News del DFAE

Elencazione in ordine cronologico degli ultimi 10 comunicati stampa del DFAE e di informazioni, prese di posizione, annunci e articoli del Dipartimento.

Tutti i comunicati stampa sono accessibili attraverso il «News Service» della Confederazione.

News Service della Confederazione

Ordina i risultati per
Seleziona il periodo

Tutte (1988)

Oggetto 1 – 12 di 1988

Visita di Stato del Presidente tunisino Béji Caïd Essebsi il 18 e 19 febbraio

12.02.2016 — Comunicato stampa EDA
Le buone relazioni che intercorrono da decenni tra la Svizzera e la Tunisia sono divenute ancora più strette dalla rivoluzione tunisina del 2011: lo evidenzia la visita di Stato del Presidente Béji Caïd Essebsi il 18 e 19 febbraio a Berna. Inizialmente la visita era prevista per il mese di novembre ma è stata annullata in seguito all’attentato perpetrato contro la guardia presidenziale. Il programma e i temi dei colloqui rimangono sostanzialmente analoghi a quelli annunciati in autunno.


Bastian Baker impegnato in Egitto come ambasciatore di progetto della DSC

11.02.2016 — Comunicato stampa DEZA

Berna, 11.02.2016 - In qualità di ambasciatore dell’iniziativa «Democrazia senza frontiere» della Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC), dal 7 al 12 febbraio 2016 il cantante losannese Bastian Baker sarà impegnato al Cairo e ad Assuan a favore di un utilizzo sostenibile delle risorse idriche. Ad Assuan terrà un concerto nell’ambito del progetto del Nilo («The Nile Project»), che riunisce vari attori locali, tra cui musicisti e giovani della regione, per sensibilizzare la popolazione locale alle questioni e ai problemi dell’ecosistema del Nilo. Bastian Baker visiterà inoltre tre progetti della cooperazione svizzera allo sviluppo, dove, tra l’altro, discuterà con giovani partecipanti.


Conferenza sulla Siria: il presidente della Confederazione Schneider-Ammann esprime il rispetto della Svizzera nei confronti degli Stati limitrofi della Siria (ultima modifica: 05.02.2016)

04.02.2016 — Comunicato stampa EDA
Il presidente della Confederazione Johann N. Schneider-Ammann ha ringraziato i cittadini dei Paesi limitrofi della Siria per la loro solidarietà nei confronti delle persone colpite dalla guerra civile. La comunità internazionale ha il dovere di sostenere questi Paesi, ha inoltre dichiarato alla Conferenza dei donatori per la Siria. La Svizzera quest’anno metterà a disposizione 50 milioni di franchi per le vittime del conflitto.


La DSC rafforza il suo impegno nelle regioni fragili e colpite da conflitti

29.01.2016 — Comunicato stampa EDA
Più di 40 Stati del mondo, con una popolazione totale di circa 1,5 miliardi di persone, sono considerati fragili o colpiti da violenza e conflitti, e presto la maggioranza delle fasce povere della popolazione mondiale vivrà in contesti fragili. Alla luce delle crescenti sfide da affrontare, il sostegno a favore di queste persone costituisce una delle priorità della Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC) per l’anno in corso, come affermato dal suo direttore Manuel Sager durante la conferenza stampa annuale del 29 gennaio a Berna. Fra le altre priorità, vi sono il messaggio al Parlamento concernente la collaborazione internazionale 2017-2020 e l’attuazione dell’Agenda globale 2030 per uno sviluppo sostenibile.


Il Consiglio federale adotta la Strategia per uno sviluppo sostenibile 2016–2019

27.01.2016 — Comunicato stampa EDA

Nella sua seduta odierna, il Consiglio federale ha adottato la «Strategia per uno sviluppo sostenibile 2016-2019». La Strategia contiene prospettive per lo sviluppo sostenibile della Svizzera, definisce obiettivi concreti fino al 2030 e le relative misure di attuazione. La Strategia, che fa parte del messaggio concernente il programma di legislatura 2015-2019, illustra inoltre i contributi previsti dalla Svizzera, nel periodo di legislatura in corso, a favore della nuova «Agenda 2030 per uno sviluppo sostenibile».


Collegamento dei sistemi per lo scambio di quote di emissioni: conclusi i negoziati

25.01.2016 — Comunicato stampa EDA
I negoziati tra la Svizzera e l’Unione europea (UE) per il collegamento dei rispettivi sistemi per lo scambio di quote di emissioni di CO2 si sono conclusi. L’accordo è stato parafato da Bruno Oberle, direttore dell’UFAM fino a fine 2015, Dominique Paravicini, direttore supplente della Direzione degli affari europei (DAE), e Jos Delbeke, direttore generale della Direzione Generale Azione per il Clima della Commissione europea. L’accordo consentirà alla Svizzera e all’UE di compiere progressi nell’ambito della protezione del clima. L’estensione del mercato internazionale del CO2 mediante il collegamento di sistemi di scambi di quote nazionali o regionali può costituire uno strumento efficace per far fronte al cambiamento climatico.


La comunità degli Svizzeri all’estero supera le 750 000 unità

25.01.2016 — Comunicato stampa EDA
761 930: è il numero delle Svizzere e degli Svizzeri all’estero che il 31 dicembre 2015 erano annunciati presso le rappresentanze svizzere. Nel 2014 erano 746 885. Nel 2015, la comunità svizzera all’estero è quindi aumentata ancora del due per cento, come indica la più recente Statistica sugli Svizzeri all’estero del Dipartimento federale degli affari esteri. In termini assoluti, la crescita è di 15 045 persone.


EuroAirport: i presidenti Schneider-Ammann e Hollande concordano una dichiarazione congiunta

23.01.2016 — Comunicato stampa EDA
Sabato il presidente della Confederazione Johann N. Schneider-Ammann ha partecipato all’inaugurazione dell’ampliamento del Museo Unterlinden a Colmar, in Alsazia. I lavori di ampliamento sono stati progettati dallo studio di architettura basilese Herzog & de Meuron. In questa occasione il presidente della Confederazione ha incontrato il presidente francese François Hollande. I due presidenti hanno concordato una dichiarazione congiunta sull’EuroAirport di Basilea-Mulhouse che pone le basi per una soluzione definitiva delle questioni fiscali nel quadro di un accordo internazionale. In agenda figuravano inoltre le relazioni bilaterali tra la Svizzera e l'Unione europea (UE), questioni bilaterali e temi di politica internazionale.


Cooperazione svizzera allo sviluppo: il consigliere federale Burkhalter invita ad attuare immediatamente l’Agenda 2030

22.01.2016 — Comunicato stampa EDA
L’Agenda 2030 è stata al centro della Conferenza annuale della Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC) e della Segreteria di Stato dell’economia (SECO). I 17 obiettivi dell’Agenda globale 2030 svolgeranno un ruolo di spicco nella politica di sviluppo della Svizzera degli anni a venire. I relatori e gli esperti hanno trattato vari aspetti, dai negoziati sull’attuazione e il finanziamento all’importanza dell’Agenda per la Svizzera. Il consigliere federale Didier Burkhalter ha evidenziato i legami con la politica svizzera. Il segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon ha tenuto il discorso di apertura.


Conflitto in Siria, estremismo, migrazione: il consigliere federale Didier Burkhalter sottolinea l'importante ruolo dell'ONU nella risoluzione dei conflitti

22.01.2016 — Comunicato stampa EDA
Oggi, nel quadro di un pranzo di lavoro a Zurigo, il consigliere federale Didier Burkhalter ha discusso con il segretario generale dell’ONU Ban Ki-moon della situazione in varie regioni di crisi. L’incontro ha toccato anche altri temi, quali la crisi migratoria, la lotta contro l’estremismo violento e l’Agenda 2030 per uno sviluppo sostenibile. Il consigliere federale Burkhalter ha ribadito la necessità di procedere con urgenza all’attuazione dell’Agenda 2030 approvata nell’autunno 2015.


WEF: il consigliere federale Burkhalter ribadisce il pieno sostegno della Svizzera ai colloqui di pace sulla Siria

21.01.2016 — Comunicato stampa EDA
Al Forum economico mondiale (WEF) di Davos il consigliere federale Didier Burkhalter ha discusso con diversi interlocutori sulla situazione in Medio Oriente e sulle possibilità di mettere fine al conflitto in Siria. Didier Burkhalter ha sottolineato la necessità di chiarire attraverso il dialogo i possibili passi verso una soluzione pacifica e dunque di fare di tutto affinché si possano svolgere gli incontri previsti per la prossima settimana a Ginevra. Fra i temi affrontati, tra l’altro, con il segretario di stato USA John Kerry e il ministro degli esteri iraniano Jawad Zarif, figurava anche l’accesso alle aree interessate dal conflitto degli aiuti umanitari destinati alla popolazione.


WEF: Didier Burkhalter discute con i rappresentanti di vari Stati UE sulla possibilità di concordare una clausola di salvaguardia

21.01.2016 — Comunicato stampa EDA
Il consigliere federale Didier Burkhalter ha colto l’occasione del Forum economico mondiale (WEF) di Davos per condurre colloqui bilaterali con i ministri degli esteri di vari Stati membri dell’UE. Gli incontri con i rappresentanti della Francia (Laurent Fabius), dell’Italia (Paolo Gentiloni) e della Polonia (Witold Waszczykowski) erano incentrati sulla ricerca di una soluzione concordata per l’accordo sulla libera circolazione delle persone mediante l’introduzione di una clausola di salvaguardia mutualmente accettabile.

Oggetto 1 – 12 di 1988

Comunicato stampa (1800)

Notizia (188)

Informazioni supplementari