Validi il:
Diffusi il: 11.07.2018

Le autorità possono dichiarare improvvisamente lo stato d’emergenza e coprifuochi nelle regioni colpite. (Capitoli Valutazione sommaria)


Consigli di viaggio – Papua Nuova Guinea

I consigli di viaggio poggiano su un'analisi della situazione attuale effettuata dal DFAE. Sono permanentemente controllati e se necessario aggiornati.
Si prega inoltre di leggere anche le raccomandazioni generali per tutti i viaggi come pure la rubrica focus, parte integrante dei presenti Consigli di viaggio.

Valutazione sommaria

Chi si reca in viaggio in Papua Nuova Guinea deve prestare particolare attenzione alla propria sicurezza personale.

Molti gruppi etnici vivevano fino a poco tempo fa isolati ed erano in parte nemici fra loro. La loro convivenza in uno Stato moderno comporta difficoltà politiche e sociali. Il tasso di criminalità è molto elevato.

La situazione politica e sociale è sempre più tesa. Dopo le elezioni parlamentari del 2017, ci sono state sempre più manifestazioni, disordini locali e scontri violenti a matrice politica, soprattutto negli altopiani. Le autorità possono dichiarare improvvisamente lo stato d’emergenza e coprifuochi nelle regioni colpite.
Dimostrazioni e scioperi possono essere accompagnati da atti di vandalismo, manifestazioni violente, saccheggi ed altri reati violenti. Di conseguenza, perturbazioni e ritardi dei movimenti turistici sono possibili.

In caso di blocchi della circolazione e scioperi, ai viaggiatori non resta che informarsi sul posto riguardo alle possibilità di viaggio alternative e, se la situazione lo richiede, attendere il placarsi delle tensioni. In caso di blocchi, i mezzi di assistenza della Svizzera, per l'uscita dalle regioni colpite, sono solo limitati, se non addirittura nulli.

A causa della grave crisi economica, non si possono escludere delle difficoltà di approvvigionamento e la scarsità di prodotti per il fabbisogno quotidiano.

Non si può escludere il rischio di attentati terroristici neanche in Papua Nuova Guinea. La rubrica terrorismo e sequestri rende attenti ai pericoli del terrorismo.
Terrorismo e sequestri

Informarsi prima della partenza e durante il soggiorno tramite i media e l'operatore turistico in merito alla sicurezza attuale nel luogo di destinazione. Evitare le manifestazioni di qualsiasi tipo, attenersi alle istruzioni delle autorità locali (coprifuochi ecc.) e restare in contatto con l'operatore turistico.

Pericoli locali specifici

Per quanto riguarda la descrizione delle zone a rischio, le indicazioni fornite sono approssimative; i pericoli non possono essere circoscritti esattamente a una precisa regione.

Bougainville: I viaggiatori devono presentare in anticipo il proprio itinerario all’amministrazione provinciale di Bougainville e annunciarsi all’arrivo sull’isola: tel. 00675 973 97 98.
Sebbene sia stato firmato un accordo di pace il 1° giugno 2001 fra il governo e i combattenti indipendentisti, si raccomanda, in ogni caso, prudenza nell'intraprendere viaggi sull'isola di Bougainville. I ribelli godono di notevole potere nel Bougainville centrale, dove si trova la miniera di rame Panguna (ormai in disuso). Qui gli stranieri non sono benvenuti e dovrebbero perciò evitare questa regione.

Buin: Si sconsiglia di recarsi a Buin, nel sud dell'isola, a causa delle persistenti tensioni.

Province degli altipiani: nelle province degli altipiani vi sono ripetutamente scontri fra le tribù, questo tra l'altro in relazione con elezioni. Dopo le elezioni parlamentari del 2017, ci sono state sempre più manifestazioni, disordini locali, come pure scontri violenti a matrice politica e intralci al traffico. Sempre più spesso in questi posti, sono anche presenti bande attive e armate. Succede che gruppi di turisti si ritrovino tra i due fronti contrapposti di tribù nemiche. Prima e durante il viaggio si raccomanda di informarsi tramite i media e presso il proprio operatore turistico sulla situazione attuale nella regione di destinazione e sull'attuabilità del viaggio. Farsi accompagnare da una guida esperta del luogo.
Il 26 febbraio 2018 si è verificato un forte terremoto nelle Province degli altipiani. Vedi anche capitolo Trasporti e infrastrutture.

Criminalità

La mancanza di posti di lavoro e la scomparsa di strutture sociali tradizionali hanno portato a un aumento drastico della criminalità. Sono frequenti rapine a mano armata, furti di autoveicoli, scippi, effrazioni e stupri. A Port Moresby, Mt. Hagen e Lae avvengono più delitti che nelle regioni di campagna e su alcune isole; anche lungo i principali assi nazionali si verificano atti di banditismo stradale. Si raccomanda inoltre di osservare le seguenti misure precauzionali:

  • non portare oggetti di valore (orologi, gioielli ecc.) e tenere con sé solo piccole quantità di denaro;
  • restare vigili scendendo dal veicolo;
  • evitare i quartieri malfamati e le passeggiate nelle grandi città. Informarsi sul posto presso conoscenti, partner commerciali o nell'albergo in merito alla situazione in loco e ai quartieri sicuri. Non uscire la notte;
  • non utilizzare i mezzi pubblici; per i viaggi nell'entroterra è consigliato l'aereo;
  • viaggiare preferibilmente in gruppo e con una guida esperta, pratica del luogo;
  • non opporre resistenza alle aggressioni, poiché vi è una forte predisposizione alla violenza;
  • alle donne si raccomanda di viaggiare sempre accompagnate, di non portare vestiti che scoprono il corpo e di evitare i luoghi appartati (spiagge, grandi magazzini oltre l'ora di chiusura, ecc.);
  • agli uomini d'affari si consiglia di farsi accompagnare dai propri partner d'affari.

Trasporti e infrastrutture

Il 26 febbraio 2018, un forte terremoto nelle Province degli altipiani ha causato numerosi morti e feriti e ha provocato ingenti danni. Le province più gravemente colpite sono: Southern Highlands e Hela. Il ripristino dell'infrastruttura necessiterà molto tempo. Prima di recarsi nella regione colpita, si consiglia di informarsi presso l'operatore turistico o presso le autorità locali in merito alla fattibilità del viaggio. In loco seguire le istruzioni delle autorità locali: zone vietate, ordini di evacuazione ecc.

Fuori Port Moresby lo stato delle strade è prevalentemente pessimo. Oltre al pericolo di aggressione, vi è quello di incidenti. In caso di incidenti in cui, tra i feriti, siano coinvolte persone locali devono temere reazioni violente e rappresaglie da parte della popolazione. Si consiglia quindi di proseguire la guida sino al posto di polizia più vicino. Si raccomanda di non viaggiare la notte.

Disposizioni giuridiche specifiche

Gli atti omosessuali sono vietati. Le infrazioni alla legge sugli stupefacenti (ogni tipo di droga) sono punite severamente.

Le condizioni di detenzione sono notevolmente precarie.

Particolarità culturali

La popolazione della Papua Nuova Guinea è formata da oltre 800 gruppi etnici diversi, con lingue e costumi differenti. Molte tradizioni persistono e le nuove forme sociali, con le quali la popolazione è vieppiù confrontata, vengono sentite come estranee. È quindi particolarmente importante la discrezione e il rispetto degli usi e dei costumi locali. Informarsi nelle guide turistiche, presso la propria agenzia di viaggi o sul posto in merito alle regole comportamentali e alle esatte disposizioni da rispettare.

Pericoli naturali

La Papua Nuova Guinea è situata in zona sismica e conta molti vulcani attivi. Eruzioni vulcaniche e terremoti possono provocare devastazioni sulla terraferma e tsunami che talvolta allagano completamente le isole pianeggianti.
National Weather Service
National Desaster Center

Se durante il soggiorno dovesse verificarsi una catastrofe naturale, si raccomanda di mettersi in contatto il più presto possibile con i propri parenti e seguire le istruzioni delle autorità locali.

Assistenza medica

L'assistenza medica di base non è sempre garantita. Può essere utile munirsi di materiale proprio per bendaggi e di siringhe monouso. Malattie e ferite serie devono venir curate all'estero, per esempio in Australia. Si consiglia quindi di prendere, a livello preventivo, un visto turistico per l'Australia. Gli ospedali richiedono una garanzia finanziaria prima di trattare i pazienti (carta di credito o pagamento anticipato).

Se si necessita di particolari farmaci, occorre prevederne una scorta sufficiente. Va ricordato tuttavia che in molti Paesi vigono prescrizioni particolari per portare con sé medicinali contenenti sostanze stupefacenti (ad esempio il metadone) e sostanze per la cura di malattie psichiche. Si consiglia di informarsi eventualmente prima del viaggio direttamente presso la rappresentanza estera competente (ambasciata o consolato) e di consultare la rubrica Link per il viaggio, dove figurano ulteriori informazioni su questo argomento e in generale sul tema viaggi e salute.
Medici e centri di vaccinazione informano in merito al diffondersi di malattie e alle possibili misure di protezione.

Consigli specifici

Per evitare l'introduzione di agenti patogeni nel Paese, le norme di importazione e i controlli sono molto rigidi soprattutto per gli alimentari e per i prodotti animali e vegetali. Per informazioni rivolgersi all'ambasciata della Papua Nuova Guinea in Belgio.

Indirizzi utili

Prescrizioni doganali: Papua New Guinea Customs

Rappresentanze svizzere all'estero: in caso di emergenza all'estero, è possibile rivolgersi alla rappresentanza svizzera più vicina o alla Helpline DFAE.
Consolato generale di Svizzera a Sydney, Australia
Helpline DFAE

Rappresentanze estere in Svizzera: in Svizzera non vi è nessuna rappresentanza della Papua Nuova Guinea. Per ottenere informazioni in merito all’entrata nel Paese (documenti autorizzati, visti, ecc.) occorre rivolgersi all'ambasciata della Papua Nuova Guinea in Belgio. Quest'ultima dà inoltre ragguagli sulle prescrizioni doganali per l’importazione o l’esportazione di animali o di merci: apparecchi elettronici, souvenir, medicamenti, ecc.: avenue Tervueren 430, 1150 Bruxelles, Tel. 0032-2-7790609. Per visti vedi anche
Consolato generale di Australia a Ginevra

Clausola di responsabilità
I Consigli di viaggio del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) poggiano su fonti d'informazione proprie, reputate degne di fede. I Consigli di viaggio sono utili indicazioni ausiliarie per programmare un viaggio in modo accurato. Il DFAE non si assume tuttavia la responsabilità né della pianificazione né dello svolgimento del viaggio.
Le situazioni di pericolo sono spesso imprevedibili e confuse e possono mutare rapidamente. Il DFAE non garantisce la completezza dei consigli di viaggio e declina ogni responsabilità per eventuali danni legati a un viaggio. Le pretese derivanti dall’annullamento di un viaggio vanno avanzate direttamente all’agenzia di viaggio o alla compagnia presso la quale si è stipulata l’assicurazione di viaggio.