. 

Parte del contributo svizzero all’attuazione dell’Agenda 2030 

Il dossier «ambasciate sostenibili» fa parte del contributo svizzero all’attuazione dell’Agenda 2030 e dell’Accordo di Parigi sul clima, entrambi varati nel 2015 dalla comunità internazionale. Si inserisce inoltre nel piano di misure del Consiglio federale per un’economia verde e nel progetto «Rumba: Gestione delle risorse e del management ambientale dell’Amministrazione federale». Questo approccio improntato alla sostenibilità non ha tuttavia solo lo scopo di mettere in pratica politiche e strategie nazionali e internazionali, ma si rivela efficace anche dal punto di vista economico, in quanto consente di ridurre i costi di manutenzione e di gestione degli edifici delle ambasciate svizzere all’estero. Un vantaggio quindi sia per l’ambiente e la società sia per le finanze.

Ultima modifica 26.01.2022