Conferenza dell’ONU a New York per la ricostruzione: la Svizzera sostiene Haiti con 90 milioni di franchi

Berna, Comunicato stampa, 01.04.2010

La Svizzera si impegnerà a lungo termine a favore di Haiti. In occasione della conferenza dell’ONU tenutasi il 31 marzo 2010 a New York, il direttore della DSC Martin Dahinden ha ribadito la solidarietà della Svizzera nei confronti di questo paese devastato dal terremoto. La Confederazione metterà a disposizione fino al 2012 35,9 milioni di franchi per la ricostruzione, ai quali si aggiungono i 55 milioni raccolti dalla Catena della Solidarietà e da organizzazioni alleate.

Alla conferenza ministeriale Verso un nuovo futuro per Haiti tenutasi il 31 marzo a New York, la delegazione svizzera, guidata dal direttore della DSC Martin Dahinden, ha presentato il suo programma di aiuto alla popolazione haitiana. Oltre al sostegno umanitario, la Svizzera garantirà un’assistenza a lungo termine per la ricostruzione. “Dopo il devastante terremoto, la Svizzera ha soccorso Haiti nel quadro dell’intervento più vasto mai organizzato dalla Confederazione”, ha spiegato Dahinden. “Continueremo ad aiutare il paese anche nella ricostruzione: le sfide maggiori saranno il risanamento di infrastrutture come scuole e ospedali, lo sviluppo delle regioni rurali e la sicurezza alimentare”.  

A tale scopo, la Svizzera seguirà le direttive del piano d’azione delle Nazioni Unite e, affinché gli sforzi non si limitino alla capitale Port-au-Prince, in accordo con il governo haitiano sosterrà anche progetti periferici. La Confederazione gestisce dal 2005 un Ufficio di cooperazione a Port-au-Prince e il suo operato è di conseguenza ben radicato nel paese. 

Il contributo della Svizzera alla ricostruzione economica, sociale e politica sarà reso possibile dalla riorganizzazione dei crediti quadro esistenti. Le spese saranno imputate al credito d’aiuto umanitario 2006 (20 milioni di franchi) e al credito di cooperazione allo sviluppo 2008 (15,9 milioni di franchi). Il totale dell’aiuto ammonta a 35,9 milioni di franchi tra il 2010 e il 2012, che si aggiungono ai 55 milioni di franchi che sono stati raccolti dalla Catena della Solidarietà e dalle sue organizzazioni alleate.

La Segreteria di Stato dell’economia (SECO) prevede di versare 4 milioni di dollari per l’estinzione del debito di Haiti nei confronti della Banca mondiale. Nell’ambito della ricostituzione del fondo della Banca Interamericana di Sviluppo (BIS), la Svizzera sostiene inoltre la cancellazione di tutti i debiti di Haiti nei confronti della BIS.

Il 12 marzo 2010, un terremoto di magnitudo 7 sulla scala Richter aveva devastato Haiti provocando, secondo fonti dell’ONU, oltre 220'000 morti e 300'000 feriti. Circa 1,5 milioni di persone hanno perso tutto e sono costretti a vivere in alloggi di fortuna.  


Informazioni supplementari:

Earthquake in Haiti
Haiti


Indirizzo per domande:

Informazione DFAE
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
Tel.: (+41) 031 322 31 53
Fax: (+41) 031 324 90 47
E-Mail: info@eda.admin.ch


Editore

Dipartimento federale degli affari esteri