Validi il:
Diffusi il: 31.07.2018

Aggiornamenti dei capitoli:
Valutazione sommaria: Il 29 luglio 2018, nel distretto di Danghara, un’automobile ha investito un gruppo di ciclisti.
Criminalità: La molestia sessuale è relativamente frequente, specialmente a Dushanbe.


Consigli di viaggio – Tagikistan

I consigli di viaggio poggiano su un'analisi della situazione attuale effettuata dal DFAE. Sono permanentemente controllati e se necessario aggiornati.
Si prega inoltre di leggere anche le raccomandazioni generali per tutti i viaggi come pure la rubrica focus, parte integrante dei presenti Consigli di viaggio.

Valutazione sommaria

Dal 1992 al 1997 il Paese è stato teatro di una guerra civile. Dopo un accordo globale di pace la situazione politica interna ha avuto uno sviluppo sostanzialmente positivo. Tuttavia permane possibile un repentino peggioramento delle condizioni di sicurezza non per ultimo a causa dell’instabilità presente in Afghanistan e la situazione economica tesa.

Il 29 luglio 2018, nel distretto di Danghara, un’automobile ha investito un gruppo di ciclisti provenienti da Stati Uniti, Francia, Paesi Bassi e Svizzera. I conducenti del veicolo hanno poi aggredito i ciclisti con dei coltelli. Quattro di loro sono rimasti uccisi e due sono stati feriti. Il gruppo terroristico «Stato islamico» ha rivendicato l’attacco.

Negli ultimi anni a Dushanbe vi sono stati alcuni attentati di piccola portata. In settembre 2015, a Dushanbe e nella città di Vahdat, situata a 20 km dalla capitale, sono stati sferrati due attacchi armati contro strutture delle forze di sicurezza. In collegamento a ciò si sono verificati degli scontri armati nella valle di Romit. Occorre considerare l’eventualità di ulteriori avvenimenti di questo genere e di attentati. Obiettivi potrebbero anche essere luogi ed infrastrutture frequentate da stranieri, come per esempio ristoranti. La rubrica terrorismo e sequestri rende attenti ai pericoli del terrorismo.

La rubrica terrorismo e sequestri rende attenti ai pericoli del terrorismo.
Terrorismo e sequestri

Capita che le autorità tagiche impediscano a corto termine i viaggi turistici in alcune regioni. Si raccomanda di discutere il programma del viaggio con il propria operatore turistico e di mantenersi in contatto con esso.

Si raccomanda di seguire l'evoluzione della situazione tramite i media e l'operatore turistico prima della partenza e durante il viaggio. Evitare le manifestazioni e assembramenti di ogni genere e attenersi alle istruzioni delle autorità locali (coprifuochi ecc.).

Pericoli locali specifici

Per quanto riguarda la descrizione delle zone a rischio, le indicazioni fornite sono approssimative; i pericoli non possono essere circoscritti esattamente a una precisa regione.

Zona di confine con il Kirghizistan: Tagikistan e Kirghizistan sono in disaccordo sulla definizione del tracciato esatto delle frontiere. Per questo, le zone di confine della provincia di Sughd sono sporadicamente teatro di dimostrazioni e di sparatorie tra le forze di sicurezza tagiche e quelle kirghise. I valichi di frontiera tra il Tagikistan e il Kirghizistan sono talvolta chiusi. Prima di intraprendere viaggi nella zona di confine tra la provincia di Sughd e il Kirghizistan si raccomanda di chiedere informazioni sulla situazione attuale alla propria agenzia di viaggi o alle forze di sicurezza locali e di prestare molta prudenza.

Zona di confine con l'Afghanistan: Scontri armati tra le bande di contrabbandieri e le forze di sicurezza potrebbero verificarsi in qualsiasi momento. Inoltre sono stati compiuti sporadici sequestri. Prima della partenza e durante il soggiorno al confine con l'Afghanistan si raccomanda di informarsi presso le autorità locali di sicurezza in merito alla situazione attuale e di farsi accompagnare da una guida locale. In generale si raccomanda la massima prudenza. Anche se si è accompagnati da una guida locale esperta e ci si è opportunamente informati presso le autorità locali, non si possono escludere rischi molto elevati.

Provincia autonoma di Kuhistoni Badakhshon (GBAO): le relazioni tra le autorità di Dushanbe e una parte della popolazione del Badakhshon sono tese. Nei mesi di luglio 2012 e di maggio 2014 si sono registrati scontri tra le forze dell’ordine e persone coinvolte in traffici illegali, degenerati in combattimenti nelle strade di Khorugh, che hanno causato numerose vittime. Non si esclude in futuro il ripetersi di tali eventi, che potrebbero colpire anche persone non coinvolte, in particolare nella città di Khorugh e nei dintorni. In casi estremi, il Governo centrale potrebbe temporaneamente vietare ai turisti e agli stranieri l’accesso all’intera provincia. Si consiglia vivamente di rispettare le indicazioni delle forze di sicurezza locali.

Campi minati e proiettili inesplosi: nei distretti di Tavildara e di Rasht e a ovest della provincia di Kuhistoni Badakhshon (GBAO) vi sono in alcuni luoghi ancora campi minati e proiettili inesplosi risalenti alla guerra civile. Anche le regioni di confine con l'Afghanistan, il Kirghizistan e l'Uzbekistan sono parzialmente minate.
In tali regioni limitarsi scrupolosamente alle strade principali e, in caso di dubbio, di informarsi presso le autorità locali e/o presso la popolazione in merito alla sicurezza.

Criminalità

La microcriminalità è in aumento. Si segnalano isolati furti e delitti commessi con violenza. Può succedere che ladri si spaccino per poliziotti in uniforme. La molestia sessuale è relativamente frequente, specialmente a Dushanbe. Si raccomanda in particolare di osservare le misure precauzionali seguenti:

  • spostarsi di massima solo durante il giorno e, se possibile, farsi accompagnare da una guida esperta del luogo;
  • usare prudenza con le conoscenze occasionali in bar e ristoranti. Può capitare che siano offerte bibite contenenti droghe, per rapinare in seguito la vittima;
  • la corruzione e il crimine organizzato sono molto diffusi. Agli uomini d'affari si raccomanda di organizzare gli incontri di lavoro tramite una ditta o un'agenzia locale. Nella scelta di nuovi partner d'affari si raccomanda la massima prudenza.

Trasporti e infrastrutture

Fuori dalle città lo stato delle strade è spesso pessimo. Il rischio di incidenti è elevato a causa del comportamento imprevedibile di molti utenti della strada, della velocità eccessiva e dei veicoli in cattiovo stato di manutenzione e senza luci di notte. Si raccomanda pertanto di evitare spostamenti la notte. Vedi anche il capitolo Pericoli naturali.

Spesso la manutenzione degli aerei per i voli interni non soddisfa gli standard europei, risp. internazionali.

Capita che i collegamenti di telefono cellulare e l'accesso a Internet non siano temporaneamente garantiti.

Durante i mesi d'inverno occorre prevedere interruzioni di approvvigionamento idrico e energetico.

Disposizioni giuridiche specifiche

È vietato vilipendere pubblicamente i presidenti e i membri delle autorità. È anche vietato fotografare installazioni militari, aeroporti, ponti, costruzioni e installazioni amministrative ed edifici pubblici.

Le infrazioni alla legge sugli stupefacenti sono punite con diversi anni di detenzione già a partire da una quantità minima di qualsiasi tipo di droga.

Le condizioni di detenzione sono precarie: celle sovraffollate, cibo carente, pericolo di contrarre la tubercolosi ecc.

Particolarità culturali

La gran maggioranza della popolazione è di fede islamica. L'omosessualità non è tollerata di modo generale. Si raccomanda di adattare il proprio comportamento e il proprio abbigliamento agli usi locali. Informarsi nelle guide turistiche, presso la propria agenzia di viaggi o sul posto in merito alle regole comportamentali e alle esatte disposizioni da rispettare. Si deve considerare che durante il Ramadan vigono regole e prescrizioni particolari.

Pericoli naturali

Il Paese si trova in zona sismicamente attiva.

Nei distretti di alta montagna alcuni itinerari possono essere impraticabili in inverno e in primavera a causa delle abbondanti precipitazioni. Inoltre, soprattutto in primavera a causa delle piogge, ma anche nei torridi mesi estivi, si verificano valanghe, colate di fango, inondazioni e frane che possono ostacolare la circolazione e danneggiare le infrastrutture. Alcune località rimangono completamente isolate per diversi giorni. Le attività all'aperto richiedono una buona preparazione e un buon equipaggiamento. A chi intendesse intraprendere percorsi trekking, si raccomanda di farsi accompagnare da guide qualificate ed esperte del luogo. Prestare attenzione anche agli avvisi e alle istruzioni delle autorità. Nella alta montagna, i sintomi di malori dovuti all'altitudine non vanno sottovalutati.

Se durante il soggiorno dovesse verificarsi una catastrofe naturale, si raccomanda di mettersi immediatamente in contatto con i propri parenti e di seguite le direttive delle autorità. In caso di interruzione delle comunicazioni con l'estero, si raccomanda di contattare l'agenzia consolare svizzera a Dushanbe.

Assistenza medica

L'assistenza medica è scarsa. Può rivelarsi utile portare con sé materiale di medicazione e siringhe monouso. Malattie e ferite serie devono venir curate fuori dal Tagikistan.

Se si necessita di particolari farmaci, occorre prevederne una scorta sufficiente. Va ricordato tuttavia che in molti Paesi vigono prescrizioni particolari per portare con sé medicinali contenenti sostanze stupefacenti (ad esempio il metadone) e sostanze per la cura di malattie psichiche. Si consiglia di informarsi eventualmente prima del viaggio direttamente presso la rappresentanza estera competente (ambasciata o consolato) e di consultare la rubrica Link per il viaggio, dove figurano ulteriori informazioni su questo argomento e in generale sul tema viaggi e salute. Medici e centri di vaccinazione informano in merito al diffondersi di malattie e alle possibili misure di protezione.

Consigli specifici

La polizia effettua spesso controlli. Portare pertanto sempre con sé il passaporto o una fotocopia del passaporto (inclusa la pagina col visto), in modo da potersi identificare.
L'accesso a talune regioni del Paese è limitato e richiede un permesso speciale ottenibile presso il Ministero degli affari esteri (Servizio del protocollo) a Dushanbe. Persino per i viaggi nella provincia autonoma di Kuhistoni Badakhshon (GBAO) è necessario avere un permesso speciale. Tali permessi sono da richiedere insieme al visto. Per ulteriori informazioni rivolgersi all'Ambasciata del Tagikistan a Ginevra. Informarsi inoltre presso tale sede in merito alle prescrizioni riguardanti la registrazione presso l'ufficio di notifica OVIR.

Indirizzi utili

 Rappresentanze svizzere all'estero: in caso di emergenza all'estero, è possibile rivolgersi alla rappresentanza svizzera più vicina o alla Helpline DFAE.
Ambasciata di Svizzera a Astana, Kazakstan
Agenzia consolare di Svizzera a Dushanbe
Helpline DFAE

Rappresentanze estere in Svizzera: per ottenere informazioni in merito all'entrata nel Paese (documenti autorizzati, visti, ecc.) occorre rivolgersi all'ambasciata o al consolato competente. Quest'ultimi danno inoltre ragguagli sulle prescrizioni doganali per l'importazione o l'esportazione di animali o di merci: apparecchi elettronici, souvenir, medicamenti, ecc.
Rappresentanze estere in Svizzera

Clausola di esclusione della responsabilità
I Consigli di viaggio del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) poggiano su fonti d'informazione proprie, reputate degne di fede. I Consigli di viaggio sono utili indicazioni ausiliarie per programmare un viaggio in modo accurato. Il DFAE non si assume tuttavia la responsabilità né della pianificazione né dello svolgimento del viaggio.
Le situazioni di pericolo sono spesso imprevedibili e confuse e possono mutare rapidamente. Il DFAE non garantisce la completezza dei consigli di viaggio e la correttezza delle informazioni riportate nelle pagine esterne collegate al sito. Declina ogni responsabilità per eventuali danni legati a un viaggio. Le pretese derivanti dall’annullamento di un viaggio vanno avanzate direttamente all’agenzia di viaggio o alla compagnia presso la quale si è stipulata l’assicurazione di viaggio.