Relazioni bilaterali Svizzera–Mozambico

Le relazioni tra la Svizzera e il Mozambico sono buone. Il Mozambico è un Paese prioritario della cooperazione svizzera allo sviluppo. La Svizzera ha sostenuto il Mozambico a far fronte alle conseguenze della guerra civile che ha imperversato nel Paese dal 1976 al 1992. Il potenziale economico del Paese offre alle imprese svizzere prospettive per un’intensificazione degli scambi e degli investimenti.

Priorità delle relazioni diplomatiche

La Svizzera e il Mozambico hanno avviato le relazioni diplomatiche nel 1976, subito dopo l’indipendenza del Paese. Da quel momento si sono svolte regolarmente visite ufficiali di alto livello tra i due Stati.

Nel quadro della propria politica di promozione della pace, la Svizzera ha sostenuto il Mozambico nell’affrontare le conseguenze della guerra civile (1976–1992) sotto forma d’aiuto umanitario e aiuto allo sviluppo. In Mozambico continua a regnare un conflitto latente tra il partito FRELIMO, salito al Governo dopo l’indipendenza, e il partito d’opposizione RENAMO, che ha continuato ad avere un movimento armato pur partecipando alla vita politica del Paese. Dall’inizio del 2017 la Svizzera presiede un Gruppo di contatto composto da sette membri, che accompagna le due parti in conflitto nella prospettiva di concludere un accordo di pace duraturo.

Cooperazione economica

Dopo aver vissuto una quindicina d’anni di stabilità economica, con un tasso di crescita di circa il 7% l’anno, il Mozambico attraversa oggi una crisi economica e finanziaria in parte legata al forte indebitamento. Tuttavia, la sua posizione geografica favorevole, le sue risorse naturali (terra, carbone, ecc.) e soprattutto le sue riserve di gas naturale ancora in gran parte inutilizzate fanno del Mozambico un Paese con un notevole potenziale economico.

Numerose aziende svizzere si sono stabilite negli ultimi anni, a riprova del fatto che il Paese suscita un interesse sempre maggiore. In questo contesto, nel 2013 l’Ambasciata di Svizzera a Maputo ha istituito lo Swiss Mozambican Business Network, che nel 2017 si è formalmente trasformato nella Camera di Commercio Svizzera-Mozambico.

Swiss Mozambican Business Network (en)

Un accordo commerciale concluso nel 1979 e un accordo bilaterale concernente la promozione e la protezione degli investimenti stipulato nel 2002 costituiscono la base per lo sviluppo delle relazioni economiche tra i due Paesi.

Banca dati dei trattati internazionali

Dal Mozambico la Svizzera importa perlopiù prodotti agricoli, tabacco, pietre e metalli preziosi e esporta soprattutto prodotti farmaceutici e materiale sanitario.

Sostegno commerciale, Switzerland Global Enterprise

Cooperazione allo sviluppo e aiuto umanitario

Il Mozambico è un Paese prioritario della cooperazione svizzera allo sviluppo. Il programma di cooperazione si concentra su tre assi principali: lo sviluppo economico, la sanità e la governance locale. La Svizzera sostiene progetti locali, in particolare nelle province settentrionali di Cabo Delgado, Niassa e Nampula. Sulla scala nazionale, la Svizzera sostiene il Governo nella realizzazione di riforme istituzionali in vari settori.

Segreteria di Stato dell’economia SECO, Cooperazione e sviluppo economico

Cooperazione allo sviluppo e aiuto umanitario

Le svizzere e gli svizzeri in Mozambico

In base alla Statistica sugli Svizzeri all’estero, in Mozambico vivono 149 cittadini svizzeri.

Storia delle relazioni bilaterali

Il 30 ottobre 1974 il Consiglio federale riconosce l’indipendenza del Mozambico, proclamata ufficialmente il 24 giugno 1975. Nel 1977 la Svizzera apre un’ambasciata a Maputo e nel 1979 avvia la cooperazione bilaterale allo sviluppo.

Gli inizi della cooperazione svizzera con il Mozambico risalgono agli anni 1880, durante i quali viene fondata la Missão Suiça (Missione svizzera). I missionari svizzeri si fanno conoscere nel Paese per il loro impegno sociale: costruiscono infatti ospedali e scuole, nelle quali si dedicano anche all’insegnamento delle lingue locali, cosa che provoca alcuni attriti con il potere coloniale portoghese. Tra gli allievi dei missionari figurano mozambicani influenti, come Eduardo Mondlane, cofondatore e presidente del partito FRELIMO.

Mozambico, Dizionario storico della Svizzera