Divisione Americhe

La Divisione Americhe è responsabile delle relazioni politiche con i 35 Stati dell’intero continente americano, dall’Alaska alla Terra del Fuoco, compresi i Caraibi. Ha come compito principale il coordinamento degli interessi svizzeri nei confronti dei Paesi di questa regione. 

La Divisione è in costante contatto con le rappresentanze all’estero della Svizzera stabilite nell’area di loro competenza (ambasciate, consolati generali, consolati, consolati onorari e uffici di collegamento e di programma della Svizzera). Partecipa in modo attivo alla definizione e alla realizzazione della politica estera svizzera e segue e analizza costantemente gli avvenimenti quotidiani e lo sviluppo della situazione politica, economica e umanitaria sul continente americano. Svolge in particolare le seguenti attività:

  • coordinare le attività bilaterali dei vari servizi dell’Amministrazione federale;

  • definire le posizioni politiche e realizzare la politica estera svizzera a livello bilaterale in contatto con le rappresentanze diplomatiche della Svizzera in loco e con le 15 ambasciate di questi Stati a Berna;

  • formulare raccomandazioni e strategie politiche per la definizione della politica svizzera nei confronti del continente americano;

  • organizzare, preparare e valutare le visite all’estero del capo e della segretaria di Stato del DFAE ed elaborare contributi per la preparazione dei viaggi della presidente o del presidente della Confederazione e di altri capi di dipartimento;

  • preparare le visite di delegazioni straniere presso il capo e la segretaria di Stato del DFAE;

  • preparare materiale informativo sulle relazioni bilaterali con i Paesi americani per il Consiglio federale, il Parlamento, l’Amministrazione federale, i media e i cittadini interessati;

  • curare i contatti con gli ambienti interessati, come camere di commercio, organizzazioni di parlamentari, associazioni assistenziali e organizzazioni non governative;

  • curare diversi mandati in qualità di potenza protettrice per Stati terzi attraverso il Servizio degli interessi stranieri appartenente a questa Divisione. 

La Divisione Americhe è suddivisa in due gruppi di coordinamento regionale: la Coordinazione regionale America del Nord e centrale, che include i Caraibi, e la Coordinazione regionale America del Sud. I gruppi di coordinamento regionale coordinano e curano in maniera sistematica le relazioni bilaterali con i Paesi situati nella regione. Essi rappresentano il punto di collegamento tra le rappresentanze svizzere sul continente americano e l’Amministrazione federale, e curano i contatti con le ambasciate degli Stati americani a Berna e con uffici esterni che si occupano di questa regione. 

In particolare si occupano delle seguenti tre aree prioritarie:

  1. potenziamento delle relazioni con i Paesi membri del G20 e i Paesi che condividono gli stessi valori della Svizzera (i cosiddetti Paesi «like minded»), al fine di attuare un’azione comune per la soluzione delle sfide globali;

  2. contributo al rafforzamento dello stato di diritto e dei diritti umani al fine di promuovere la democrazia e lo sviluppo della regione, in particolare nei Paesi che presentano istituzioni deboli o a tendenza autocratica;

  3. miglioramento delle condizioni generali a beneficio dell’economia svizzera, così come lo sfruttamento delle opportunità di collaborazione nei campi della ricerca orientati al futuro, della scienza e della tecnologia. 

Coordinazione regionale America del Nord e centrale

La Coordinazione regionale America del Nord e centrale è competente per le relazioni bilaterali tra la Svizzera e gli USA, il Canada, il Messico, gli Stati dell’America centrale e gli Stati dei Caraibi. Gli USA svolgono un ruolo predominante, essendo per la Svizzera il partner di gran lunga più importante al di fuori dell’Europa, sia per le relazioni economiche sia per le attività internazionali e multilaterali. Con gli USA, la Svizzera tiene ogni anno consultazioni a livello politico. Inoltre, a margine di eventi multilaterali, cerca il contatto regolare con interlocutori americani. La Svizzera intrattiene rapporti politici regolari anche con il Canada e il Messico, membri del G20. Entrambi i Paesi sono partner importanti per le relazioni economiche e per la cooperazione in seno a organismi multilaterali. Nei Caraibi le relazioni sono focalizzate su Cuba e Haiti, dove la Svizzera gestisce un importante programma di cooperazione e ricostruzione. 

Coordinazione regionale America del Sud

La Coordinazione regionale America del Sud è responsabile delle relazioni bilaterali della Svizzera con i 12 Paesi dell’America meridionale (Argentina, Bolivia, Brasile, Cile, Colombia, Ecuador, Guyana, Paraguay, Perù, Suriname, Uruguay e Venezuela) nonché con i cinque Paesi meridionali delle Piccole Antille e coordina le politiche della Confederazione nei confronti di questi Paesi. Grazie alle sue nove ambasciate, la Svizzera dispone di una rete estesa di rappresentanze diplomatiche, a testimonianza degli intensi legami storici (emigrazione svizzera nel XIX e XX secolo) tuttora percepibili attraverso le intese e diversificate relazioni bilaterali nonché gli ingenti investimenti effettuati in questi Paesi. La Svizzera cura contatti politici regolari con il Brasile (BRICS e G20), l’Argentina (G20) nonché la Colombia, il Cile e il Perù (insieme al Messico, questi Paesi sono membri dell’Alleanza del Pacifico, in cui la Svizzera gode dello statuto di Paese osservatore). Al centro della cooperazione allo sviluppo vi sono la Colombia (SECO, DSC, DSU), la Bolivia (DSC) e il Perù quali hub regionali della Divisione Programma globale Acqua e della Divisione Programma Globale Cambiamento climatico e ambiente della DSC. 

Servizio degli interessi stranieri

Il Servizio degli interessi stranieri si occupa di una serie di mandati in qualità di potenza protettrice, tra cui USA in Iran, Iran in Egitto, Russia in Georgia e Georgia in Russia. La rappresentanza degli interessi statunitensi in Iran si basa su un mandato completo (consolare e diplomatico). Gli altri mandati sono piuttosto di natura formale: gli affari sono trattati in loco da una sezione di interessi del Paese in questione con l’impiego di personale proprio. Queste sezioni per gli interessi stranieri sono poste sotto il protettorato della Svizzera conformemente al diritto internazionale. 

La protezione degli interessi statunitensi in Iran risale alla crisi degli ostaggi del 1980. Da allora, ad eccezione del rilascio di visti, tutti gli affari consolari per i cittadini statunitensi in Iran (ad es. richiesta di passaporto, modifica dello stato civile, assicurazione sociale, protezione consolare, servizi notarili) sono trattati dal servizio svizzero incaricato degli interessi americani a Teheran e dal Servizio degli interessi stranieri presso la Centrale a Berna. Tale servizio funge da punto di collegamento con l’Ambasciata degli Stati Uniti a Berna. 

Organizzazione

Direzione della Divisione: 1 collaboratore diplomatico con il titolo di ambasciatore 

Direttore supplente della Divisione: 1 collaboratore diplomatico con il titolo di ministro 

Specialisti del settore geografico: 7 collaboratori diplomatici e scientifici (USA, America centrale e America del Sud, Canada, Caraibi del Nord e del Sud) 

Segreteria: 2 collaboratrici 

Servizio degli interessi stranieri: 1 collaboratore diplomatico, 1 collaboratore consolare, 1 collaboratrice specializzata