Relazioni bilaterali Svizzera–Yemen

La Svizzera conduce un importante programma di aiuto umanitario nello Yemen e sostiene il processo di pace guidato dall’ONU.

Priorità delle relazioni diplomatiche

Dal 1990 i due Paesi hanno concluso accordi sul traffico aereo, la cooperazione tecnica e l’estinzione del debito. Oggi le relazioni si concentrano sul supporto fornito allo Yemen attraverso l’Aiuto umanitario e i buoni uffici della Svizzera a sostegno del processo di pace guidato dall’ONU.

Sostegno commerciale, Switzerland Global Enterprise SGE 

Cooperazione allo sviluppo e aiuto umanitario

La strategia di cooperazione dell’aiuto umanitario della DSC per il periodo 2017-2020 prevede un budget complessivo di circa 54 milioni CHF e si concentra su priorità come acqua, sicurezza alimentare e protezione della popolazione civile. Nel 2017, 2018 e 2019 la Svizzera, insieme alla Svezia e all’ONU, è stata anfitrione di tre conferenza di alto rango dei Paesi donatori per lo Yemen a Ginevra.

Cooperazione allo sviluppo e aiuto umanitario

Le svizzere e gli svizzeri nello Yemen

Alla fine del 2018 risiedevano otto cittadini svizzeri nello Yemen.

Storia delle relazioni bilaterali

Prima dell’unificazione dello Yemen avvenuta nel 1990, la Svizzera aveva riconosciuto sia lo Yemen del Nord (nel 1948) sia lo Yemen del Sud (nel 1967), stabilendo relazioni diplomatiche con i due Paesi (rispettivamente nel 1972 e nel 1973). Attualmente rappresenta i suoi interessi nello Yemen attraverso la sua Ambasciata a Mascate, mentre l’Ambasciata a Riyad è competente per le questioni consolari. Lo Yemen ha un’ambasciata in Svizzera (Ginevra).

Yemen, Dizionario storico della Svizzera 

Documenti Diplomatici Svizzeri, Dodis