Validi il:
Diffusi il: 21.04.2017

Consigli di viaggio – Francia

I consigli di viaggio poggiano su un'analisi della situazione attuale effettuata dal DFAE. Sono permanentemente controllati e se necessario aggiornati.
Si prega inoltre di leggere anche le raccomandazioni generali per tutti i viaggi come pure la rubrica focus, parte integrante dei presenti Consigli di viaggio.

Valutazione sommaria

Il Paese è stabile. A Parigi e nelle altre grandi città le dimostrazioni sono relativamente frequenti e possono sfociare in atti di violenza. Durante gli scioperi occasionali si possono verificare congestionamenti e ritardi nel traffico turistico.

Le autorità francesi rendono attenti al rischio di attacchi terroristici. Si sono verificati ripetutamente attentati, tra i quali:

  • Il 20 aprile 2017, nel centro di Parigi, un polizotto è stato ucciso da un colpo d’arma da fuoco e altre tre persone sono rimaste ferite. Il 3 febbraio 2017, un soldato è stato ferito durante un attacco con arma da taglio.
  • Nella notte del 14 luglio 2016 un attentatore alla guida di un camion ha fatto irruzione in una folla di persone a Nizza. Più di 80 persone sono rimaste uccise e oltre 300 sono state ferite.
  • Nella notte del 13 novembre 2015 hanno avuto luogo a Parigi diversi attentati: nella sala concerti Bataclan, fuori dallo stadio di Francia e in altre località. Più di 120 persone sono rimaste uccise e oltre 300 ferite. In seguito a questo evento, il presidente Francese ha decretato lo stato d’emergenza in tutto il Paese.
  • Tra il 7 e il 9 gennaio 2015 a Parigi degli attentati contro la redazione di un giornale satirico, la polizia e un supermercato kosher hanno provocato diversi morti e feriti.

Si raccomanda di seguire le indicazioni delle autorità locali.
Gouvernement français: Menace terroriste
Secrétariat général de la défense et de la sécurité nationale (SGDSN)

La rubrica terrorismo e sequestri rende attenti ai pericoli del terrorismo.
Terrorismo e sequestri

Per informazioni sui territori d'oltremare vedi:
Ministère de l’Outre-Mer

Pericoli locali specifici

Corsica: In Corsica attentati contro le strutture statali e le case di villeggiatura continuano a causare danni materiali.

Mayotte e La Réunion: A Mayotte e a La Réunion avvengono periodicamente scioperi e dimostrazioni; questi possono essere accompagnati da atti di violenza, blocchi stradali e saccheggi. In caso di scioperi prolungati non sono da escludere difficoltà di approvvigionamento e intralci al traffico turistico. Il tasso di criminalità è elevato.
Nell'oceano indiano si sono ripetutamente verificati attacchi di pirateria. Prestare attenzione alle informazioni specifiche:
Pirateria marittima

Guyana francese: Le tensioni sociali provocano periodicamente proteste e scioperi che possono essere accompagnati da tumulti e blocchi stradali. In caso di scioperi prolungati non sono da escludere difficoltà di approvvigionamento e intralci al traffico turistico. Il tasso di criminalità è elevato. Il possesso e l’utilizzo di armi è diffuso. Si raccomanda particolare prudenza.

Criminalità

La microcriminalità è diffusa, in particolare nella regione di Marsiglia, sulla Costa Azzurra e nella regione di Parigi: scippi, furti d'auto e furti con scasso nei veicoli. Si raccomandano tra l'altro le seguenti misure precauzionali:

  • Depositare i documenti nella cassetta di sicurezza dell'albergo. Portare comunque sempre con sé il passaporto o la carta d'identità per potersi identificare.
  • Nelle grandi città la criminalità può variare notevolmente da un quartiere all'altro. Osservare le usuali misure precauzionali contro la microcriminalità. Informarsi presso conoscenti, partner d'affari o in albergo sull'esistenza di quartieri da evitare o in cui è necessario essere particolarmente prudenti.
  • Prestare particolare cautela durante i viaggi in treno di notte. Si sono verificati casi in cui gli occupanti di vagoni letto sono stati addormentati con sonniferi e derubati.
  • Sulle autostrade e nelle stazioni di servizio situate lungo di esse i ladri utilizzano vari trucchi per derubare o rubare le auto. I ladri fingono di essere in panne o di avere bisogno di aiuto (p. es. indicando un danno al veicolo). In casi simili non scendere dall'auto, ma proseguire il viaggio. Non pernottare in auto.

Ministère de l’intérieur: Ma sécurité
Sécurité des usagers des transports en commun

Trasporti e infrastrutture

Le condizioni generali delle strade sono buone. La maggior parte delle strade sono a pagamento. Dal 2017 numerose città istituiranno delle zone ambientali (zone a traffico limitato) in cui i veicoli a motore potranno entrare solo se in possesso di un certificato che garantisca basse emissioni. I certificati possono essere richiesti online.
Le Bison futé (Informazioni sul traffico)
Certificats qualité de l’air
Les Sociétés d‘autoroutes

Trasporto pubblico: le città principali dispongono in genere di una buona rete di trasporti pubblici. I collegamenti nelle aree rurali sono invece meno articolati che in Svizzera.

Disposizioni giuridiche specifiche

Il tasso di alcolemia massimo per i conducenti è di 0,5 per mille.
Les dangers de la route

Le infrazioni alla legge sugli stupefacenti sono punite già da una quantità piccola di qualsiasi tipo di droga.

Pericoli naturali

In estate, nel Sud della Francia e in Corsica esiste il pericolo di incendi boschivi. Forti piogge possono provocare onde di piena anche in corsi d'acqua apparentemente inoffensivi, come nel dipartimento dell'Ardèche.
Risques naturels
Vigilance météo: alertes

Nei territori d'oltremare dei Caraibi sono possibili uragani da giugno a novembre. I Caraibi sono situati in una zona sismica. Sia la Guadalupe che la Martinica possiedono un vulcano attivo.
Le isole Mayotte e l’isola della Riunione, situate nell’oceano indiano, si trovano anche loro in una zona sismica e la Riunione è anche in possesso di un vulcano attivo. Nell’oceano indiano, la stagione dei cicloni dura da dicembre ad aprile.

Sulle isole della Nuova Caledonia e della Polinesia francese nel Pacifico, v'è il rischio di cicloni tropicali; soprattutto tra novembre e aprile. Forti piogge causano regolarmente frane e allagamenti. In Nuova Caledonia, v'è anche il rischio di incendi boschivi nei periodi di scarse precipitazioni da agosto a novembre.

Terremoti ed eruzioni vulcaniche possono provocare devastazioni sulla terraferma e tsunami. Tsunami scaturiti da sismi nell’area del sudest asiatico o del Sudamerica, possono raggiungere anche i territori d'oltremare dell’Oceano indiano o pacifico. Prestare attenzione alle previsioni meteorologiche, nonché agli avvisi e alle direttive delle autorità locali, ad es. sbarramenti attorno a vulcani attivi, ordini di evacuazione.
Météo-France en Outre-mer
Risques naturels en Martinique
Risques naturels en Guadeloupe
Risques naturels à la Réunion
Guyane française: Risques naturels
Mayotte: Prévention des risques
Nouvelle Calédonie: Sécurité civile
Polynésie française: Gouvernements > sécurité > alertes

Se durante il soggiorno dovesse verificarsi una catastrofe naturale, si raccomanda di mettersi immediatamente in contatto con i propri famigliari e di seguire le direttive delle autorità locali.

Assistenza medica

L’assistenza medica è garantita. Si deve esibire la tessera europea di assicurazione malattia ad ogni trattamento medico od ospedaliero. 
Promemoria dell'Istruzione comune LAMal

Se si necessita di particolari farmaci, occorre prevederne una scorta sufficiente. Va ricordato tuttavia che in molti Paesi vigono prescrizioni particolari per portare con sé medicinali contenenti sostanze stupefacenti (ad esempio il metadone) e sostanze per la cura di malattie psichiche. Si consiglia di informarsi eventualmente prima del viaggio direttamente presso la rappresentanza estera competente (ambasciata o consolato) e di consultare la rubrica link per il viaggio, dove figurano ulteriori informazioni su questo argomento e in generale sul tema viaggi e salute. Medici e centri di vaccinazione informano in merito al diffondersi di malattie e alle possibili misure di protezione.

Consigli specifici

Si è obbligati di potersi identificare col proprio passaporto o la carta d’identità in qualunque momento.

Indirizzi utili

Numero di emergenza generale: 112
Polizia: 17
Ambulanza (SAMU): 15
Pompieri: 18
Ministère de l’intérieur: applicazione SAIP per la divulgazione di avvertimenti e direttive (francese, inglese)

Douane française (I territori d'oltremare hanno le loro norme doganali e disposizioni d’importazione)
Service public

Rappresentanze svizzere all'estero: in caso di emergenza all'estero, è possibile rivolgersi alla rappresentanza svizzera più vicina o alla Helpline DFAE.
Rappresentanze svizzere in Francia
Helpline DFAE

Rappresentanze estere in Svizzera: per ottenere informazioni in merito all'entrata nel Paese (documenti autorizzati, visti ecc.) occorre rivolgersi all'ambasciata o al consolato esteri competenti. Quest'ultimi danno inoltre ragguagli sulle prescrizioni doganali per l'importazione o l'esportazione di animali o di merci: apparecchi elettronici, souvenir, medicamenti ecc.
Rappresentanze estere in Svizzera

Clausola di responsabilità
I Consigli di viaggio del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) poggiano su fonti d'informazione proprie, reputate degne di fede. I Consigli di viaggio sono utili indicazioni ausiliarie per programmare un viaggio in modo accurato. Il DFAE non si assume tuttavia la responsabilità né della pianificazione né dello svolgimento del viaggio.
Le situazioni di pericolo sono spesso imprevedibili e confuse e possono mutare rapidamente. Il DFAE non garantisce la completezza dei consigli di viaggio e declina ogni responsabilità per eventuali danni legati a un viaggio. Le pretese derivanti dall’annullamento di un viaggio vanno avanzate direttamente all’agenzia di viaggio o alla compagnia presso la quale si è stipulata l’assicurazione di viaggio.